Brocardi.it - L'avvocato in un click! CHI SIAMO   CONSULENZA LEGALE

Articolo 2649 Codice civile

(R.D. 16 marzo 1942, n. 262)

[Aggiornato al 30/06/2020]

Cessione dei beni ai creditori

Dispositivo dell'art. 2649 Codice civile

Deve essere trascritta, qualora comprenda beni immobili, la cessione che il debitore fa dei suoi beni ai creditori, perché questi procedano alla liquidazione dei medesimi e alla ripartizione del ricavato [1977 ss., 2687; 225 disp. att., 231 disp. att.].

Non hanno effetto, rispetto ai creditori, le trascrizioni o iscrizioni di diritti acquistati verso il debitore, se eseguite dopo che la cessione è stata trascritta [507, 509, 2644, 2650, 2687, 2913; 231 disp. att.](1).

Note

(1) Secondo l'opinione prevalente la trascrizione della bonorum cessio costituisce elemento indispensabile ai fini dell'insorgenza del vincolo reale di indisponibilità sui beni oggetto della cessione. Prima di quel momento, invece, l'efficacia sarebbe meramente interna tra debitore e creditori.

Ratio Legis

L'articolo in esame produce un effetto di pubblicità notizia: permette cioè ai terzi di venire a conoscenza del vincolo di indisponibilità gravante sugli immobili ceduti, attraverso la trascrizione dell'atto di cessione.

Spiegazione dell'art. 2649 Codice civile

Peculiarità della trascrizione della cessione dei beni ai creditori

Si è già più volte indicato quale posto occupi nel sistema di pubbli­cità, stabilito dal nuovo Codice civile, l'art. 2649. È uno dei casi in cui si tratta di stabilire il momento sino a cui sono fatti salvi gli acquisti dei terzi riguardo a dati beni immobili su i quali venga a gravare un vin­colo di indisponibilità. Altri casi sono quelli contemplati dall'art. 2647 già commentato. Nell'art. 2649 si tratta del vincolo dipendente dalla cessio bonorum vengono fatti salvi i diritti che i terzi abbiano trascritto o iscritto prima della trascrizione della cessione.

Anche la stessa disciplina della cessione dei beni ai debitori costituisce una novità legislativa (articoli 1977-1986). La legge sulle tasse di registro già faceva menzione di detto rapporto ; ma è soprattutto nella pratica giurisprudenziale che se ne erano delineati gli estremi. Qui giova ricordare che l'art. 1977 del Codice costruisce ora la cessione come un contratto di mandato irrevocabile : il debitore dà incarico ai creditori di liquidare le sue attività e di attuare il riparto in soddisfacimento dei crediti. In sé il contratto di cessione non importa il trasferimento della proprietà dei beni: questo seguirà come effetto della liquidazione e del riparto e da lì prenderà data come necessario modus adquirendi.

Ma non ciò interessa agli effetti dell'art. 2649, quanto il pregiudiziale e fondamentale effetto del contratto di cessione che im­porta la indisponibilità, da parte del debitore, dei beni ceduti (art. 1980 del c.c.). Ed. è la trascrizione del contratto con riguardo a questo suo effetto (vincolo di indisponibilità) che serve a stabilire il confine tra le ragioni dei terzi e quelle dei creditori. La previa trascrizione della cessione fa salvi i diritti dei creditori sui beni immobili ceduti nei confronti di ogni atto di disposizione compiuto dal debitore e non trascritto tempesti­vamente. Deve ritenersi che la cessione trascritta debba prevalere anche alle ipoteche legali e giudiziali iscritte successivamente.

Si ricorderà infine che possono invece agire esecutivamente anche sui beni ceduti i creditori anteriori alla cessione che non vi abbiano partecipato (art. 1930). Infatti la trascrizione della cessione non è in alcun modo costruita come una causa di prelazione in eccezione alle regole generali sulla responsabilità patrimoniale.

Relazione al Codice Civile

(Relazione del Ministro Guardasigilli Dino Grandi al Codice Civile del 4 aprile 1942)

1072 Una figura che, malgrado il silenzio della legge, ha avuto in pratica notevoli applicazioni è la così detta cessione dei beni ai creditori, la cui ammissibilità nel nostro ordinamento è stata riconosciuta specie in base alla menzione che ne fa la Legge sulle tasse di registro. Questo istituto è ora regolato dal nuovo codice (articoli 1977 - 1986) che, prendendo partito nella controversia agitata in dottrina e in giurisprudenza, lo, considera come un contratto che abilita i creditori a disporre dei beni ceduti, senza che ad essi sia trasferita la proprietà, e crea sui beni medesimi un vincolo di indisponibilità. Questa soluzione, alla quale la giurisprudenza era faticosamente arrivata ricostruendo l'istituto come un mandato assolutamente irrevocabile, doveva necessariamente trovare un addentellato in sede di trascrizione, per i casi in cui fra i beni ceduti vi fossero beni immobili. La trascrizione della cessione disposta dall'art. 2649 del c.c. serve a rendere inopponibili ai creditori gli atti di disposizione compiuti dal debitore e resi pubblici posteriormente. Il vincolo di indisponibilità è assoluto e incide non solo sulle alienazioni volontarie ma anche, ad esempio, sulle ipoteche legali e giudiziali iscritte dopo la trascrizione della cessione; il vincolo cede soltanto di fronte al pignoramento posto in essere da creditori anteriori alla cessione e che ad essa non hanno partecipato, dato che l'art. 1980 del c.c. fa salva a tali creditori l'azione esecutiva sui beni che formarono oggetto della cessione.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.

