Brocardi.it - L'avvocato in un click! REDAZIONE

Mutui giovani 2024, ecco le novitÓ del decreto Milleproroghe: confermata la garanzia Consap all'80%, ma non per tutti

Fisco - -
Mutui giovani 2024, ecco le novitÓ del decreto Milleproroghe: confermata la garanzia Consap all'80%, ma non per tutti
Un emendamento al decreto Milleproroghe estende al 2024 solo alcune delle agevolazioni per l’acquisto della prima casa per i giovani under 36, previste invece negli anni precedenti. Vediamo di che si tratta.
Diciamolo subito, ci sono notizie sia buone che cattive per i giovani (under 36) che vogliono mettere su casa e devono chiedere un mutuo.

Iniziamo, come da tradizione, con la notizia brutta: le agevolazioni sono terminate nel dicembre 2023. Ma di che agevolazioni si tratta?

Si tratta di agevolazioni introdotte nel 2021 con l'obiettivo di rendere più accessibile l'acquisto della prima casa attraverso mutui agevolati.

I giovani sotto i 36 anni, e con un ISEE inferiore a 40.000 euro, che decidevano di contrarre un mutuo per acquistare la prima casa potevano usufruire, fino alla fine del 2023, di:

  • esenzione da imposta di registro
  • esenzione da imposta ipotecaria
  • esenzione da imposta catastale
  • e, in caso di compravendite con pagamento di IVA, lo Stato riconosceva un credito d'imposta all'importo dell'IVA stessa.

Queste misure, particolarmente vantaggiose quando i tassi di interesse erano bassi, nel 2024 non ci saranno più. Ma, e questa è la buona notizia, un emendamento al Decreto Milleproroghe ha introdotto una novità che va a mitigare parzialmente la situazione.

Si tratta del Prolungamento dei Termini e della Garanzia Consap.

Sebbene, come detto, le agevolazioni siano terminate nel 2023, l’emendamento al Decreto Milleproroghe stabilisce che i giovani under 36 che abbiano stipulato entro il 31 dicembre 2023 un contratto preliminare di compravendita, possono beneficiare delle agevolazioni anche nel 2024, purché entro dicembre 2024 concludano la transazione.

Questo prolungamento dei termini consente alle trattative avviate l'anno precedente (2023) di continuare a beneficiare del bonus anche in quello successivo (2024).

Ma cos’è un contratto preliminare (chiamato anche comunemente compromesso)?

Si tratta di un accordo in forma scritta tra venditore e compratore che si impegnano reciprocamente a stipulare un successivo e definitivo contratto di compravendita. Il trasferimento del diritto di proprietà sull’immobile si avrà solo con la firma di quest’ultimo (vedi art. 1351 del c.c.).

Il preliminare può essere stipulato, per esempio, quando non è possibile la vendita immediata, perché l’acquirente è in cerca di un mutuo oppure il venditore è in attesa che gli venga consegnata una nuova casa.

Per tornare a noi, un giovane sotto i 36 anni, e con ISEE sotto i 40.000 euro, può ottenere nel corso del 2024 le agevolazioni fiscali con l’acquisto della prima casa, se nel corso del 2023 ha stipulato un preliminare di vendita.

Altro prolungamento fino alla fine del 2024 riguarda la garanzia Consap, che offre la copertura fino all'80% del valore dell'immobile da acquistare. Questa garanzia, fornita dal Fondo prima casa di Consap, costituisce un sostegno finanziario significativo per i giovani acquirenti consentendo loro di fatto di acquistare casa con un minimo apporto di denaro.

Nel 2023, con l'aumento dei tassi di interesse deciso dalla Banca Centrale Europea per contrastare l'inflazione, l'ottenimento di mutui è diventato via via più complesso. Ciò ha portato a una netta diminuzione dei mutui concessi nei primi sei mesi del 2023, registrando una sensibile riduzione rispetto al 2022.

Ora con questo ulteriore taglio alle agevolazioni nel 2024, bisognerà vedere se si registrerà un’ulteriore diminuzione.

In conclusione:

sebbene alcune agevolazioni siano scadute, il 2024 offre ancora qualche opportunità importante per i giovani sotto i 36 anni che cercano di acquistare la loro prima casa attraverso mutui agevolati.

La proroga dei termini e la persistenza della garanzia Consap sono strumenti di supporto in un contesto di mercato piuttosto complesso.


Notizie Correlate

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.