Brocardi.it - L'avvocato in un click! CHI SIAMO   CONSULENZA LEGALE

Articolo 2297 Codice Civile 2020

(R.D. 16 marzo 1942, n. 262)

[Aggiornato al 30/06/2020]

Mancata registrazione

Dispositivo dell'art. 2297 Codice Civile 2020

Fino a quando la società non è iscritta nel registro delle imprese [33, 2188, 2200, 2296, 2949] i rapporti tra la società e i terzi(1) ferma restando la responsabilità illimitata e solidale di tutti i soci [29, 38, 41, 2291, 2331, 2508], sono regolati dalle disposizioni relative alla società semplice [2251].

Tuttavia, si presume [2727] che ciascun socio che agisce per la società abbia la rappresentanza sociale(2), anche in giudizio. I patti che attribuiscono la rappresentanza ad alcuno soltanto dei soci o che limitano i poteri di rappresentanza non sono opponibili ai terzi, a meno che si provi che questi ne erano a conoscenza [2193].

Note

(1) Si applicano le norme della società semplice solo ai rapporti tra società e terzi, mentre i rapporti tra i soci e tra questi e la società rimangono regolati dalle norme sulla s.n.c.
(2) La società di fatto o irregolare non è dotata di personalità giuridica e non costituisce un soggetto diverso dalle persone dei soci, ai quali spetta disgiuntamente l'amministrazione degli affari sociali nonchè la rappresentanza della stessa, anche in sede giudiziaria, ove i soci saranno chiamati come parti e non come terzi.

Spiegazione dell'art. 2297 Codice Civile 2020

La mancata registrazione della società nel registro delle imprese (art. 2296) non ne fa venir meno l'esistenza nel mondo giuridico, ma determina un mutamento di disciplina. Infatti, come espressamente previsto, la società c.d. irregolare soggiace alle regole della società semplice (viene in rilievo in primis la non necessaria preventiva escussione del patrimonio sociale ad opera del creditore della società, potendosi egli rivolgere direttamente a qualunque socio), con un importante correttivo: non può essere pattiziamente prevista alcuna limitazione della responsabilità di uno o più soci, i quali tutti risponderanno infatti solidalmente ed illimitatamente per le obbligazioni sociali.
Per quanto riguarda invece la rappresentanza sostanziale (art. 2266) e processuale, essa può invece subire delle limitazioni soggettive, le quali però devo essere adeguatamente portate alla conoscenza dei terzi, altrimenti nulla gli si potrà opporre se non si prova che essi ne erano comunque a conoscenza.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterą seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.

SEI UN AVVOCATO?
AFFIDA A NOI LE TUE RICERCHE!

Sei un professionista e necessiti di una ricerca giuridica su questo articolo? Un cliente ti ha chiesto un parere su questo argomento o devi redigere un atto riguardante la materia?
Inviaci la tua richiesta e ottieni in tempi brevissimi quanto ti serve per lo svolgimento della tua attività professionale!

Testi per approfondire questo articolo