Brocardi.it - L'avvocato in un click! CHI SIAMO   CONSULENZA LEGALE

Articolo 673 Codice civile

(R.D. 16 marzo 1942, n. 262)

Perimento della cosa legata. Impossibilitą della prestazione

Dispositivo dell'art. 673 Codice civile

Il legato non ha effetto se la cosa legata è interamente (1) perita (2) durante la vita del testatore [651 c.c.].

L'obbligazione dell'onerato si estingue se, dopo la morte del testatore, la prestazione è divenuta impossibile per causa a lui non imputabile (3) [1256 ss. c.c.].

Note

(1) Ove il bene sia perito parzialmente, resta dovuta la parte che non sia andata distrutta.
(2) Al perimento viene equiparato lo smarrimento. In tal caso l'onerato si ritiene abbia l'obbligo di attivarsi al fine di rinvenire il bene legato.
(3) Ove il perimento dipenda da colpa dell'onerato, questo è tenuto al risarcimento del danno (v. art. 1218 del c.c.).

Ratio Legis

Il fondamento della norma si sintetizza nell'espressione "res perit domino": il rischio del perimento della cosa grava sul proprietario del bene. In caso di acquisto a titolo derivativo tale rischio è sopportato dall'acquirente, se l'evento si produce dopo che quest'ultimo abbia acquistato la proprietà della cosa stessa.

Brocardi

Ea, quae dari impossibilia sunt, vel quae in rerum natura non sunt, pro non adiectis habentur

Relazione al Codice Civile

(Relazione del Ministro Guardasigilli Dino Grandi al Codice Civile del 4 aprile 1942)

324 Il testo precedente (art. 219) disciplinava soltanto una delle ipotesi d'impossibilitą di adempimento: quella derivante dal perimento della cosa legata. Per le altre ipotesi avrebbero indubbiamente soccorso i principi generali in materia. Tuttavia il sistema non era coerente; infatti o bisognava, tacendo, rinviare ai principi generali anche per il perimento o si doveva dettare qui una regola che valesse per tutti i casi. A tale fine risponde il nuovo testo (art. 673 del c.c.), coordinato anche nella formulazione con l'art. 1218 del c.c. che pone un principio comune per l'inadempimento delle obbligazioni.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli € 29,90

N.B.: una volta effettuato il pagamento sarà possibile inviare documenti o altro materiale relativo al quesito posto; indicazioni sulle modalità dell'invio verranno fornite via email.

SEI UN AVVOCATO?
AFFIDA A NOI LE TUE RICERCHE!

Sei un professionista e necessiti di una ricerca giuridica su questo articolo? Un cliente ti ha chiesto un parere su questo argomento o devi redigere un atto riguardante la materia?
Inviaci la tua richiesta e ottieni in tempi brevissimi quanto ti serve per lo svolgimento della tua attività professionale!

Testi per approfondire questo articolo

  • Revoca del legato mediante alienazione e interpretazione della volontą

    Collana: Quaderni della Rassegna di dirit. civile
    Pagine: 112
    Data di pubblicazione: giugno 2014
    Prezzo: 15 €
    Categorie: Il legato

    Il contributo analizza la revoca testamentaria nella più ampia prospettiva della diffusa, quanto discutibile, tassonomia tra atti mortis causa e atti inter vivos, altresì indagando i profili dell'oggetto della sua operatività (ribadendo la definitività e la precettività del testamento e gli equivoci concettuali troppo spesso non denunciati), le modalità di produzione degli effetti e la qualificazione in termini di negozialità, provvedendosi... (continua)