Brocardi.it - L'avvocato in un click! CHI SIAMO   CONSULENZA LEGALE

Articolo 2217 Codice Civile 2020

(R.D. 16 marzo 1942, n. 262)

[Aggiornato al 30/06/2020]

Redazione dell'inventario

Dispositivo dell'art. 2217 Codice Civile 2020

L'inventario [365, 2214] deve redigersi all'inizio dell'esercizio dell'impresa [2196] e successivamente ogni anno [2364], e deve contenere l'indicazione e la valutazione delle attività e delle passività relative all'impresa, nonché delle attività e delle passività dell'imprenditore estranee alla medesima.

L'inventario si chiude con il bilancio e con il conto dei profitti e delle perdite, il quale deve dimostrare con evidenza e verità gli utili conseguiti o le perdite subite [2423]. Nelle valutazioni di bilancio l'imprenditore deve attenersi ai criteri stabiliti per i bilanci delle società per azioni, in quanto applicabili [2425].

L'inventario deve essere sottoscritto dall'imprenditore entro tre mesi dal termine per la presentazione della dichiarazione dei redditi ai fini delle imposte dirette [2214](1).

Note

(1) Comma prima modificato dall'art. 8, L. 30 dicembre 1990, n. 413 e poi sostituito dall'art. 7 bis, D.L. 10 giugno 1994, n. 357, convertito con L. 8 agosto 1994, n. 489.

Ratio Legis

La norma disciplina il contenuto dell'inventario ed enuncia il principio della verità del bilancio.

Spiegazione dell'art. 2217 Codice Civile 2020

Nel libro degli inventari devono figurare, nell'ordine ed in successione cronologica annuale:
  1. l'inventario;
  2. il bilancio;
  3. il conto dei profitti e delle perdite.
L'inventario forma la base essenziale per la redazione del bilancio, il quale, però, comprende anche voci (c.d. chiusura) che non sono comprese nelle attività o passività da inventario, ma che sono essenziali per accertare la situazione patrimoniale dell'impresa e il risultato di esercizio (es: voci di ammortamento annuale).

L'inventario si chiude:
  1. con il bilancio (o conto patrimoniale) che serve a precisare la situazione patrimoniale dell'imprenditore ad una certa data indicando i relativi utili o perdite;
  2. e con il conto dei profitti e delle perdite (o conto economico) che serve a chiarire come gli utili o le perdite hanno avuto origine.
L'indicazione anche delle attività e passività estranee all'impresa è richiesta in relazione alla responsabilità assunta dall'imprenditore per le obbligazioni dell'impresa con tutto il suo patrimonio e non soltanto con quello investito nell'impresa.

La norma richiama per tutti i bilanci i criteri imposti alla s.p.a. per la determinazione delle poste attive e passive, in quanto applicabili.

Anche se la legge parla di libro degli inventari, la dottrina ritiene che, in relazione alle finalità perseguite, l'inventario possa essere redatto all'interno dello stesso libro giornale.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.

SEI UN AVVOCATO?
AFFIDA A NOI LE TUE RICERCHE!

Sei un professionista e necessiti di una ricerca giuridica su questo articolo? Un cliente ti ha chiesto un parere su questo argomento o devi redigere un atto riguardante la materia?
Inviaci la tua richiesta e ottieni in tempi brevissimi quanto ti serve per lo svolgimento della tua attività professionale!

Testi per approfondire questo articolo

  • Il paesaggio vitivinicolo come patrimonio europeo

    Editore: Giappichelli
    Pagine: 176
    Data di pubblicazione: ottobre 2019
    Prezzo: 22,00 -5% 20,90 €
    L'art. 1 della Legge n. 238/2016, che qualifica il vino, la vite ed i territori viticoli "patrimonio culturale nazionale da tutelare e valorizzare negli aspetti di sostenibilità sociale, economica, produttiva, ambientale e culturale", dischiude nel nostro ordinamento interno una prospettiva di studio inedita, sottolineando i collegamenti tra il settore vitivinicolo ed il paesaggio, l'ambiente, la storia, la cultura ed il marketing. Da questa nuova prospettiva di studio nasce questa... (continua)
  • Il nuovo diritto civile e penale della crisi d'impresa e dell'insolvenza

    Collana: I focus di Neldiritto
    Pagine: 384
    Data di pubblicazione: marzo 2019
    Prezzo: 35,00 -5% 33,25 €
    In sinergia con l'introduzione del codice della crisi, determinata dall'esigenza non più procrastinabile di operare una razionalizzazione organica della materia del diritto fallimentare, il legislatore è, altresì, intervenuto su alcuni profili del diritto societario e del diritto penale. Con riferimento al primo aspetto, la relazione all'impianto normativo di nuovo conio ha chiarito come le modifiche al codice civile si siano rese necessarie nell'ottica di... (continua)
  • La competitività nel concordato preventivo

    Autore: Aiello Marco
    Editore: Giappichelli
    Collana: Diritto commerciale interno e internazionale
    Data di pubblicazione: giugno 2019
    Prezzo: 40,00 -5% 38,00 €
    La monografia verte sulla competitività nel concordato preventivo e, in particolare, sugli istituti delle proposte e delle offerte concorrenti, alla luce tanto della c.d. "miniriforma" del 2015 quanto del nuovo codice della crisi d'impresa e dell'insolvenza. Muovendo dall'enucleazione degli interessi protetti e delle finalità della disciplina (migliorare il recovery ratio e incentivare il mercato dei distressed assets), vengono affrontati tutti i principali snodi problematici e... (continua)
  • Il nuovo codice della crisi d'impresa e dell'insolvenza

    Editore: Giuffrè
    Collana: Speciali. Il civilista
    Pagine: 98
    Data di pubblicazione: aprile 2019
    Prezzo: 19,00 -5% 18,05 €
    Il decreto legislativo 12 gennaio 2019, n. 14, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 14 febbraio 2019, n. 38 ed emanato in attuazione della legge delega n. 155/2017, racchiude il Codice della crisi di impresa e dell'insolvenza, destinato a soppiantare definitivamente il R.D. 16 marzo 1942, n. 267, il quale conteneva la "Disciplina del fallimento, del concordato preventivo, dell'amministrazione controllata e della liquidazione coatta amministrativa". L'autore continua l'analisi del nuovo... (continua)
  • Imprenditore agricolo professionale (IAP) società agricola e agriturismo

    Pagine: 504
    Data di pubblicazione: giugno 2019
    Prezzo: 52,00 -5% 49,40 €
    Il volume intende fare il punto ed analizzare il complesso delle attività produttive di reddito agrario - compresi agriturismo, vendita diretta e società agricole - esaminando gli aspetti civilistici, gli adempimenti amministrativi, la gestione pratica e la disciplina fiscale, che in questo settore è particolarmente intricata e spesso fonte di dubbi interpretativi. Un ricco formulario online, con oltre 50 schemi di atti e facsimile personalizzabili, è scaricabile... (continua)