Brocardi.it - L'avvocato in un click! CHI SIAMO   CONSULENZA LEGALE

Articolo 2250 Codice civile

(R.D. 16 marzo 1942, n. 262)

[Aggiornato al 10/06/2019]

Indicazione negli atti e nella corrispondenza

Dispositivo dell'art. 2250 Codice civile

Negli atti e nella corrispondenza delle società soggette all'obbligo dell'iscrizione nel registro delle imprese [2188] devono essere indicati la sede della società e l'ufficio del registro delle imprese presso il quale questa è iscritta [2188, 2199, 2200] e il numero d'iscrizione(1).

Il capitale delle società per azioni, in accomandita per azioni e a responsabilità limitata deve essere negli atti e nella corrispondenza indicato secondo la somma effettivamente versata(2) e quale risulta esistente dall'ultimo bilancio.

Dopo lo scioglimento delle società previste dal primo comma deve essere espressamente indicato negli atti e nella corrispondenza che la società è in liquidazione [2484 ss.].

Negli atti e nella corrispondenza delle società per azioni ed a responsabilità limitata deve essere indicato se queste hanno un unico socio(3).

Gli atti delle società costituite secondo uno dei tipi regolati nei capi V, VI e VII del presente titolo, per i quali è obbligatoria l'iscrizione o il deposito, possono essere altresì pubblicati in apposita sezione del registro delle imprese in altra lingua ufficiale delle Comunità europee, con traduzione giurata di un esperto(4).

In caso di discordanza con gli atti pubblicati in lingua italiana, quelli pubblicati in altra lingua ai sensi del quinto comma non possono essere essere opposti ai terzi, ma questi possono avvalersene, salvo che la società dimostri che essi erano a conoscenza della loro versione in lingua italiana(4).

Le società di cui al quinto comma che dispongono di uno spazio elettronico destinato alla comunicazione collegato a una rete telematica ad accesso pubblico forniscono, attraverso tale mezzo, tutte le informazioni di cui al primo, secondo, terzo e quarto comma.

Note

(1) L'obbligo di iscrizione nel registro delle imprese è previsto per le società che esercitano un'attività commerciale ai sensi dell'art. 2195 e per tutte quelle costituite secondo uno dei tipi regolati nei capi III e seguenti del titolo V, nonchè per le società cooperative anche se non esercitano un'attività commerciale (2200).
Alla mancata registrazione sono ricollegati effetti diversi: le società di persone saranno considerate società irregolari (2297) e ad esse si applicherà la disciplina della società semplice (con tutte le evidenti conseguenze in tema di minor autonomia patrimoniale), le società di capitali, invece, saranno da considerarsi inesistenti, posto che per le stesse l'iscrizione nel registro delle imprese ha efficacia costitutiva della personalità giuridica di cui sono dotate.
(2) Il capitale versato si differenzia dal capitale sottoscritto in quanto il primo è costituito dai conferimenti che sono stati realmente effettuati dai soci, mentre il secondo è costituito dai conferimenti che i soci si sono impegnati a versare.
(3) Comma aggiunto ex art. 2, D.Lgs. 3 marzo 1993, n. 88.
(4) Comma aggiunto con la L. 7 luglio 2009, n.88.

Ratio Legis

In virtù del principio dell'apparenza del diritto e dell'affidamento il presente articolo individua gli elementi pubblicitari minimi che le società commerciali devono soddisfare perché sia assicurata un'adeguata tutela ai terzi e al mercato.
L'obbligo di indicare della sede e l'ufficio del registro delle imprese presso cui la società è iscritta, è previsto per consentire a tutti coloro che si troveranno a relazionarsi con la società di poter individuare presso il competente ufficio del registro gli elementi fondamentali dell'organismo societario (composizione della compagine sociale, statuto ecc. ecc.).
L'indicazione obbligatoria dell'eventuale stato di liquidazione, è necessario affinchè i soggetti economici siano informati del fatto che la società di cui trattasi è in procinto di uscire dal circuito del mercato, nel quale permane esclusivamente per la conclusione dei rapporti pendenti.
L'imposizione della espressa indicazione della consistenza del capitale sociale per le società di capitali nonchè dell'indicazione della loro eventuale natura unipersonale, consente ai terzi di raffigurarsi - almeno sommariamente - la dimensione del capitale sociale di una società, e, nel caso di sua unipersonalità, di verificare che le specifiche previsioni per la fattispecie siano state dalla società rispettate.
I commi quinto, sesto e settimo, aggiunti con l'art. 42, comma primo, della l. 7 luglio 2009, dimostrano il tentativo dell'ordinamento di aggiornare la disciplina alle sempre più pressanti esigenze di internazionalizzazione delle imprese e ai nuovi sviluppi in materia telematica: lo spazio elettronico destinato alla comunicazione collegato a una rete telematica ad accesso pubblico, altro non è che un sito internet, strumento oggi utilizzato dalla più gran parte dei soggetti economici attivi sul mercato.

