Brocardi.it - L'avvocato in un click! CHI SIAMO   CONSULENZA LEGALE
Condominio - -

Legittima la richiesta di installazione di pannelli solari in condominio

Legittima la richiesta di installazione di pannelli solari in condominio
Può accadere che un condomino, al fine di ottenere un risparmio energetico, chieda al condominio di installare dei pannelli solari sul tetto dell’edificio condominiale.
In questo caso, il condominio è obbligato ad accogliere la richiesta o può legittimamente opporsi?

Proprio di questa questione si è recentemente occupato il Tribunale di Milano, con la sentenza n. 11707 del 7 ottobre 2014.

Nel caso all’esame del Tribunale, un condomino aveva impugnato la delibera dell’assemblea di condominio che non lo aveva autorizzato ad installare i pannelli solari sul tetto del fabbricato condominale.
Il condominio si giustificava affermando che il rigetto della domanda era dovuto al fatto che il condomino non aveva fornito delle informazioni ritenute necessarie, nonché al fatto che i pannelli solari avrebbero in qualche modo deturpato l’aspetto dell’edificio.

Il Tribunale di Milano, chiamato a decidere sulla controversia, osserva come l’art. 1122 bis del c.c. prevede espressamente che, in ambito condominiale “è consentita l’installazione di impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili destinati al servizio di singole unità del condominio sul lastrico solare, su ogni altra idonea superficie comune e sulle parti di proprietà individuale dell’interessato” e che solo “qualora si rendano necessarie modificazioni delle parti comuni, l’interessato ne dà comunicazione all’amministratore indicando il contenuto specifico e le modalità di esecuzione degli interventi”.
In quest’ultimo caso, inoltre, in base alla medesima disposizione, l’assemblea può imporre “adeguate modalità alternative di esecuzione o imporre cautele a salvaguardia della stabilità, della sicurezza o del decoro architettonico dell’edificio”, potendo provvedere anche a “ripartire l’uso del lastrico solare e delle altre superfici comuni, salvaguardando le diverse forme di utilizzo previste al regolamento di condominio o comunque in atto”.

Nel caso di specie, dunque, il Tribunale osservava come il condomino avesse informato adeguatamente l’amministratore di condominio della propria intenzione di installare i pannelli solari, producendo anche uno specifico progetto tecnico.

Di conseguenza, secondo il giudice, l’assemblea non poteva in alcun modo negare la possibilità di procedere all’installazione, dal momento che la stessa, al massimo, avrebbe potuto imporre al condomino “modalità alternative di esecuzione” o “cautele a salvaguardia della stabilità, della sicurezza o del decoro architettonico dell’edificio”.

In conclusione, non risultando provato che i pannelli solari avrebbero deturpato l’aspetto dell’edificio, né che gli stessi avrebbero compromesso la stabilità o la sicurezza dello stesso, il giudice ritiene illegittimo il diniego di installazione manifestato dal condominio nella delibera assembleare impugnata, dal momento che il rigetto della domanda “esorbitava dalle proprie attribuzioni” e violava il diritto del condomino all’uso delle parti comuni dell’edificio condominiali.

Redazione Giuridica

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.


Notizie Correlate