Brocardi.it - L'avvocato in un click! CHI SIAMO   CONSULENZA LEGALE

Articolo 72 Codice di procedura penale

(D.P.R. 22 settembre 1988, n. 477)

[Aggiornato al 30/10/2020]

Revoca dell'ordinanza di sospensione

Dispositivo dell'art. 72 Codice di procedura penale

1. Allo scadere del sesto mese dalla pronuncia dell'ordinanza di sospensione del procedimento, o anche prima quando ne ravvisi l'esigenza, il giudice dispone ulteriori accertamenti peritali sullo stato di mente dell'imputato [312 ss. c.p.p.]. Analogamente provvede a ogni successiva scadenza di sei mesi, qualora il procedimento non abbia ripreso il suo corso.

2. La sospensione è revocata con ordinanza non appena risulti che lo stato mentale dell'imputato ne consente la cosciente partecipazione al procedimento ovvero che nei confronti dell'imputato deve essere pronunciata sentenza di proscioglimento [529-532 c.p.p.] o di non luogo a procedere [425 c.p.p.].

Spiegazione dell'art. 72 Codice di procedura penale

L'ordinanza di sospensione di cui all'articolo 71 può essere immediatamente revocata non appena si accerti che lo stato mentale dell'imputato ne consente la cosciente partecipazione al procedimento, oppure nn appena si accerti che debba essere emessa sentenza di non luogo a procedere o di proscioglimento ex art. 129, nel caso in cui durante la sospensione, come disposto dall'articolo 70, comma 2, siano state acquisite prove che portino al proscioglimento dell'imputato quando è evidente che il fatto non sussiste, che l'imputato non lo ha commesso o che il fatto non costituisce reato.

Gli accertamenti di cui sopra vanno compiuti di regola ogni sei mesi, ma nulla vieta che possano essere compiuti anche in un minor lasso di tempo, ogni volta che risulti che l'imputato ha per così dire riacquistato lucidità, e può pertanto correttamente esercitare i propri diritti e le proprie facoltà processuali.

Massime relative all'art. 72 Codice di procedura penale

Cass. pen. n. 8302/1995

L'art. 72 c.p.p. dispone che le verifiche periodiche sullo stato di mente dell'imputato, già ritenuto processualmente incapace, siano eseguite mediante «ulteriori accertamenti peritali». Coordinando tale locuzione con il tenore dei precedenti artt. 70 e 71, il primo dei quali, sotto la rubrica «accertamenti sulla capacità dell'imputato», prevede che il giudice all'occorrenza disponga «perizia», mentre il secondo testualmente si riferisce agli «accertamenti previsti dall'art. 70» (mediante perizia), nessun dubbio può sussistere sul fatto che gli «accertamenti peritali» prescritti dall'art. 72 (evidentemente «ulteriori» rispetto a quelli espletati ex art. 70) debbano essere disposti nelle forme e con le garanzie tipiche della perizia in senso tecnico, quale disciplinata dagli artt. 220 ss. c.p.p., nessun altro significato potendosi dare all'espressione «accertamenti peritali» usata nel codice di rito penale e dovendosi, in particolare, escludere che i predetti accertamenti possano consistere nella mera, unilaterale richiesta di informazioni ad organi od uffici della P.A. L'omissione delle forme e garanzie tipiche della perizia in senso tecnico determina una nullità che - in quanto concernente l'osservanza di disposizione relativa all'intervento (ovvero alla partecipazione) dell'imputato al giudizio, con le connesse facoltà di auto-difesa - va ricondotta alla tipologia delle nullità d'ordine generale a regime intermedio, ex artt. 178, lett. c), e 180 c.p.p.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.

Testi per approfondire questo articolo

  • L'imputato presente al processo. Una ricostruzione sistematica

    Autore: Negri Daniele
    Editore: Giappichelli
    Collana: Procedura penale. Studi
    Data di pubblicazione: ottobre 2014
    Prezzo: 39,00 -5% 37,05 €
    Categorie: Imputato

    La presenza personale dell'imputato nel processo è uno dei problemi di più difficile sistemazione entro le coordinate dello Stato di diritto. A partire dalla considerazione secondo cui, dietro lo schermo della contumacia, il processo penale italiano è riuscito a dissimulare per secoli l'autentica questione di fondo, lo studio ne indaga gli aspetti essenziali con riguardo sia al diritto dell'imputato ad essere presente, mettendo in luce i motivi della sua tutela... (continua)

  • Essere pericolosi. Giudizi soggettivi e misure personali

    Editore: Giappichelli
    Collana: Itinerari di diritto penale
    Data di pubblicazione: settembre 2017
    Prezzo: 32,00 -5% 30,40 €
    Categorie: Imputato
    Dove va il diritto penale, quali sono i suoi itinerari attuali e le sue prevedibili prospettive di sviluppo? Ipertrofia e diritto penale minimo, affermazione simbolica di valori ed efficienza utilitaristica, garantismo individuale e funzionalizzazione politico-criminale nella lotta alle forme di criminalità sistemica, personalismo ed esigenze collettive, sono soltanto alcune delle grandi alternative che l'attuale diritto penale della transizione si trova, oggi più di ieri, a... (continua)
  • L' imputazione e le sue vicende

    Editore: Giuffrè
    Collana: Trattato di procedura penale
    Data di pubblicazione: aprile 2016
    Prezzo: 52,00 -5% 49,40 €
    Categorie: Imputato
  • Il processo penale contro l'imputato irreperibile

    Collana: Univ. Firenze-Dip. scienze giuridiche
    Pagine: 248
    Data di pubblicazione: novembre 2015
    Prezzo: 26 €
    Categorie: Imputato

    La legge 28 aprile 2014, n. 67 ha inciso profondamente su alcuni snodi centrali del processo penale. La riforma più importante ha eliminato la contumacia e ha creato due nuovi istituti: la sospensione del processo per irreperibilità dell'imputato e l'assenza "consapevole". Il volume delinea i tratti principali degli istituti e affronta le più importanti questioni relative alla disciplina del processo penale contro l'imputato irreperibile. Alla ricostruzione... (continua)

  • Appunti di diritto penale
    L'imputabilità

    Editore: Giappichelli
    Pagine: 160
    Data di pubblicazione: ottobre 2013
    Prezzo: 16 €
    Categorie: Imputato

    Questo scarno libretto dice subito ciò che l'autore vuole che sia detto. Sin dalle prime righe ne è enunciato il filo conduttore: l'idea, anzi, per motivi etico-sociali, l'esigenza, di predicibilità del diritto. Come dire, la necessità di un scrittura delle regole che consenta, nei limiti del possibile, una sicura guida dell'azione: il diritto strutturalmente non identificabile con il comando diventa, in quanto realizzazione nei fatti di giustizia retributiva,... (continua)