Brocardi.it - L'avvocato in un click! CHI SIAMO   CONSULENZA LEGALE

Dizionario Giuridico

Diritto di ritenzione

Che cosa significa "Diritto di ritenzione"?

È il diritto previsto a favore del creditore di trattenere presso di sé una cosa che dovrebbe restituire al proprietario, fino a che questi, che è suo debitore, non adempia la prestazione. In tal modo, il debitore è indotto ad eseguire quanto dovuto se vuole tornare in possesso del bene.
Il diritto di ritenzione è un diritto accessorio connesso a un credito, che il legislatore ritenga di voler tutelare in modo particolare. E' previsto solo nei casi tassativamente indicati dalla legge.
Ad esempio, il possessore di buona fede può ritenere la cosa finché non gli siano corrisposte le indennità dovute a titolo di rimborso per riparazioni e miglioramenti apportati alla cosa (art. 1152 del c.c.).

"Diritto di ritenzione" nelle consulenze legali

Vedi tutte le consulenze

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli € 29,90

N.B.: una volta effettuato il pagamento sarà possibile inviare documenti o altro materiale relativo al quesito posto; indicazioni sulle modalità dell'invio verranno fornite via email.