Brocardi.it - L'avvocato in un click! CHI SIAMO   CONSULENZA LEGALE

Articolo 2831 Codice civile

(R.D. 16 marzo 1942, n. 262)

[Aggiornato al 10/06/2019]

Ipoteca a garanzia di obbligazioni all'ordine o al portatore

Dispositivo dell'art. 2831 Codice civile

Le obbligazioni risultanti dai titoli all'ordine o al portatore possono essere garantite con ipoteca (1).

Per i titoli all'ordine l'ipoteca è iscritta a favore dell'attuale possessore e si trasmette ai successivi possessori [2011]; questi non sono tenuti a effettuare l'annotazione prevista dall'articolo 2843 [2839 n. 1, 2845, 2887].

Per i titoli al portatore l'ipoteca a favore degli obbligazionisti [2410 n. 1, 2413 n. 5, 2414bis, 2417 ss.] è iscritta con l'indicazione dell'emittente, della data dell'atto di emissione, della serie, del numero e del valore delle obbligazioni emesse. In margine all'iscrizione deve essere annotato il nome del rappresentante degli obbligazionisti, appena questo sia nominato [2415 n. 1, 2417]. Per l'annotazione [2843] deve presentarsi copia della deliberazione o del provvedimento giudiziale di nomina [2839 n. 1] (2).

Note

(1) Tra i titoli di credito che possono ricevere garanzia ipotecaria riveste sicuramente una particolare importanza la cambiale, seguita poi dall'assegno e dai titoli rappresentativi di merci (ad esempio, la ricevuta di carico ex art. 1684, la fede di deposito ex art. 1790 e 1795). Risulta poi opportuno specificare che l'ipoteca, volontaria o giudiziale (v. art. 2808), offre garanzia soltanto nei confronti dell'obbligazione per la quale è stata posta in essere e non anche per il pagamento della cambiale nel senso del concreto adempimento del rapporto sottostante, a meno che questo effetto non sia esplicitamente sancito ex lege.
(2) L'orientamento giurisprudenziale prevalente intende la rubrica del presente articolo in modo molto ampio, ritenendo così che possano essere oggetto di ipoteca tutti i titoli di credito al portatore, mentre una minoranza considera applicabile tale disposizione soltanto alle obbligazioni emesse dalle società espressamente richiamate dall'ultima comma, ossia quelle per azioni (S.p.a.) e in accomandita per azioni (S.a.p.a.).
Per quanto riguarda invece i titoli di credito cosiddetti nominativi, si ritiene che non debbano essere soggetti alle formalità sancite dalla disposizione in esame, nell'ipotesi di una garanzia di tipo ipotecario, in quanto non risultano esplicitamente citati dalla norma.

Ratio Legis

La norma in commento è finalizzata ad una ulteriore tutela del creditore: egli infatti, se possiede un titolo di credito come la cambiale soggetto ad ipoteca, può, non ottenendo adeguata soddisfazione per il proprio credito, sia agire tramite la procedura di esecuzione sull'intero patrimonio del debitore, sia chiedere l'adempimento con preferenza sull'immobile ipotecato. Tale tutela offre, di conseguenza, una peculiare efficacia al possessore del titolo (nella cambiale, il giratario).

Spiegazione dell'art. 2831 Codice civile

Obbligazioni garantite ipotecariamente

È frequente il caso di obbligazioni emesse da società commerciali, all'ordine o al portatore, garantite ipotecariamente. Anzi il decreto legge 21 aprile 1923, n. 698, concedeva di sorpassare il limite che era stabilito dall'art. 171 cod. comm. quando tali obbligazioni sono garantite con ipoteca. Oggi la facoltà di emettere obbligazioni per somma eccedente il capitale versato è ammessa dal n. 1 del cap. dell'art. 2410 di questo codice.

Una pratica largamente diffusa fece ammettere le cautele ipotecarie nonostante per l’ipoteca convenzionale occorresse un negozio bilaterale e formale.

