Brocardi.it - L'avvocato in un click! CHI SIAMO   CONSULENZA LEGALE

Articolo 2015 Codice civile

(R.D. 16 marzo 1942, n. 262)

Cessione del titolo all'ordine

Dispositivo dell'art. 2015 Codice civile

L'acquisto di un titolo all'ordine con un mezzo diverso dalla girata (1) produce gli effetti della cessione [1264, 1265] (2).

Note

(1) Si tratta della c.d. circolazione impropria che si verifica, ad esempio, in caso di successione ereditaria (456 ss. c.c.).
(2) Viene meno, tra gli altri, il principio di autonomia (1993, 2, 1994 c.c.) ed al cessionario possono essere opposte le medesime eccezioni opponibili al cedente.

Ratio Legis

Nel caso in cui il trasferimento del titolo di credito avvenga senza rispettare le norme dettate specificamente dal codice 2008 c.c., non possono sussistere i medesimi benefici che deriverebbero se si fosse rispettata tale disciplina.

Spiegazione dell'art. 2015 Codice civile

I casi di trasferimenti di diritto comune in materia cambiaria…

L'art. 25, to comma Legge camb., in collegamento col precedente art. 24, prevede la figura della cessione della cambiale, e la disciplina, disponendo che « con la cessione della cambiale, sia derivante da una girata fatta posterior­mente al protesto per mancato pagamento o dopo spirato il termine per levare protesto, sia derivante da atto separato ancorché anteriore alla scadenza, si trasmettono al cessionario tutti i diritti cambiari del cedente, ma egli resta soggetto alle eccezioni opponibili a questo ». E la nostra dottrina cambiarla più recente e autorevole ha inquadrato tali fattispecie fra i casi di trasferimenti di diritto comune, contrapponendo questi alla circolazione cartolare in senso proprio, e comprendendovi i seguenti ulteriori casi principali:
1) Assegnazione giudiziale (artt. 619-620 Cod. proc. civ. del 1865, e 505, 529, 2 comma, e 530);
2) Surrogazione (artt. 1251 e segg. Cod. civ. del 1865; e 1201 e segg. nuovo Cod. civ.);
3) Successione universale, sia ereditaria sia per fusione di società.


… e in materia di titoli all'ordine in generale

Ora, in via di esclusione, e con formula amplissima e comprensiva di tutti i casi ricorrenti nel sistema giuridico vigente, — l'art. 2015 nuovo Cod. civ., mentre identifica nella girata l'unico mezzo di circolazione cartolare dei titoli all'ordine, — classifica fra i modi di trasferimento di diritto comune quelli che siano « diversi dalla medesima girata ».


Effetti di tali trasferimenti

Ed a questi ultimi il cit. art. 2015 attribuisce categoricamente «gli atti dalla cessione », che, come si è bene osservato in materia cambiaría, « sostanzialmente si concretano nella opponibilità all'acquirente delle eccezioni op­ponibili al dante causa, opponibilità che sussiste nelle varie figure di circolazione di diritto comune, e viene meno, invece, nella circolazione cartolare, che é sicura manifestazione della mancanza di autonomia del diritto dell'acquirente. Sempre in materia cambiaria, sono state altresì rilevate le seguenti ».


Sempre in materia cambiaria, sono rilevate le seguenti differenze fra girata e cessione, che sono riferibili ai titoli all'ordine. In generale_
1) « Dal punto di vista della forma, la girata deve essere scritta sul títolo, altrimenti è inesistente; mentre la cessione può essere scritta anche lai foglio separato.... ». Tuttavia, rispetto alla cambiale, si è avvertito che la forma non è decisiva, perché essa « può conservare il tipo cambiario anche in assenza della produzione degli effetti della circolazione. Cosi accade per la girata posteriore al protesto o alla scadenza del termine per il protesto, girata che produce solo gli effetti di una cessione ordinaria (artt. 24, comma 1, e 102, comma 1) ».

2) « Dal punto di vista dell’efficacia tra le parti e rispetto ai terzi, la girata si perfeziona con la consegna del titolo dal girante al giratario, e produce da questo momento tutti i suoi effetti…; mentre la cessione si perfezione tra cedente e cessionario, col solo consenso…., ma non produce effetti di fronte al debitore ceduto se non dal momento della notificazione che gli venga fatta o dell’accettazione che egli ne faccia ».

