Brocardi.it - L'avvocato in un click! CHI SIAMO   CONSULENZA LEGALE

Articolo 2471 bis Codice Civile

(R.D. 16 marzo 1942, n. 262)

[Aggiornato al 27/03/2024]

Pegno, usufrutto e sequestro della partecipazione

Dispositivo dell'art. 2471 bis Codice Civile

La partecipazione può formare oggetto di pegno, usufrutto(1) e sequestro. Salvo quanto disposto dal terzo comma dell'articolo che precede, si applicano le disposizioni dell'articolo 2352.

Note

(1) L'atto costitutivo del pegno o dell'usufrutto su partecipazioni societarie deve essere redatto in forma pubblica ovvero mediante scrittura privata autenticata, pena l'illegittimità della sua iscrizione nel registro delle imprese.

Ratio Legis

Sulle quote possono essere costituiti dei vincoli. Il legislatore riconosce al creditore l'esigenza di tutelare il valore della garanzia costituita da partecipazioni al capitale. Esigenza prevalente rispetto a quella del socio.

Spiegazione dell'art. 2471 bis Codice Civile

La disciplina rinvia a quella sulla s.p.a. (v. art. 2352) ma non dice come si costituiscano i vincoli quali pegno e usufrutto. Dopo la soppressione del libro soci, è necessaria l'iscrizione nel registro delle imprese.
Si ritengono legittime le clausole che vietano la costituzione di usufrutto e pegno sulle partecipazioni di s.r.l. In tale ipotesi non sussiste il diritto di recesso (Consiglio notarile di Milano - massima n. 33).
Se la partecipazione oggetto del vincolo attribuisce al socio diritti particolari (v. art. 2468 questi continuano ad essere attribuiti in via esclusiva al socio.

Relazione al D.Lgs. 6/2003

(Relazione illustrativa del decreto legislativo recante: "Riforma organica della disciplina delle societÓ di capitali e societÓ cooperative, in attuazione della legge 3 ottobre 2001, n. 366.")

Massime relative all'art. 2471 bis Codice Civile

Cass. civ. n. 9377/2022

Ai fini della determinazione della base imponibile dell'imposta di registro sugli atti con i quali viene prestata garanzia personale o reale, di cui all'art. 43, lett. f, del d.P.R. n. 131 del 1986, nella nozione di "titoli", a tal fine indicata dalla legge, non rientrano le quote di partecipazione in societÓ a responsabilitÓ limitata o in societÓ personali, in quanto non equiparabili nÚ ai titoli di credito nÚ al denaro; ne consegue che, nel caso di pegno sulle stesse, la base imponibile va determinata non in ragione del loro valore nominale, ma secondo la regola generale della somma garantita.

Notizie giuridiche correlate all'articolo

Tesi di laurea correlate all'articolo

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.

SEI UN AVVOCATO?
AFFIDA A NOI LE TUE RICERCHE!

Sei un professionista e necessiti di una ricerca giuridica su questo articolo? Un cliente ti ha chiesto un parere su questo argomento o devi redigere un atto riguardante la materia?
Inviaci la tua richiesta e ottieni in tempi brevissimi quanto ti serve per lo svolgimento della tua attività professionale!