Le ipoteche a garanzia dei titoli all'ordine o al portatore sono disciplinate dal codice civile tedesco, dallo svizzero e dalla legge ipotecaria spagnola ed oggi dal nostro.


La costituzione dell’ipoteca con atto unilaterale ha facilitato l’innovazione. L’iscrizione per i titoli all’ordine e al portatore

Il nuovo legislatore ha sentito la necessità di soddisfare queste esigenze della vita pratica ed ha ammesso esplicitamente che le obbligazioni risultanti dai titoli all’ordine o al portatore possano essere garantite con ipoteca. L'innovazione è stata facile una volta che l'ipoteca può costituirsi con atto unilaterale. Difficoltà potevano sorgere rispetto all'iscrizione ed esse sono state affrontate e risolute nell'articolo in esame. Pei titoli all'ordine (p. es. cambiali ipotecarie) basta l'iscrizione a favore dell'attuale portatore e la garanzia si trasmette di diritto, col titolo, a favore dei successivi portatori e, per eliminare ogni difficoltà, si è stabilito che questi sono esenti dall'obbligo del­l'annotazione prevista dall'art. 2843.

Per i titoli al portatore si è reso obbligatorio il sistema già adottato nella pratica, cioè della iscrizione al nome di un rappresentante degli obbligazionisti, il quale prende l'iscrizione globalmente nel nome suo e dei successori legittimi possessori dei titoli, designato nell'atto di iscrizione nel quale devono essere anche determinati i poteri del medesimo e le modalità per la sua sostituzione.

Relazione al Codice Civile

(Relazione del Ministro Guardasigilli Dino Grandi al Codice Civile del 4 aprile 1942)

1154 Accolto il principio che l'ipoteca può concedersi anche mediante dichiarazione unilaterale, occorreva disciplinare l'ipoteca, concessa a garanzia dei titoli all'ordine o al portatore. Quanto ai titoli all'ordine, la soluzione del problema non presentava difficoltà, bastando rimuovere l'obbligatorietà dell'annotazione del trasferimento del credito ipotecario; non egualmente agevole si presentava invece la soluzione per i titoli al portatore. Mi è sembrato, per questi, che miglior sistema fosse quello d'iscrivere l'ipoteca con l'indicazione dell'emittente, della data dell'atto di emissione, della serie, del numero e del valore delle obbligazioni emesse: in margine all'iscrizione si annota il nome del rappresentante degli obbligazionisti, appena questi sia nominato dall'assemblea degli obbligazionisti medesimi, a norma dell'art. 2415 del c.c., n. 1, o dal presidente del tribunale, a norma dell'art. 2417 del c.c., primo comma. Naturalmente, per l'annotazione deve presentarsi al conservatore copia della deliberazione o del provvedimento giudiziale di nomina (art. 2831).

Massime relative all'art. 2831 Codice civile

Cass. civ. n. 1275/1974

Come è dato desumere dalle regole racchiuse negli artt. 2831 secondo comma e 2839 terzo comma del c.c., nonché dal carattere di specialità dell'ipoteca generale (art. 2809 c.c.), l'ipoteca annotata sulle cambiali garantisce esclusivamente il diritto che trae origine dal rapporto cartolare; diritto che opera su piano diverso da quello fondato sul rapporto causale, dato che l'obbligazione cartolare — collegata al titolo all'ordine, destinato alla circolazione — opera, attraverso le girate, con piena autonomia, propria dell'obbligazione cambiaria.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli € 29,90

N.B.: una volta effettuato il pagamento sarà possibile inviare documenti o altro materiale relativo al quesito posto; indicazioni sulle modalità dell'invio verranno fornite via email.

SEI UN AVVOCATO?
AFFIDA A NOI LE TUE RICERCHE!

Sei un professionista e necessiti di una ricerca giuridica su questo articolo? Un cliente ti ha chiesto un parere su questo argomento o devi redigere un atto riguardante la materia?
Inviaci la tua richiesta e ottieni in tempi brevissimi quanto ti serve per lo svolgimento della tua attività professionale!

