Brocardi.it - L'avvocato in un click! REDAZIONE

Multa fino a 500 euro per baci e carezze in auto: in una cittadina italiana c' questo incredibile divieto, come mai?

Multa fino a 500 euro per baci e carezze in auto: in una cittadina italiana c' questo incredibile divieto, come mai?
Multe salate per chi si scambia baci ed effusioni in auto in una cittadina italiana. Cosa succede invece se si fa sesso in auto? Si commette reato?
Si sa, ogni coppia ha bisogno di ritagliarsi il proprio momento di intimità, ma se non si possiede un appartamento o se non si hanno i soldi per una camera d’albergo, non sempre è facile trovare il luogo adatto in cui poter avere un po' di intimità. Ecco perché spesso gli amanti, giovani e non, presa la propria auto, cercano un posto appartato, in cui poter trascorrere un po’ di tempo con il proprio partner.

Ed è qui che nasce il problema. Infatti, ad Eboli (provincia di Salerno), scambiarsi baci o carezze, mentre si è in auto, è diventato un vero e proprio problema di sicurezza pubblica. Non stiamo parlando di un’intimità spinta delle coppiette in luogo pubblico, ma di semplici dimostrazioni di affetto. Effettivamente, nella cittadina campana, le coppiette che si scambiano baci ed effusioni in auto, da fermi, rischiano una multa davvero salata.
A denunciare questa situazione è il Consigliere Regionale della Campania Gerardo Rosania. Il divieto riguarda l’aera del Palasele di Eboli, precisamente all’altezza del campo sportivo. Difatti, il Consigliere informa: «se due persone innamorate si appartano in auto, al campo sportivo, per scambiarsi qualche effusione, incorrono in contravvenzioni che vanno dai 50 fino ai 500 euro».
La zona del Palasele è da sempre un’area scelta dalle coppie come luogo ideale per i loro incontri, lontano da sguardi indiscreti. Purtroppo negli ultimi tempi la situazione stava sfuggendo di mano. Da un lato, l’assiduità delle coppie a qualsiasi ora del giorno rendeva l’area poco frequentabile soprattutto dai bambini. Dall’altro lato, sempre più frequenti stavano diventando situazioni di risse e accoltellamenti in quell’area. Proprio per tali motivi si è presentato un vero e proprio problema di sicurezza pubblica.
La faccenda avrebbe potuto avere un epilogo ben diverso, evitando alle malcapitate coppiette di pagare la multa salata. Ad esempio, si sarebbe potuta creare un’area apposita all’interno della città, una sorta di “love parking” dove le coppie si sarebbero potute appartare in maniera indisturbata e in totale sicurezza.

D’altro canto, c’è da dire che se ha destato scalpore un provvedimento che vieta baci e carezze, il discorso cambia se la coppia si intrattiene in auto col fine di fare all’amore.
Dal 2016, chi fa sesso in auto non rischia più di andare in galera, in quanto il reato di "atti osceni in luogo pubblico" è stato depenalizzato ed è divenuto un illecito amministrativo. Tuttavia, se ad oggi si viene colti ad amoreggiare in un luogo pubblico o in un luogo aperto al pubblico, si rientra lo stesso nella fattispecie degli atti osceni prevista dall’articolo 527 del codice penale e le multe sono davvero salate.
La norma prevede infatti una sanzione amministrativa pecuniaria da euro 5.000 a euro 30.000, a seconda della gravità del caso. Sanzione che, come se non bastasse, viene comminata non a uno ma a entrambi i partner. Praticamente un vero salasso per gli sventurati amanti.

La punizione scatta nel momento in cui c’è la possibilità di essere visti da altre persone. Per evitare di incorrere nell’illecito è necessario avere l’accortezza, in base al luogo e all’orario, che nessuno – neanche potenzialmente – possa vedere la scena. Quindi, con alcuni accorgimenti sarà possibile evitare di incorrere nella sanzione. Basti pensare alla possibilità di recarsi in un luogo isolato, dove non si incontrerà nessuno (ad esempio un campo lontano dalla strada), oppure tappezzare l’auto con giornali o parasole per oscurare la vista all’esterno. Quindi l’importante per gli amanti è prestare attenzione. In fin dei conti, si sa, l’amore, se vuole, può superare ogni ostacolo.


Notizie Correlate

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.