Brocardi.it - L'avvocato in un click! CHI SIAMO   CONSULENZA LEGALE

Dizionario Giuridico

Nullitā (processuale)

Che cosa significa "Nullitā (processuale)"?

Rappresenta un'invalidità dell'atto processuale consistente nell'impossibilità per lo stesso di realizzare la finalità cui è preordinato. Essa presuppone che vi sia difformità tra l'atto in concreto compiuto e il paradigma astrattamente delineato dalla fattispecie normativa. Implica la lesione di un bene o interesse giuridicamente rilevante, quali il diritto di difesa o la libertà personale.
La nullità processuale, a differenza di quella sostanziale, consente l'efficacia temporanea dell'atto; tuttavia, gli effetti prodottisi sono destinati ad essere rimossi con la rinnovazione dell'atto, a consolidarsi per effetto della sanatoria delle nullità (artt. 183-184 c.p.c.) oppure a divenire definitivi nel caso in cui venga emesso un provvedimento irrevocabile, ossia che non consenta di ulteriormente rilevare o eccepire le nullità.
Si distinguono le nullità in assolute (possono essere rilevate d'ufficio anche dal giudice) e relative (devono essere fatte valere dalle parti mediante apposita istanza).

Articoli correlati a "Nullitā (processuale)"

"Nullitā (processuale)" nelle consulenze legali

Vedi tutte le consulenze

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli € 29,90

N.B.: una volta effettuato il pagamento sarà possibile inviare documenti o altro materiale relativo al quesito posto; indicazioni sulle modalità dell'invio verranno fornite via email.