Testi per approfondire questo articolo

  • Il processo di liberazione degli immobili dalle ipoteche. Artt. 792-795 cod. proc. civ.

    Editore: Giuffrè
    Collana: Itinerari nel processo civile
    Data di pubblicazione: marzo 2010
    Prezzo: 24,00 -5% 22,80 €
    Categorie: Ipoteca

    Il terzo acquirente di un immobile ha interesse ad avere il bene libero da ogni peso, sicché, qualora tale bene sia gravato da ipoteca egli può attivare uno speciale processo di "liberazione".Si tratta di un procedimento sulla natura del quale la dottrina, risalente e recente, propone differenti inquadramenti e che l'autore riguarda come processo alternativo all'immediato esercizio dell'azione esecutiva, che si sviluppa secondo modalità tipiche del processo di... (continua)

  • Iscrizione e rinnovazione ipotecaria. Artt. 2826-2851

    Editore: Giuffrè
    Collana: Il codice civile. Commentario
    Data di pubblicazione: dicembre 2008
    Prezzo: 28,00 -5% 26,60 €
    Categorie: Ipoteca

    Art. 2826 (Indicazioni dell'immobile ipotecato) - Art. 2827 (Luogo dell'iscrizione) - Art. 2828 (Immobili su cui può iscriversi l'ipoteca giudiziale) - Art. 2829 (Iscrizione sui beni del defunto) - Art. 2830 (Ipoteca giudiziale sui beni dell'eredità beneficiata e dell'eredità giacente) - Art. 2831 (Ipoteca a garanzia di obbligazioni all'ordine o al portatore) - Art. 2832 (Iscrizione dell'ipoteca legale della moglie) - Art. 2833 (Responsabilità per mancata... (continua)

  • Opposizione all'ipoteca. Con software

    Collana: Serie L. Professionale
    Pagine: 303
    Data di pubblicazione: maggio 2014
    Prezzo: 35,00 -5% 33,25 €
    Categorie: Ipoteca

    L'ipoteca sugli immobili permette di costituire un diritto reale di garanzia sui beni di proprietà dei debitori morosi in forza del quale l'Agente della riscossione può garantirsi, con preferenza, la possibilità di soddisfare le sue pretese tributarie grazie al ricavato della vendita forzata del bene. Appare, quindi, evidente l'incisività di una misura cautelare che, oltre a limitare la circolazione degli immobili, impedisce (o limita) la possibilità di... (continua)

  • Le garanzie immobiliari in Europa. Studi di diritto comparato

    Pagine: 636
    Data di pubblicazione: luglio 2009
    Prezzo: 100 €
    Categorie: Ipoteca

    Il libro analizza i diritti nazionali delle garanzie immobiliari in tre fra le esperienze giuridiche che, in materia di diritto ipotecario, maggiormente sembrano incarnare le diversità che si affacciano sullo scenario europeo: Germania, Inghilterra e Italia. L’analisi storico_comparatistica dei dati giuridici consente di portare alla luce tutti quei dati che le trattazioni municipali lasciano sovente inespressi. Si tratta, ad esempio, delle radici delle diversità... (continua)

  • Trattato di diritto civile - I diritti reali. Vol. VI: L'Ipoteca

    Pagine: 480
    Data di pubblicazione: aprile 2010
    Prezzo: 57,00 -5% 54,15 €
    Categorie: Ipoteca

    Il sistema ipotecario, nel corso degli ultimi anni, ha subto numerosi e rilevanti interventi: l. 2-12-2005, n. 248 in tema di “prestito vitalizio ipotecario”, l. 4-8-2006, n. 248 in tema di concessioni di ipoteca automobilistica, l. 2-4-2007, n. 40 che introduce una nuova disciplina per la perenzione delle ipoteche iscritte a garanzia di mutui bancari e una nuova regola per l’annotazione del pagamento con surrogazione dei finanziamenti bancari.Il volume, alla sua seconda... (continua)