Brocardi.it - L'avvocato in un click! CHI SIAMO   CONSULENZA LEGALE

Dizionario Giuridico

Cauzione di buona condotta

Che cosa significa "Cauzione di buona condotta"?

È una misura di sicurezza patrimoniale, che prevede il deposito presso la Cassa delle ammende di una somma non inferiore a euro 103,29, né superiore a euro 2.065,83 (art. 237 del c.p.), oppure la prestazione di una garanzia mediante ipoteca o fideiussione solidale.
Possono usufruire di questa misura:
- i liberati dalla casa di lavoro o dalla colonia agricola, se il giudice non ordina la libertà vigilata;
- i trasgressori degli obblighi della libertà vigilata;
- i trasgressori del divieto di frequentare osterie e spacci di bevande alcooliche.
Se colui che è sottoposto alla misura commette un delitto o una contravvenzione punibile con arresto, la cauzione di buona condotta è devoluta alla cassa delle ammende; altrimenti, essa viene restituita.
La durata della misura di sicurezza non può essere inferiore a un anno, né superiore a cinque.

"Cauzione di buona condotta" nelle consulenze legali

Vedi tutte le consulenze

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli € 29,90

N.B.: una volta effettuato il pagamento sarà possibile inviare documenti o altro materiale relativo al quesito posto; indicazioni sulle modalità dell'invio verranno fornite via email.