Brocardi.it - L'avvocato in un click! CHI SIAMO   CONSULENZA LEGALE
Diritto civile - -

Le spese funerarie sono a carico dell'erede

Le spese funerarie sono a carico dell'erede
Le spese per il funerale sono da considerarsi "pesi ereditari", posti a carico dell'erede, per effetto dell'accettazione dell'eredità.
Se vengo nominato erede e decido di accettare l’eredità, sono tenuto a pagare le spese del funerale del defunto?

La questione è stata affrontata dalla Corte di Cassazione, con la sentenza n. 28 del 03 gennaio 2002, che fornisce alcune interessanti precisazioni sull’argomento.

Nel caso esaminato dalla Cassazione, un soggetto, che aveva pagato le spese del funerale di una defunta, aveva agito in giudizio nei confronti dell’unico erede di quest’ultima, al fine di vederlo condannato a rimborsargli le spese stesse.

Secondo tale soggetto, infatti, le spese per il funerale dovevano essere considerate “pesi ereditari”, ai sensi dell’art. 752 cod. civ., e, dunque, dovevano essere poste a carico dell’erede.

L’erede si opponeva alla domanda proposta nei suoi confronti, osservando che l’attore (vale a dire, il soggetto che aveva agito in giudizio), aveva pagato le spese del funerale con soldi prelevati dal libretto al portatore della defunta. Il soggetto in questione, inoltre, si era anche appropriato di tutti i mobili dell’abitazione della defunta.

La domanda proposta nei confronti dell’erede non veniva accolta né in primo né in secondo grado, con la conseguenza che gli eredi del soggetto che aveva pagato le spese funerarie (il quale, nel frattempo, era defunto) decidevano di rivolgersi alla Corte di Cassazione, nella speranza di ottenere l’annullamento della sentenza sfavorevole.

I ricorrenti, in particolare, ribadivano quanto già osservato nel corso del primo e del secondo grado di giudizio, osservando che le spese funerarie dovevano considerarsi “pesi ereditari”, ai sensi dell’art. 752 cod. civ. e che, quindi, le stesse dovessero essere poste a carico dell’erede della defunta.

La Corte di Cassazione riteneva, in effetti, di poter dar ragione ai ricorrenti, accogliendo il relativo ricorso, in quanto fondato.

Secondo la Cassazione, infatti, le spese per il funerale sono da considerarsi “pesi ereditari”, vale a dire oneri che sorgono una volta che si sia aperta la successione del defunto e che sono posti a carico degli eredi, se questi abbiano accettato l’eredità.

Di conseguenza, se tali spese sono state anticipate da un soggetto diverso dall’erede, questi avrà diritto al rimborso, a meno che non si tratti di spese eccessive, che siano state sostenute contro la volontà dell’erede stesso.

Ciò considerato, la Cassazione annullava la sentenza che aveva rigettato la domanda di rimborso proposta da colui che aveva pagato le spese del funerale, rinviando la causa alla Corte d’appello che si era pronunciata in secondo grado, in modo che questa potesse nuovamente pronunciarsi sulla questione, tenendo conto dei principi affermati dalla Corte di Cassazione.

Redazione Giuridica

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.


Notizie Correlate