Brocardi.it - L'avvocato in un click! CHI SIAMO   CONSULENZA LEGALE

Dizionario Giuridico

Rimessione

Che cosa significa "Rimessione"?

Il legislatore utilizza questo termine per indicare l'atto con cui si determina lo spostamento del processo dinnanzi ad altro giudice, per ragioni di competenza o attribuzione (come nel caso della ripartizione delle cause tra giudice collegiale e monocratico). Si ha rimessione, ad esempio, nel caso di accertamenti incidentali (art. 34 del c.p.c.); eccezione di compensazione (art. 35 del c.p.c.); controllo del collegio sulle ordinanze (art. 178 del c.p.c.); rimessione al primo giudice (artt. 353 e 354 c.p.c.); presentazione della querela di falso nel giudizio innanzi al giudice di pace (il tribunale ha competenza ratione materiae per la querela di falso, art. 313 del c.p.c.).

"Rimessione" nelle consulenze legali

Vedi tutte le consulenze

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli € 29,90

N.B.: una volta effettuato il pagamento sarà possibile inviare documenti o altro materiale relativo al quesito posto; indicazioni sulle modalità dell'invio verranno fornite via email.