Brocardi.it - L'avvocato in un click! REDAZIONE

NicolÚ Zaniolo vittima di revenge porn: diffusi audio hot di una ragazza, ma cos'Ť il revenge porn?

NicolÚ Zaniolo vittima di revenge porn: diffusi audio hot di una ragazza, ma cos'Ť il revenge porn?
Nicolò Zaniolo vittima di revenge porn: sarebbero stati diffusi audio in cui una ragazza parla della notte bollente con l'ex giocatore della Roma. Ma cosa si intende per revenge porn?
Nuova caso di revenge porn a Roma, stavolta ad esserne vittima è un noto ex giocatore della Roma. La vicenda vede come protagonisti l'ex giallorosso Nicolò Zaniolo, una ragazza romana di 22 anni e un amico della ragazza, ora accusato di "revenge porn" dopo aver diffuso alcuni audio whatsapp - registrati dalla giovane - in cui viene raccontata nei dettagli la nottata bollente trascorsa dall’ex calciatore della Roma in un noto parco del quartiere Talenti. I messaggi sarebbero stati inviati, in un primo momento, dalla stessa ragazza ad alcuni amici su un gruppo whatsapp. Nella chat vi era anche il giovane ora indagato, il quale avrebbe poi inoltrato ad altre persone gli stessi messaggi.

Negli audio in questione, inoltrati ormai decine e decine di volte, si sentiva la voce della giovane, la quale raccontava il suo incontro con il famoso giocatore all’Eden - nota discoteca della Capitale - nonché del prosieguo serata con tanto di effusioni hot e dettagli piccanti nel parco della Cecchina, nel quartiere Talenti.
La denuncia è stata presentata alla Procura di Roma proprio dalla ragazza nel momento in cui si è resa conto che i suoi audio si stavano diffondendo in tutta la città. Difatti, la giovane sostiene di non aver mai autorizzato tale diffusione.
L’imputato è difeso dall’avvocato Leonardo D’Erasmo, il quale ribadisce che «l’imputazione sia sbagliata, perché è stata la ragazza ad annunciare di volerlo inviare a terzi».

Ma cosa si intende per revenge porn?
L’espressione in lingua inglese revenge porn letteralmente significa «vendetta porno»: indica la condivisione pubblica di immagini o video intimi tramite internet senza il consenso dei protagonisti degli stessi. Immagini e video intimi che possono essere stati girati con o senza il consenso della vittima. In alcuni casi la vittima potrebbe non esserne nemmeno a conoscenza. La diffusione di solito avviene con l’obiettivo di umiliare la persona coinvolta per ritorsione o per vendetta (da qui, appunto, l’uso del termine revenge).
Con la legge 69/2019 è stato introdotto il c.d. Codice Rosso a tutela delle vittime delle violenze domestiche e di genere. Tra i reati puniti dal Codice Rosso è stato introdotto quello di revenge porn, disciplinato dall’art. 612 ter del codice penale.


Il reato di revenge porn prevede due ipotesi:
  • Il primo comma dell’art. 612 ter punisce la realizzazione o la sottrazione e la successiva diffusione di immagini, audio o video a contenuto sessualmente esplicito, destinati a rimanere privati, senza il consenso delle persone rappresentate;
  • Il secondo comma, invece, punisce la diffusione, pubblicazione o consegna di foto, audio o video precedentemente ricevuti o acquisiti.
La norma sul revenge porn è una norma contro la pornografia non consensuale. Con questo reato il legislatore intende punire la diffusione del materiale sessualmente esplicito contro la volontà oppure all’insaputa della persona offesa.
L’intento dell’autore del reato è far circolare immagini o video a contenuto sessuale senza il consenso della persona ritratta, per denigrarla o umiliarla.
Il revenge porn è punito con la reclusione da uno a sei anni e con la multa che va da 5mila a 15mila euro.
Sono previste aggravanti se la vittima del reato è il coniuge separato o divorziato o una persona con cui si ha avuto una relazione affettiva oppure un infermo di mente o una donna in stato di gravidanza.


Notizie Correlate

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.