Brocardi.it - L'avvocato in un click! CHI SIAMO   CONSULENZA LEGALE

Capo I - Codice civile

(R.D. 16 marzo 1942, n. 262)

[Aggiornato al 10/06/2019]

Dell'usufrutto

Sezione I - Disposizioni generali

Sezione II - Dei diritti nascenti dall'usufrutto

Sezione III - Degli obblighi nascenti dall'usufrutto

Sezione IV - Estinzione e modificazioni dell'usufrutto

Relazione al Codice Civile

(Relazione del Ministro Guardasigilli Dino Grandi al Codice Civile del 4 aprile 1942)
466 Le innovazioni principali in materia di usufrutto tendono a temperare gli inconvenienti economici di questo istituto, derivanti dall'attribuzione del diritto di godimento della cosa a persona diversa da quella che ne ha la proprietà, e a regolare in modo migliore, più armonico e più equo i diritti, del proprietario e dell'usufruttuario. Il nuovo codice non dà la definizione dell'usufrutto, che avrebbe avuto carattere prevalentemente dottrinale e per necessità sarebbe riuscita o pletorica o, come quella del codice del 1865, non pienamente aderente alla disciplina giuridica del l'istituto. E' preferibile, pertanto, che la nozione dell'usufrutto sia ricostruita come sintesi ricavata dagli elementi che costituiscono la struttura di questo istituto e che affiorano dalle singole disposizioni. Fondamentale tra queste è quella dell'art. 981 del c.c., che attribuisce all'usufruttuario il diritto di godere della cosa, ma gli impone di rispettarne la destinazione economica. Si determina, così, il contenuto del diritto dell'usufruttuario, che può godere della cosa con un limite che il godimento del proprietario non ha. Modificando la formula tradizionale dell'art. 477 del codice anteriore (salva rerum substantia), ho fatto esplicito riferimento a un criterio economico sociale, anziché a un criterio puramente materialistico. Come conseguenza del diritto di godimento si riconosce all'usufruttuario la facoltà di trarre dalla cosa ogni utilità che essa può dare, facendo salvi, per altro, i limiti posti dalla legge. Infatti, il diritto dell'usufruttuario non si estende al tesoro (art. 988 del c.c.); può esercitarsi solamente entro certi limiti e con determinati obblighi relativamente alle cave e alle torbiere (art. art. 987 del c.c.), ai boschi e agli alberi (articoli 989-992), ai semenzai (art. 993 del c.c.), ai parti delle mandre e dei greggi (art. 994 del c.c.) e alle scorte (art. 998 del c.c.). Gli altri elementi dell'usufrutto si desumono dall'intera disciplina dell'istituto, le cui norme sono state ordinate in quattro gruppi: il primo contiene le disposizioni generali; il secondo e il terzo quelle riguardanti rispettivamente i diritti e gli obblighi nascenti dall'usufrutto; l'ultimo le norme relative all'estinzione e alle modificazioni dell'usufrutto.

Testi per approfondire "Dell'usufrutto"

  • Il «consumatore» acquirente di immobili da costruire fra diritto al risparmio e diritto all'abitazione

    Collana: Consumatori oggi
    Pagine: 264
    Data di pubblicazione: dicembre 2008
    Prezzo: 28 €
    In un momento storico in cui l'attenzione del legislatore per chi si trova a rivestire il ruolo di contraente debole e/o di consumatore è particolarmente sentita, anche la tutela dell'acquirente di beni immobili segna traguardi importanti. La rilevanza sociale del fenomeno è vasta - come è testimoniato dal numero delle famiglie vittime, in circa dieci anni, dei fallimenti di costruttori immobiliari, superiore a 200.000 unità - mentre i rimedi specifici esistenti sino a poco tempo fa nel... (continua)
  • Il diritto all'abitazione nella prospettiva dell'housing sociale

    Collana: Quaderni della Rassegna di dirit. civile
    Pagine: 208
    Data di pubblicazione: dicembre 2008
    Prezzo: 24 €
    Categorie: Uso e abitazione
    Le migrazioni, le emergenze legate al nomadismo, e più in generale la domanda diffusa e delusa di case, suggeriscono una rimodulazione del diritto all'abitazione, declinato come diritto all'alloggio e come diritto all'ospitalità. Ne consegue una apertura del predicato della normatività a nuove modalità espressive, a misura di emergenti profili di rilevanza della persona. L'housing sociale è, allo stato, un insieme eterogeneo di esperienze, dalla prima accoglienza all'alloggio, situate... (continua)
  • L'usufrutto

    Editore: Zanichelli
    Data di pubblicazione: ottobre 2011
    Prezzo: 93,00 -5% 88,35 €
    Categorie: Usufrutto

    Il volume inaugura una nuova sezione della collana Strumenti del diritto, dedicata ai diritti reali e curata da Pietro Boero e Giuseppe Musolino. La sezione vuole offrire strumenti di lavoro e di studio ragionati e attenti alle questioni che il diritto immobiliare presenta, risolte alla luce non solo della giurisprudenza più recente, ma anche delle soluzioni individuate dalla dottrina più attenta oltre che aggiornata. I volumi della collana intendono formare un trattato... (continua)


→ Altri libri su Dell'usufrutto ←