Brocardi.it - L'avvocato in un click! CHI SIAMO   CONSULENZA LEGALE

Consulenza legale in materia di
"Comunione in generale"

consulenze legali in materia di: Comunione in generale (Condominio e comunione)
Tutte le consulenze legali / Condominio e comunione / Comunione in generale (Condominio e comunione)
Quesito Q20138837 del 18/10/2013
A. L. chiede
«Nel sottosuolo di una strada privata di accesso a varie ville, esiste la tubazione dell'acquedotto idrico. Questa tubazione deve essere sostituita e la strada riparata. Nel corso degli anni alcune ville sono state trasformate in 2 o più...»
Consulenza legale: «Il quesito posto attiene alla suddivisione delle spese necessarie per il rifacimento di una tubazione di acquedotto posta sotto ad una strada privata, su particella di terreno altrui. L'utilizzo di tale strada e della tubazione...»
Quesito Q20126783 del 19/10/2012
Germano chiede
«Buongiorno, vorrei semplicemente sapere se la maggioranza dei partecipanti alla comunione su un fondo (che è sito nelle vicinanze della loro abitazione, ma su un mappale a sé stante) i quali rappresentano il 75% delle quote, possono...»
Consulenza legale: «L' art. 1108 del c.c. è molto chiaro nello stabilire che i partecipanti alla comunione possono disporre le innovazioni alla cosa comune che non pregiudichino il godimento di alcuno dei partecipanti e non importino una spesa...»
Quesito Q20125294 del 22/04/2012
Antonino D. O. chiede
«Comunione ereditaria: come attivare lo scioglimento,persistendo l'incomunicabilità tra coeredi.»
Consulenza legale: «Il codice civile prevede in modo articolato la divisione dei beni in comunione ereditaria: titolo IV articoli da 713 a 768. In particolare l' art. 713 del c.c. prevede che i coeredi possano sempre domandare la divisione, la cui fonte...»
Quesito Q20114589 del 11/10/2011
Maria M. chiede
«Buon giorno, vorrei chiedere cosa accade quando un bene in comune è acquisito in eredità? Questo vale a dire un 50% a nome di una persona, il 25% a nome di qualcun'altro ed il 25% ad un minorenne. Si può sciogliere la...»
Consulenza legale: «Da come è posto il quesito non si intende chiaramente se si tratta di un intero bene che è venuto a cadere in successione ereditaria tra più persone oppure della quota indivisa di un bene che era già comune prima della...»
Quesito Q20114345 del 22/07/2011
Maria C. chiede
«Ho una casa indivisa che appartiene a me a una zia e a uno zio. Lo zio chiede che una sua figlia possa vivere nella casa in oggetto. Io non sono d'accordo. Lo zio ha diritto di prenderla ad ogni costo e senza il mio consenso?»
Consulenza legale: «Secondo il disposto dell’ art. 1102 del c.c. “ ciascun partecipante può servirsi della cosa comune, purché non ne alteri la destinazione e non impedisca agli altri partecipanti di farne parimenti uso secondo il loro...»
Quesito Q20114152 del 23/06/2011
Sebastiano F. chiede
«Salve, innanzitutto mi scuso se il mio italiano non sarà perfetto ma la necessità mi costringe a scrivervi,avrei una domanda da fare relativamente all'articolo 1108 del codice civile (quello sopraindicato). La domanda è...»
Consulenza legale: «Tutti i partecipanti hanno diritto di concorrere all’amministrazione della cosa comune ex art. 1105 del c.c. ma configura atto di straordinaria amministrazione e atto per cui è imprescindibilmente richiesto dalla legge il consenso...»
Quesito Q20113068 del 03/04/2011
Diana L. chiede
«Desidero sapere se l'art.1111 c.c.si riferisce solo al condominio o può valere anche per la multiproprietà immobiliare,Grazie.Diana Lapia»
Consulenza legale: «La dottrina maggioritaria, avvallata anche dalla giurisprudenza sostiene che la multiproprietà sia un diritto perpetuo, ancorché ciclico e turnario, per cui la sua natura giuridica sarebbe di comproprietà, a cui si associa un...»
Quesito Q20112074 del 20/01/2011
Severino N. chiede
«Possiedo una casa in comproprietà con la suocera: lei ha il 50%, io e mia moglie il 25% ciascuno. La casa è disposta su due piani separati indipendenti, con due bilocali al piano terra e un unico appartamento al primo piano,...»
Consulenza legale: «In mancanza di un accordo tra i partecipanti alla comunione, lo scioglimento può essere ordinato dall'autorità giudiziaria, adita da colui che intenda dividere il bene ( art. 1111 del c.c. ). Ciascun partecipante alla comunione...»
Quesito Q20112085 del 20/01/2011
Maria chiede
«L'articolo non mi è chiaro... rinuncio al mio diritto sulle cose comuni ma devo pagare lo stesso le spese?»
Consulenza legale: «L' art. 1104 del c.c. sancisce la possibilità per il comunista di rinunziare a suoi diritti su cose comuni, per le quali debbano essere sostenute delle spese, risultando così da esse (almeno in parte) liberato. Un esempio...»
Vai alla pagina
1-2-3-4