Brocardi.it - L'avvocato in un click! CHI SIAMO   CONSULENZA LEGALE

Articolo 334 bis Codice di procedura penale

(D.P.R. 22 settembre 1988, n. 477)

Esclusione dell'obbligo di denuncia nell'ambito dell'attività di investigazioni difensiva

Dispositivo dell'art. 334 bis Codice di procedura penale

(1) 1. Il difensore e gli altri soggetti di cui all'articolo 391bis non hanno obbligo di denuncia neppure relativamente ai reati dei quali abbiano avuto notizia nel corso delle attività investigative da essi svolte.

Note

(1) Il presente articolo è stato aggiunto dall'art. 8, della l. 7 dicembre 2000, n. 397.

Ratio Legis

Tale norma trova la propria ratio nella finalità di non limitare la possibilità di iniziativa investigativa del difensore.

Spiegazione dell'art. 334 bis Codice di procedura penale

Al fine di non compromettere l'attività difensiva, ma soprattutto al fine di non rendere vano il rapporto di fiducia ed etico-professionale tra il difensore e il proprio assistito, la norma in oggetto stabilisce la mancanza dell'obbligo di denuncia per il difensore, il suo sostituto, gli eventuali investigatori privati autorizzati ed i consulenti tecnici dallo stesso assunti.

Per tali soggetti l'obbligo non scatta nemmeno nel caso in cui apprendano notizie di reato nel corso delle indagini da loro svolte, anche con riferimento a soggetti diversi, dato che sussiste comunque il pericolo di compromettere la posizione del proprio assistito.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli € 29,90

N.B.: una volta effettuato il pagamento sarà possibile inviare documenti o altro materiale relativo al quesito posto; indicazioni sulle modalità dell'invio verranno fornite via email.

Testi per approfondire questo articolo

  • Le indagini atipiche

    Collana: Leggi penali tra regole e prassi
    Data di pubblicazione: dicembre 2014
    Prezzo: 55 €

    Si diffondono metodi investigativi ignoti alla disciplina o derivanti da previsioni affette da un alto deficit di determinatezza; sono interventi affilati e notevolmente cresciuti, in parallelo allo sviluppo tecnologico. Ma non è detto che ogni manovra inquirente è legittima sol perché manca un divieto specifico; può darsi che il limite stia nei diritti inviolabili della persona. In ogni caso, anche laddove essa è consentita si tratta di capire se le... (continua)