Brocardi.it - L'avvocato in un click! CHI SIAMO   CONSULENZA LEGALE
Circolazione stradale - -

Schianto contro guard rail: il trasportato può agire direttamente contro l’assicurazione?

Schianto contro guard rail: il trasportato può agire direttamente contro l’assicurazione?
Alle Sezioni Unite la questione sulla ammissibilità dell’azione diretta del trasportato nei confronti dell’assicurazione dell’unico veicolo coinvolto.
La Corte di Cassazione, con ordinanza n. 40885 del 20 dicembre 2021, ha di recente affrontato il tema della proponibilità da parte del passeggero, nei confronti della compagnia assicuratrice del veicolo sul quale era trasportato, dell’azione volta ad ottenere il risarcimento del danno occorso in un sinistro che coinvolgeva un unico veicolo.

L’art. 141 cod. ass., infatti, prevede che, salva l'ipotesi di sinistro cagionato da caso fortuito, il danno subito dal terzo trasportato è risarcito dall'impresa di assicurazione del veicolo sul quale era a bordo al momento del sinistro entro il massimale minimo di legge, fermo restando quanto previsto all'articolo 140, a prescindere dall'accertamento della responsabilità dei conducenti dei veicoli coinvolti nel sinistro.
La questione controversa, in particolare, nasce dalla dicitura “veicoli coinvolti”: essa deve interpretarsi in modo tale da poter essere applicata solo all’incidente tra più autovetture oppure non è preclusa l’esperibilità dell’azione risarcitoria anche nei confronti dell’assicurazione dell’unico veicolo coinvolto?

Ebbene, nemmeno la Corte, recentemente chiamata a pronunciarsi su una simile fattispecie, è riuscita a fornire una risposta univoca a tale quesito, rilevando sul tema un contrasto giurisprudenziale. Due, infatti, sono le tesi che si contendono il campo e che sono richiamate nella recente ordinanza:
  1. una prima tesi (accolta da Cass., 5 luglio 2017, n. 16477) è quella fondata sull’interpretazione costituzionalmente orientata dell’art. 141 cod. ass.: atteso che la norma presuppone soltanto la sussistenza di un sinistro e di un danno subito dal terzo trasportato non dovuto a caso fortuito, non è necessario che il sinistro si sia verificato a seguito di uno scontro tra più veicoli. Secondo tale opzione ermeneutica, infatti, va privilegiata la ratio della norma, cioè quella di fornire al terzo un celere strumento di risarcimento, sicchè il riferimento ai “veicoli” deve intendersi semplicemente come “descrittivo della pluralità dei casi” ma non come preclusivo dell’azione in caso di schianto di una singola vettura;
  2. una seconda impostazione (sposata invece da Cass., 8 ottobre 2019, n. 25033), invece, si fonda sull’interpretazione letterale della norma laddove parla al plurale dei veicoli coinvolti: nel caso in cui il sinistro coinvolga un veicolo soltanto, quindi, il terzo trasportato non può agire direttamente nei confronti della compagnia assicurativa del veicolo sul quale viaggiava.
La vicenda giunta all’attenzione della Corte, in particolare, traeva origine dallo schianto contro il guard rail di una vettura, a bordo della quale si trovavano due coniugi. In seguito al sinistro, la moglie trasportata aveva perso la vita, sicchè il marito e la figlia avevano proposto, iure proprio e iure hereditatis, azione risarcitoria nei confronti dell’assicurazione del veicolo.
Nonostante il Tribunale avesse accolto tale domanda, la Corte d’appello aveva poi riformato la sentenza, sposando la seconda delle tesi sopra esposte e dunque ritenendo l’art. 141 cod. ass. non applicabile ai sinistri coinvolgenti un veicolo soltanto.
Gli eredi della defunta, pertanto, avevano proposto ricorso in Cassazione ma la Corte e, alla luce del contrasto innanzi illustrato, ha disposto la trasmissione del ricorso al Primo Presidente ai fini dell’eventuale assegnazione alle Sezioni Unite.

Redazione Giuridica

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.


Notizie Correlate