Brocardi.it - L'avvocato in un click! REDAZIONE

Calcio scommesse, il testamento che inchioda Zaniolo e la sua inutilitÓ

Calcio scommesse, il testamento che inchioda Zaniolo e la sua inutilitÓ
Le prove contro Zaniolo nel testamento della fonte di Corona: chi è Maurizio Petra?
La scorsa domenica ha giocato titolare nel suo Aston Villa, ma intanto, in Italia, le voci su Nicolò Zaniolo si concentrano su tutto tranne che sui risultati sportivi. Più che altro, si concentrano sulle scommesse, essendo l'ex Roma uno degli indagati dalla Procura di Torino per il nuovo (ennesimo) scandalo che ha coinvolto il calcio italiano.
Di Zaniolo, dobbiamo dirlo, apprezziamo la coerenza. Mentre i compagni di nazionale, Nicolò Fagioli e Sandro Tonali hanno ammesso di aver scommesso sul loro sport, optando per un patteggiamento con la Procura Federale della FIGC, Zaniolo continua a negare di aver puntato sul calcio.
Saranno le indagini a stabilire se le affermazioni del giovane, che ammette solo di aver giocato su siti illegali a poker e blackjack, corrispondono al vero.

Niente scommesse sul proprio sport, quindi, e soprattutto niente scommesse su partite della Roma, ex squadra del calciatore toscano, cresciuto in Liguria. Ed è proprio in Liguria che vi sarebbero, però, prove pronto a incriminarlo. Ma andiamo per gradi.

Come abbiamo detto, secondo quanto afferma Zaniolo, lui non avrebbe scommesso sulla Roma, condotta di cui lo ha invece accusato Fabrizio Corona. Il re del gossip, infatti, ha dichiarato che, secondo quanto comunicatogli da un informatore, il calciatore avrebbe puntato su una partita della Roma in Coppa Italia, mentre era in panchina.
E negli ultimi giorni gli occhi sono puntati proprio sulla fonte di Corona, che si è scoperto essere Maurizio Petra. Un nome che potrà non dirvi nulla, ma che ha a che fare con l'ambiente calcistico per il semplice fatto di essere lo zio di Antonio Esposito, ex calciatore dell'Inter.

Ebbene, Petra, oltre a fare nomi di altri calciatori, ha rivelato di aver fatto testamento, che pare si trovi a La Spezia, nello studio legale dell'Avvocato Matteo Basso. In particolare, con tale testamento, l'uomo ha disposto che, in caso di morte, l'avvocato Matteo Basso consegni alla Procura di Torino una chiavetta USB contenente materiale inerente l'indagine sul calcio scommesse.
L'Avvocato ha confermato di aver ricevuto una busta chiusa contenente testamento, ma di non saperne di più.

Dal punto di vista giuridico, Maurizio Petra sembrerebbe quindi, con tale testamento aver previsto un legato, ossia una disposizione mortis causa a titolo particolare, che vede come beneficiario la Procura di Torino, a cui la chiavetta usb dovrebbe andare in caso di morte dell'uomo.
Ma questa chiavetta, cosa conterrebbe? A quanto pare, file audio e documenti vari, che avrebbe raccolto il nipote Esposito, e da cui emergerebbero conversazioni tra diversi calciatori, tra cui Zaniolo, che parlano di scommesse, vinte e perse.
Petra, inoltre, afferma di aver visto una chat, intercorsa tra il nipote e Zaniolo, in cui quest'ultimo gli chiedeva di giocare per lui una scommessa sulla Roma in Coppa Italia.

Non sappiamo se il signor Petra abbia davvero informazioni utili alle indagini e, al momento, quanto da lui affermato è stato smentito non solo dal calciatore dell'Aston Villa, ma anche da Esposito, che sostiene di non avere a che fare con questa storia.
In ogni caso, Maurizio Petra ha sicuramente attirato l'attenzione della Procura di Torino, a cui pare sia stata consegnata la busta contenente la fatidica chiavetta. Nessuna esigenza quindi di attendere l'apertura di un testamento, allo stato inutile sotto questo profilo. Resterà da capire se Petra verrà ascoltato dagli inquirenti come persona informata sui fatti e se, effettivamente, fornirà un contributo all'inchiesta.


Notizie Correlate

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.