Brocardi.it - L'avvocato in un click! CHI SIAMO   CONSULENZA LEGALE

Articolo 697 Codice di procedura civile

(R.D. 28 ottobre 1940, n. 1443)

[Aggiornato al 18/04/2019]

Provvedimenti in caso di eccezionale urgenza

Dispositivo dell'art. 697 Codice di procedura civile

In caso di eccezionale urgenza (1), il presidente del tribunale, [il pretore] (2) o il giudice di pace (3) può pronunciare i provvedimenti indicati negli articoli 694 e 695 con decreto, dispensando il ricorrente dalla notificazione alle altri parti; in tal caso può (4) nominare un procuratore, che intervenga per le parti non presenti all'assunzione della prova.

Non oltre il giorno successivo, a cura del cancelliere, deve essere fatta notificazione immediata del decreto alle parti non presenti all'assunzione.

Note

(1) La valutazione in ordine alla sussistenza del requisito dell'eccezionale urgenza viene rimessa alla discrezionalità del giudice.
(2) Le parole nelle parentesi quadra sono state soppresse ai sensi dell'art. 104, d.lgs. 19-2-1998, n. 51, con decorrenza dal 2-6-1999.
(3) La previgente espressione "conciliatore" deve intendersi sostituita dalle parole "il giudice di pace" ai sensi dell'art. 39, l. 21-11-1991, n. 374.
(4) Nel caso in cui il giudice ritenga sussistente l'eccezionale urgenza dispone l'assunzione della prova con decreto. Tuttavia, il ricorrente non è tenuto a notificarlo alle altre parti, mentre sarà il cancelliere a dovere notificare in ogni caso notificare il decreto alle parti non presenti, non presenti, non oltre il giorno successivo all'assunzione delle prove. Diversamente, il giudice ha la facoltà (e non l'obbligo) di nominare alle parti non presenti alla assunzione della prova un procuratore.

Ratio Legis

L'articolo in commento trova applicazione nell'ipotesi in cui sussiste un'eccezionale urgenza per l'assunzione della prova richiesta, senza la preventiva convocazione delle altre parti la quale potrebbe essere di ostacolo alla materiale possibilità di assunzione, come ad esempio può accadere nel caso in cui le persone chiamate a testimoniare versino in grave pericolo di vita.

Massime relative all'art. 697 Codice di procedura civile

Cass. civ. n. 1920/1993

Nel procedimento di istruzione preventiva, che si svolga per ragioni d'urgenza inaudita altera parte, l'onere delle spese, anche con riguardo al procuratore che venga nominato d'ufficio a tutela della parte non presente (art. 697 c.p.c.), deve gravare sul richiedente, quale soggetto interessato, salvo restando il successivo regolamento delle spese medesime.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli € 29,90

N.B.: una volta effettuato il pagamento sarà possibile inviare documenti o altro materiale relativo al quesito posto; indicazioni sulle modalità dell'invio verranno fornite via email.

SEI UN AVVOCATO?
AFFIDA A NOI LE TUE RICERCHE!

Sei un professionista e necessiti di una ricerca giuridica su questo articolo? Un cliente ti ha chiesto un parere su questo argomento o devi redigere un atto riguardante la materia?
Inviaci la tua richiesta e ottieni in tempi brevissimi quanto ti serve per lo svolgimento della tua attività professionale!

Testi per approfondire questo articolo

  • Diritto processuale cautelare

    Data di pubblicazione: giugno 2015
    Prezzo: 92,00 -5% 87,40 €

    Il volume propone l'analisi, rinnovata ed ampliata, del rito cautelare uniforme, ossia del bacino di norme dedicate dal codice di procedura civile al regime processuale delle domande cautelari civili. L'opera costituisce la più analitica e diffusa trattazione del rito cautelare civile, di cui ogni singolo snodo - dalla proposizione della domanda sino all'attuazione del provvedimento cautelare - è trattato dall'autore sistematicamente con l'analisi critica di tutta la dottrina... (continua)