Brocardi.it - L'avvocato in un click! CHI SIAMO   CONSULENZA LEGALE
Circolazione stradale - -

Incidente stradale mentre stiamo andando in aeroporto per partire per le ferie? L'assicurazione deve risarcircire anche il danno morale

Incidente stradale mentre stiamo andando in aeroporto per partire per le ferie? L'assicurazione deve risarcircire anche il danno morale
Il Tribunale di Reggio Emilia si è recentemente pronunciato su un tema particolarmente attuale e ricorrente, vale a dire quello della risarcibilità del “danno da vacanza rovinata”.
In particolare, tale danno deve considerarsi risarcibile anche per le ipotesi in cui la vacanza sia saltata perché il viaggiatore ha subito un incidente stradale prima della partenza?

Nel caso esaminato dal Tribunale di Reggio Emilia, con la sentenza del 30 marzo 2016, un soggetto, mentre si stava recando all’aeroporto per partire per le ferie, subiva un sinistro stradale, non per sua colpa, a seguito del quale subiva delle lesioni fisiche che lo costringevano a rinunciare alla partenza.

L’assicurazione provvedeva a risarcire il danno connesso al sinistro stradale e provvedeva anche a rimborsare la penale che la vittima del sinistro era stata costretta a pagare per la mancata partenza, pari a Euro 600.
La vittima stessa, poi, si rivolgeva al giudice di pace, al fine di veder risarcito, da parte dell'assicurazione del colpevole del sinistro, anche il danno morale da “vacanza rovinata”, dal momento che il soggetto in questione era stato costretto a rinunciare definitivamente alle proprie ferie annuali a causa dell’incidente, non avendo la possibilità di usufruire delle stesse in un altro periodo dell’anno.

Mentre il giudice di pace rigettava la domanda, il Tribunale, competente per il secondo grado di giudizio ritiene di dover accogliere la pretesa avanzata: non solo, il Tribunale dichiara che il danno da “vacanza rovinata” va risarcito non solo al soggetto vittima del sinistro ma anche alla moglie la quale, pur non trovandosi nell’auto assieme al marito, era anch’ella in procinto di partire assieme al medesimo, con la conseguenza che il sinistro stradale aveva costretto anche lei a rinunciare al viaggio.

In questo caso, infatti, va osservato che “non c’è stato alcun inadempimento da parte del tour operator (come potrebbero essere, per esempio, una camera sporca, la struttura o la spiaggia non corrispondenti alle foto o al sito internet, un hotel di qualità inferiore a quanto stabilito e così via), le ferie sono saltate a causa di un incidente stradale, ma è stato riconosciuto il diritto di essere rimborsati anche per un illecito extra contrattuale”.

In sostanza, il Tribunale ha ritenuto che il danno da vacanza rovinata fosse pienamente risarcibile sia nei confronti del soggetto vittima del sinistro, sia nei confronti della moglie, in quanto entrambi hanno dovuto rinunciare al viaggio che avevano programmato da tempo a causa del sinistro stradale che ha colpito il marito, costringendolo, senza sua colpa, a restare a casa, a causa delle ferite riportate.

Redazione Giuridica

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterā seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.


Notizie Correlate