Brocardi.it - L'avvocato in un click! CHI SIAMO   CONSULENZA LEGALE
Circolazione stradale - -

Anche le associazioni no profit che trasportano malati sono esenti dal pagamento del pedaggio autostradale

Anche le associazioni no profit che trasportano malati sono esenti dal pagamento del pedaggio autostradale
Nella nozione di “soccorso" va ricompreso anche il mero trasporto di persone malate, senza che sia necessaria una situazione di emergenza.
La vicenda ha avuto origine a seguito dell’ingiunzione di pagamento ex R.D. n. 639 del 2010 del pedaggio autostradale, emessa nei confronti di un ente no profit che si era occupato del trasporto di malati e disabili in autostrada.
Nonostante l’ente avesse proposto opposizione, questa era stata respinta dal Giudice di Pace; l’ente, perciò, aveva presentato ricorso dinanzi al Tribunale, il quale, a sua volta, aveva confermato la sentenza di primo grado.
Secondo il giudice, per poter usufruire dell’esenzione dal pedaggio era necessario provare che il mezzo di trasporto fosse impegnato in un servizio di "soccorso", intendendo con questo termine una prestazione di assistenza materiale e morale, avente carattere di urgenza, nei confronti di coloro che ne hanno bisogno. A giudizio del Tribunale, questa circostanza non era stata adeguatamente dimostrata nel caso concreto.
L’ente ha perciò proposto ricorso in Cassazione, la quale ha dato una risposta alla questione con la sentenza n. 28019/2019, puntualizzando che nella nozione di “soccorso" vada ricompreso anche il mero trasporto di persone malate bisognose di assistenza, senza necessariamente fare riferimento a situazioni di emergenza o urgenza.
Del resto, viene evidenziato che lo stesso articolo 373, comma 2, lettera c) del Dpr 495/92, che regola tale forma di esenzione, non contiene alcuno specifico riferimento a tali circostanze.
La Corte ha rilevato che tale riferimento risulta contenuto solamente nella circolare del Ministero dei Lavori Pubblici 3973/1997, ma, trattandosi di una circolare ministeriale, questa è in grado di spiegare effetti solo nell'ambito dei rapporti interni tra i vari uffici della stessa amministrazione ed i loro funzionari, ma non è vincolante per l’Amministrazione nei confronti di terzi, né costituisce mezzo di interpretazione di una norma di legge.
Oltretutto, il connotato di urgenza che il giudice di merito ha attribuito alla nozione di “soccorso” secondo la Corte contrasta con quanto affermato sia dalla Corte di Giustizia Europea, per la quale i servizi pubblici di soccorso comprendono tanto il trasporto medico di emergenza che il trasporto sanitario qualificato (sent. 29-4-2010, C-160/08), sia dal Consiglio di Stato, secondo cui la nozione di servizio socio-sanitario non si esaurisce nel solo servizio di assistenza medica di emergenza (sent. 2477/2013).
Alla luce di ciò, può dirsi che l'esenzione dal pagamento del pedaggio autostradale spetti alle associazioni di volontariato ed agli altri enti senza scopo di lucro anche nel caso di mero trasporto di malati e disabili. Pertanto, la Cassazione ha accolto il ricorso, cassato la sentenza impugnata e rinviato la questione al Tribunale per una nuova valutazione.

Redazione Giuridica

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterā seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.


Notizie Correlate