Brocardi.it - L'avvocato in un click! CHI SIAMO   CONSULENZA LEGALE

Articolo 704 Codice di procedura civile

(R.D. 28 ottobre 1940, n. 1443)

Domande di provvedimento possessorio nel corso di giudizio petitorio

Dispositivo dell'art. 704 Codice di procedura civile

Ogni domanda relativa al possesso [c.c. 1140], per fatti che avvengono durante la pendenza (1) del giudizio petitorio (2), deve essere proposta davanti al giudice di quest'ultimo (3).

La reintegrazione del possesso può essere tuttavia domandata al giudice competente a norma dell'articolo 703, il quale dà i provvedimenti temporanei indispensabili e rimette le parti davanti al giudice del petitorio (4).

Note

(1) Anche tale norma è stata modificata dalla legge di riforma del 2005. In seguito a tale modifica, la disposizione da un lato permette di proporre davanti al giudice petitorio qualunque domanda relativa al possesso cha abbia ad oggetto fatti che si siano verificati dopo la proposizione della domanda petitoria, e cioè durante la pendenza del giudizio petitorio, dall'altro ribadisce la competenza del giudice possessorio ai sensi dell'art. 703 in ordine alle azioni possessorie.
(2) Il giudizio petitorio consiste nel giudizio che viene promosso da colui che si ritiene titolare del diritto di proprietà o di altro diritto reale di godimento sulla cosa oggetto della tutela possessoria. Sono azioni a difesa della proprietà, denominate azioni petitorie l'azione di rivendica, l'azione negatoria, l'azione di regolamento di confini e quella di apposizione di termini.
(3) Si tratta dell'ufficio giudiziario che viene individuato sulla base delle norme dettate in tema competenza per valore e per territorio.
(4) Tale comma è stato così sostituito dall'art. 109, d.lgs. 19-2-1998, n. 51, a decorrere dal 2-6-1999. Il testo previgente, in vigore fino all'1-6-1999, così disponeva: «Può essere tuttavia domandata al pretore la reintegrazione del possesso; in tale caso il pretore dà i provvedimenti temporanei indispensabili e rimette le parti davanti al giudice del petitorio».

Ratio Legis

La norma tende a garantire alla vittima dello spoglio o della turbativa una efficace e rapida tutela contro gli atti lesivi del possesso.

Brocardi

Ius possessionis
Ius possidendi

Massime relative all'art. 704 Codice di procedura civile

Cass. civ. n. 810/2014

L'art. 704 cod. proc. civ., devolvendo la competenza per la domanda possessoria al giudice del giudizio petitorio, deroga alla regola generale della competenza in materia possessoria e non è applicabile, quindi, oltre i casi in esso considerati, che presuppongono la connessione oggettiva delle due cause, l'anteriorità del giudizio petitorio rispetto all'accadimento dei fatti dedotti come lesivi del possesso e l'identità soggettiva delle parti, la quale ricorre quando tutte le parti del giudizio possessorio siano presenti nel giudizio petitorio, essendo irrilevante soltanto che a quest'ultimo partecipino anche altri soggetti.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli € 29,90

N.B.: una volta effettuato il pagamento sarà possibile inviare documenti o altro materiale relativo al quesito posto; indicazioni sulle modalità dell'invio verranno fornite via email.

SEI UN AVVOCATO?
AFFIDA A NOI LE TUE RICERCHE!

Sei un professionista e necessiti di una ricerca giuridica su questo articolo? Un cliente ti ha chiesto un parere su questo argomento o devi redigere un atto riguardante la materia?
Inviaci la tua richiesta e ottieni in tempi brevissimi quanto ti serve per lo svolgimento della tua attività professionale!

Testi per approfondire questo articolo

  • I procedimenti possessori. Artt. 703-705 cod. civ. artt. 1168-1170 cod. civ. (ne cives ad arma ruant)

    Editore: Giuffrè
    Collana: Itinerari nel processo civile
    Data di pubblicazione: luglio 2009
    Prezzo: 25,00 -5% 23,75 €

    L'opera ricostruisce le tappe che hanno cadenzato le vicende dei procedimenti possessori e indica, sul piano teorico, le soluzioni più probabili alle novità introdotte, ripercorrendo, alla luce del nuovo testo, la vecchia giurisprudenza in maniera "ragionata".
    Accanto agli inquadramenti teorici offre, inoltre, una serie di soluzioni operative ai problemi per così dire "pratici", con indicazione delle soluzioni proposte dalla giurisprudenza che comincia a formarsi,... (continua)

  • I procedimenti possessori. Con CD-ROM

    Editore: Zanichelli
    Collana: Dottrina Casi Sistemi
    Pagine: 656
    Data di pubblicazione: novembre 2015
    Prezzo: 130,00 -5% 123,50 €

    La disciplina dei procedimenti possessori, già presente nell’originaria formulazione degli artt. 703-705 del codice di procedura civile del 1942, è stata interessata – nel giro di pochi anni – da due successivi interventi del legislatore: nel 1990 e nel 2005.

    Il primo intervento, reso necessario dall’introduzione (negli artt. 669 bis e ss.) di un procedimento cautelare uniforme, aveva dato vita ad un ampio dibattito dottrinale e... (continua)