Brocardi.it - L'avvocato in un click!

Hai un problema o un dubbio legale?

Chiudi
Prima di affidare incarichi formali ad un legale, con il rischio di intraprendere azioni giudiziarie dai costi certi e dai risultati incerti, richiedi a Brocardi.it un parere giuridico preliminare. Al modico prezzo di € 29,90 i nostri avvocati ti forniranno un inquadramento giuridico del problema proposto, con indicazione delle possibili soluzioni e delle reali probabilità di successo in un'eventuale causa legale.
Consulenza legale online
SEI UN PRIVATO?
Risolvi il tuo problema con soli € 29,90.
Ricevi la tua consulenza legale in soli 5 giorni lavorativi.
SCOPRI
Consulenza per avvocati
SEI UN AVVOCATO?
Brocardi.it ti dà una mano!
Affida a noi le ricerche giuridiche per la redazione dei tuoi atti.
SCOPRI

Consulenze legali degli ultimi 30 giorni

Federico P. chiede
Quesito su art. 629 cp. Se mi passano una somma di denaro in una busta, dicendomi:”Qua ci sono cinquemila euro, mi puoi fare la cortesia di consegnarli a Francesco”? Io rispondo: "sì va bene”. Il giorno successivo sono stati consegnati... continua a leggere
Brocardi.it risponde
La risposta è negativa. Nell’ambito di qualsivoglia reato, un qualsiasi soggetto, per essere ritenuto “concorrente” ex art. 110 c.p., occorre che sia coinvolto nella condotta costituente il fatto illecito sia da un punto di vista... continua a leggere
Raniero D. G. chiede
Il PM ha avanzato richiesta di rinvio a giudizio nei miei confronti ai sensi degli art. 110 e 443 cpp quale Direttore di U.O di Cardiologia ospedaliera dopo rinvenimento da parte dei NAS di 2 farmaci scaduti sul carrello della terapia. Preciso che su mia disposizione... continua a leggere
Brocardi.it risponde
Nel caso di specie il Pubblico Ministero formula richiesta di rinvio a giudizio per il Direttore di U.O. Cardiologia ospedaliera per il reato di cui all’art. 443 c.p., in concorso ex art. 110 c.p. con il proprio coordinatore infermieristico e,... continua a leggere
G. B. M. chiede
Buonasera la ditta di cui sono socia ha un dipendente da oltre 20 anni che ora è diventato affetto da grave demenza. I familiari hanno avviato le pratiche per il riconoscimento dell'invalidità civile totale e ricovero in struttura adeguata ma si... continua a leggere
Brocardi.it risponde
L’azienda non è obbligata a licenziare il dipendente divenuto disabile. La normativa (art. 4, D. Lgs. 68/1999) prevede, invece, che il disabile abbia diritto alla conservazione del posto se in azienda vi siano altre posizioni libere che da lui possono... continua a leggere
Anonimo chiede
Premesse: sono accomandataria di una società in accomandita semplice in liquidazione. Il liquidatore è giudiziale e quando prese in carico la gestione della società, non comunicò ai soci e in particolar modo alla scrivente accomandataria,... continua a leggere
Brocardi.it risponde
Come per le società di capitali, anche per le società di persone, come nel caso di specie, la determinazione del compenso del liquidatore, sia che sia nominato dalla società che dal Tribunale, spetta all’assemblea. Le Sezioni Unite... continua a leggere
VEDI TUTTE
Valorizza la tua tesi di laurea inserendola gratuitamente su Brocardi.it. Potrai guadagnare fino a € 18,00 per ogni vendita effettuata. Sono accettate anche tesi di dottorato, specializzazione e master.
Non aspettare, inviaci subito la tua tesi!
autoritą amministrative indipendenti

La lotta alla corruzione in Italia: ruolo dell'Autoritą Nazionale Anticorruzione

di Leyla Lunghi
TESI DI LAUREA MAGISTRALE - ANNO 2018
FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA
Nella tesi vengono analizzati i seguenti argomenti: l'analisi del fenomeno corruttivo; la normativa nazionale ed europea; il ruolo dell'ANAC; il caso Expo del 2015; gli strumenti per il contrasto del fenomeno corruttivo.
diritto processuale penale

Il ruolo della magistratura nella lotta alla mafia

di Mariachiara Russo
TESI DI LAUREA MAGISTRALE - ANNO 2019
FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA
L'elaborato analizza il ruolo assunto dalla magistratura italiana nella lotta alla mafia, dalle prime forme di resistenza al fenomeno mafioso alla trattativa stato-mafia, successiva al Maxiprocesso di Palermo.