Relazione al Codice Civile

(Relazione del Ministro Guardasigilli Dino Grandi al Codice Civile del 4 aprile 1942)

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli € 29,90

N.B.: una volta effettuato il pagamento sarà possibile inviare documenti o altro materiale relativo al quesito posto; indicazioni sulle modalità dell'invio verranno fornite via email.

SEI UN AVVOCATO?
AFFIDA A NOI LE TUE RICERCHE!

Sei un professionista e necessiti di una ricerca giuridica su questo articolo? Un cliente ti ha chiesto un parere su questo argomento o devi redigere un atto riguardante la materia?
Inviaci la tua richiesta e ottieni in tempi brevissimi quanto ti serve per lo svolgimento della tua attività professionale!

Testi per approfondire questo articolo

  • Commentario del codice civile. Delle promesse unilaterali, dei titoli di credito. Artt. 1987- 2027. Leggi collegate

    Pagine: 672
    Data di pubblicazione: novembre 2015
    Prezzo: 100,00 -5% 95,00 €

    Il volume "Dei titoli di credito", coordinato dal prof. Raffaele Lener, è un autorevole commento, articolo per articolo, alla disciplina codicistica regolata dagli artt. 1992- 2027 e alle disposizioni di riferimento contenute nel Testo Unico della Finanza. Nell'opera il professionista trova un'analisi approfondita delle disposizioni di ciascun articolo del codice civile, unitamente ad una panoramica degli spunti più interessanti per la pratica professionale offerti dalla... (continua)

  • I titoli all'ordine. Artt. 2008-2020

    Editore: Giuffrè
    Collana: Il codice civile. Commentario
    Data di pubblicazione: gennaio 2014
    Prezzo: 50,00 -5% 47,50 €
    Categorie: Titoli di credito

    La terza edizione del volume del "Commentario" dedicato ai titoli all'ordine, pubblicata a quasi un decennio di distanza dalla precedente e dalla scomparsa del suo autore, si è resa opportuna soprattutto per poter dar conto, da un lato, delle modifiche normative correlate nel frattempo intervenute (si pensi ad esempio alla riforma della disciplina antiriciclaggio e di quella in materia di cambiali finanziarie) e, all'altro, della naturale evoluzione del dibattito dottrinale e degli... (continua)

  • Commentario breve al diritto delle cambiali, degli assegni e di altri strumenti di credito e mezzi di pagamento

    Editore: CEDAM
    Data di pubblicazione: novembre 2013
    Prezzo: 130,00 -5% 123,50 €
    Categorie: Titoli di credito

    La nuova edizione del commentario è stata profondamente riscritta ed ampliata:

    - revisionati profondamente i commenti della PARTE I, dedicata alla CAMBIALE (Regio decreto 14 dicembre 1933, n.1669, Modificazioni alle norme sulla cambiale e sul vaglia cambiario), cambiale tratta garantita mediante cessione di credito derivante da forniture, cambiale agraria e cambiale pesca, grazie all’entrata di nuovi autori e di nuovi punti di vista sulla materia;

    - interamente... (continua)

  • L'assegno e la cambiale. Con CD-ROM

    Autore: Cirillo Bruno
    Collana: Casi risolti nel diritto
    Pagine: 308
    Data di pubblicazione: marzo 2013
    Prezzo: 32,00 -5% 30,40 €
    Categorie: Assegno, Cambiale

    L'opera, con formulario e giurisprudenza, affronta le tematiche relative alla gestione dell'assegno e della cambiale con dettaglio e specificità. Nello scenario attuale, quale quello della crisi aziendale e delle difficoltà nel reperimento di fonti di liquidità, diventa quanto mai attuale questo approfondimento incentrato sui titoli di credito, dal momento che l'assegno rappresenta, ancora oggi, un diffusissimo strumento di pagamento e la cambiale assolve ad una... (continua)

  • Trattato di diritto civile [vol. 3]

    Editore: CEDAM
    Data di pubblicazione: dicembre 2014
    Prezzo: 90,00 -5% 85,50 €

    Aggiornamento a cura di Nadia Zorzi Galgano

    La nuova edizione del Trattato, mantiene la tanto apprezzata impostazione delle precedenti edizioni con una completa trattazione dell’intero diritto civile e commerciale.

    L'opera è un autorevole strumento destinato ai professionisti del diritto – docenti, avvocati, magistrati, notai – oltre che ai laureati che si accingono ad affrontare gli esami di ammissione alle relative carriere.

    L’obiettivo... (continua)