Brocardi.it - L'avvocato in un click! CHI SIAMO   CONSULENZA LEGALE

Articolo 64 Codice penale

(R.D. 19 ottobre 1930, n. 1398)

Aumento di pena nel caso di una sola circostanza aggravante

Dispositivo dell'art. 64 Codice penale

Quando ricorre una circostanza aggravante, e l'aumento di pena non è determinato dalla legge, è aumentata fino a un terzo la pena che dovrebbe essere inflitta per il reato commesso [132 2].

Nondimeno, la pena della reclusione da applicare per effetto dell'aumento non può superare gli anni trenta(1).

Note

(1) Qualora la sanzione prevista sia l'ergastolo, l'eventuale presenza di circostanze aggravanti non comporta un aumento della pena, essendo già stata comminata nel suo massimo.

Ratio Legis

La norma risponde all'esigenza di disciplinare i casi in cui l'aumento di pena per una aggravante non sia espressamente determinato dalla legge.

Spiegazione dell'art. 64 Codice penale

Il codice penale prevede espressamente ipotesi in cui l'aumento di pena conseguente al riconoscimento di circostanze aggravanti specifiche è direttamente quantificato dalla elegge (ad es. 583).

Nel caso opposto in cui l'aumento per l'aggravante non è determinato dalla legge, la pena prevista per il reato commesso è aumentata fino a un terzo.
Il giudice dovrà dunque dapprima determinare a sua discrezione la pena per il reato principale, per poi aumentare quest'ultima fino a un terzo.

La norma in esame specifica inoltre che in nessun caso la pena, per effetto dell'aumento di cui sopra, può superare il limite dei trent'anni di reclusione.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli € 29,90

N.B.: una volta effettuato il pagamento sarà possibile inviare documenti o altro materiale relativo al quesito posto; indicazioni sulle modalità dell'invio verranno fornite via email.

Testi per approfondire questo articolo