Brocardi.it - L'avvocato in un click! CHI SIAMO   CONSULENZA LEGALE

Dizionario Giuridico

Ordinanza

Che cosa significa "Ordinanza"?

Nel processo civile, costituisce la forma che assumono i provvedimenti emanati dal giudice durante il processo allo scopo di regolarne lo svolgimento e per risolvere le questioni processuali insorte tra le parti: si parla in questo senso di funzione ordinatoria dell'ordinanza.
E' il tipico provvedimento del giudice istruttore (ad esempio, è con ordinanza che vengono ammessi i mezzi istruttori richiesti dalle parti); tuttavia, anche il collegio può a volte utilizzarla (art. 279 del c.p.c.).
Di regola, l'ordinanza è modificabile e revocabile da parte del giudice che l'ha pronunciata, e l'art. 177 del c.p.c. individua le ipotesi in cui l'ordinanza è irrevocabile. Data la sua natura interlocutoria, essa non può pregiudicare la decisione della controversia.
Nel processo penale, invece, l'ordinanza serve a risolvere questioni incidentali del procedimento e non contiene alcuna decisione nel merito; ad es. con ordinanza il giudice stabilisce se accogliere o respingere la costituzione di parte civile (art. 491 c.p.p.). Le ordinanze, al pari delle sentenze, vanno sempre motivate a pena di nullità (125 c.p.p.) e il giudice può altresì optare per revocarle.

Articoli correlati a "Ordinanza"

"Ordinanza" nelle consulenze legali

Vedi tutti i quesiti

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli € 29,90

N.B.: è possibile inviare documenti o altro materiale allegandolo ad una email da inviare all'indirizzo info@brocardi.it indicando nell'oggetto il nome con il quale si è richiesto il servizio di consulenza