SEI UN AVVOCATO?
AFFIDA A NOI LE TUE RICERCHE!

Sei un professionista e necessiti di una ricerca giuridica su questo articolo? Un cliente ti ha chiesto un parere su questo argomento o devi redigere un atto riguardante la materia?
Inviaci la tua richiesta e ottieni in tempi brevissimi quanto ti serve per lo svolgimento della tua attività professionale!

Testi per approfondire questo articolo

  • La trascrizione immobiliare nell'attività notarile

    Editore: Aracne
    Collana: Diritto
    Pagine: 80
    Data di pubblicazione: dicembre 2013
    Prezzo: 28 €
    Categorie: Trascrizione, Notariato

    L'opera illustra l'istituto della trascrizione, la cui funzione tipica è quella di dirimere i conflitti fra più aventi causa dallo stesso autore e che perciò costituisce istituto cardine per la certezza dei traffici giuridici. La trattazione, arricchita da costanti riferimenti alla dottrina ed alla più recente giurisprudenza, analizza in maniera completa ed esaustiva i principi di carattere generale ed approfondisce, in particolare, gli aspetti notarili della... (continua)

  • Trattato della trascrizione
    Vol. II: La trascrizione delle domande giudiziali. Vol. III: Formalità e procedimento. Trascrizione mobiliare. Pubblicità. Intavolazione

    Pagine: 1144
    Data di pubblicazione: marzo 2014
    Prezzo: 130,00 -5% 123,50 €
    Categorie: Trascrizione

    Il Trattato delle Trascrizioni, diretto dal Prof. Gabrielli e dal Prof. Gazzoni, è strutturato in tre volumi: il primo (diviso in due tomi) in tema di trascrizione di atti e sentenze, il secondo sulle domande giudiziali e, infine, il terzo con scritti in materia di trascrizione di prestigiosi studiosi del settore.

    Il secondo volume tratta in maniera completa e approfondita la disciplina della trascrizione delle domande giudiziali, attraverso il commento di altissimo profilo... (continua)

  • La pubblicità immobiliare e societaria in un moderno sistema di sicurezze

    Editore: Ipsoa
    Collana: Quaderni di notariato
    Pagine: 157
    Data di pubblicazione: aprile 2016
    Prezzo: 35,00 -5% 33,25 €
    Categorie: Trascrizione
    Il volume raccoglie gli atti del Convengo organizzato in occasione del Ventennale della rivista Notariato sul tema della pubblicità immobiliare e societaria in un moderno sistema di sicurezze. Il tema della pubblicità legale è di grande attualità e interesse, perché la sicurezza dei traffici, la certezza delle situazioni giuridiche e la trasparenza delle transazioni sono fondamentali per costituire un sistema giuridico-economico corretto ed efficiente.... (continua)
  • La trascrizione tra vecchi e nuovi problemi

    Collana: Focus
    Pagine: 224
    Data di pubblicazione: luglio 2017
    Prezzo: 25,00 -5% 23,75 €
    Categorie: Trascrizione
    Per effetto della legislazicine speciale ed anche delle recenti modifiche al codice civile, la trascrizione ha assunto funzioni diverse da quella "classica" di strumento di risoluzione di conflitti fra più acquirenti da un unico dante causa. Essa, infatti, spesso tende a fornire uno "stato civile" della proprietà edilizia o altre notizie utili a fini particolari. Per quanto riguarda la legislazione speciale, però, spesso la trascrizione è inutile e risulta un inutile "doppione" della voltura... (continua)
  • Manuale di diritto tavolare

    Autore: Bassi Mario
    Editore: Giuffrè
    Data di pubblicazione: aprile 2013
    Prezzo: 37,00 -5% 35,15 €
    Categorie: Trascrizione

    Il volume illustra sistematicamente i principi fondamentali del sistema del libro fondiario dal principio dell'iscrizione a quello di legalità e della pubblica fede soffermandosi anche su aspetti pratici utili agli operatori della materia con precisi richiami alla dottrina e alla giurisprudenza. Vengono poi affrontate le azioni di cancellazione, il grado delle iscrizioni e altre procedure tavolari quali l'escorporazione, l'incorporazione e il procedimento provocatorio, l'impianto,... (continua)