Brocardi.it, il sito dedicato al latino dei giuristi... e molto altro CHI SIAMO   CONSULENZA LEGALE

Dizionario Giuridico

Giudice

Che cosa significa "Giudice"?

È l'organo che svolge il compito di giudicare i fatti facendo applicazione di norme giuridiche. Fa parte della Magistratura, ordine autonomo e indipendente da ogni altro potere, che esercita la funzione giurisdizionale ai sensi del dettato costituzionale. Poiché la funzione che è chiamato a svolgere si configura come particolarmente delicata, il giudice è assistito da alcune garanzie costituzionali: ai sensi dell'art. 101 Cost. è soggetto solo alla legge; la sua carriera è sottratta ad ogni interferenza del potere esecutivo e dipende dal Consiglio Superiore della Magistratura; viene nominato per concorso pubblico (art. 106 Cost.); ex art. 107 Cost. è inamovibile.
Il giudice deve essere terzo e imparziale, vale a dire neutrale rispetto alla questione e alle persone.
Può essere un organo monocratico (art. 50 ter del c.p.c., 33 ter c.p.p.) o collegiale (art. 50 bis del c.p.c., 33 bis c.p.p.).
Si distinguono i giudici ordinari, destinati a giudicare chiunque avendo una competenza generale (si vedano art. 1 del c.p.c. e le norme sull'Ordinamento giudiziario di cui al r.d. 30 gennaio 1941, n. 12 relativo alla competenza del giudice penale); e quelli speciali destinati a giudicare solo determinate persone (art. 37 del c.p.c. o ad es. i giudici militari in tempo di pace).
Il giudice di pace, sebbene non togato, deve comunque essere compreso nella categoria dei giudici.

Articoli correlati a "Giudice"

"Giudice" nelle consulenze legali

Vedi tutti i quesiti

Hai un dubbio su questo argomento?
Risolvi il tuo problema!

Scrivi alla nostra redazione giuridica!

Attenzione: prenderemo in esame SOLO richieste scritte in italiano corretto, con adeguata punteggiatura, riferite a quesiti e/o problematiche di natura giuridica.