Spiegazione dell'art. 2250 Codice civile

Obbligo di fornire informazioni

Le società soggette all’obbligo di iscrizione nel registro delle imprese devono indicare la loro sede, l’ufficio del registro delle imprese presso il quale esse sono iscritte nonché, nel caso in cui si sia verificata una causa di scioglimento, il fatto di trovarsi in uno stato di liquidazione.
Le società per azioni, le società in accomandita per azioni e le società a responsabilità limitata devono indicare il capitale sociale effettivamente versato e nella misura esistente in base all’ultimo bilancio. Le società per azioni e le società a responsabilità limitata che presentino un unico socio devono indicare questa situazione.
Il quadro degli obblighi informativi si completa con le disposizioni in materia di direzione e coordinamento. Secondo l’articolo 2497 bis del codice civile, infatti, la società deve indicare la società o l’ente alla cui attività di direzione e coordinamento essa è soggetta negli atti e nella corrispondenza, nonché mediante iscrizione presso il registro delle imprese.


La normativa comunitaria

L’articolo 42 della legge comunitaria n.88 del 07 luglio 2009, in attuazione dei nuovi principi comunitari, ha modificato l’articolo 2250 c.c. imponendo ora che non solo gli atti e la corrispondenza, ma anche lo “spazio elettronico destinato alla comunicazione collegato ad una rete telematica ad accesso pubblico” riporti le informazioni sopra indicate.
L’articolo 2250 c.c. è stato modificato anche sotto un diverso profilo, che attiene propriamente al regime pubblicitario del registro delle imprese. Si prevede che gli atti delle società per azioni, delle società in accomandita per azioni e delle società a responsabilità limitata, da pubblicare nel registro delle imprese, possono essere pubblicati anche in un’altra lingua ufficiale delle Comunità europee, con traduzione giurata di un esperto, in un’apposita sezione del registro (attuazione del nuovo articolo 3 bis della direttiva 68/151/CEE, ora articolo 4 della direttiva 2009/101/CE). In caso di discordanza con gli atti pubblicati in lingua italiana, quelli pubblicati in altra lingua non possono essere opposti a terzi, ma questi possono avvalersene, salvo che la società dimostri che essi erano a conoscenza della loro versione in lingua italiana.
La violazione dell’obbligo di fornire le informazioni sopra indicate è punito con un’apposita sanzione. L’articolo 2630 c.c. commina infatti una sanzione amministrativa pecuniaria da 206 euro a 2.065 euro a chiunque, essendovi tenuto per legge a causa delle funzioni rivestite nella società, omette di assolvere ai predetti obblighi .

Massime relative all'art. 2250 Codice civile

Cass. civ. n. 6194/2011

La violazione amministrativa consistente nell'omessa indicazione negli atti e nella corrispondenza delle società di capitali, dell'ammontare del capitale sociale effettivamente versato, prevista dagli artt. 2250, secondo comma, e 2627 (nel testo anteriore alla novella recata dal d.l.vo n. 61 del 2002) c.c., tutela l'esigenza, (derivante da obblighi comunitari) di mettere in condizione i clienti di conoscere la consistenza patrimoniale della società, sicché l'illecito si consuma non già nella predisposizione unitaria e generalizzata di stampati e atti per una serie indeterminata di contrattazioni, bensì ogni qual volta, per una operazione commerciale, i singoli stampati ed atti vengano utilizzati senza le indicazioni anzidette. Ne consegue che, in tali ipotesi, non è applicabile né l'art. 8 della L. 689 del 1981, in quanto relativo alla diversa fattispecie del concorso formale, eterogeneo od omogeneo, che postula l'unicità dell'azione o omissione produttiva di una pluralità di violazioni, né l'istituto della continuazione, previsto soltanto per gli illeciti previdenziali.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.

SEI UN AVVOCATO?
AFFIDA A NOI LE TUE RICERCHE!

Sei un professionista e necessiti di una ricerca giuridica su questo articolo? Un cliente ti ha chiesto un parere su questo argomento o devi redigere un atto riguardante la materia?
Inviaci la tua richiesta e ottieni in tempi brevissimi quanto ti serve per lo svolgimento della tua attività professionale!

Testi per approfondire questo articolo

  • Formulario notarile commentato
    Società in generale e società di persone

    Editore: Giuffrè
    Data di pubblicazione: ottobre 2019
    Prezzo: 220,00 -5% 209,00 €
    La collana "Formulario Petrelli" si arricchisce di un nuovo volume dedicato al diritto societario, in particolare società in generale e società di persone. Il volume, diretto dal Notaio Marco Avagliano, è dedicato al diritto societario, in particolare società in generale e società di persone e, oltre a proporre gli atti specifici per ogni fattispecie, analizza nel dettaglio il rapporto del diritto societario con il diritto di famiglia - ponendo attenzione... (continua)
  • Consorzi e società consortili

    Collana: Professionisti & Imprese
    Pagine: 324
    Data di pubblicazione: aprile 2019
    Prezzo: 40,00 -5% 38,00 €
    Categorie: Diritto societario
    L'alleanza fra imprese permette di realizzare sinergie di gruppo ed economie di scala: per questo sono sempre più frequenti gli accordi di collaborazione, finalizzati a disciplinare i rapporti tra due o più aziende oppure a regolare lo svolgimento di determinate fasi dell'attività d'impresa. Il volume esamina tali accordi, privilegiando le tipologie più diffuse, ovvero i consorzi e le società consortili - di cui si forniscono indicazioni anche in merito alla... (continua)
  • Le società
    Le società mutualistiche. Gli istituti transtipici

    Editore: Giappichelli
    Pagine: 360
    Data di pubblicazione: novembre 2019
    Prezzo: 30,00 -5% 28,50 €
    Categorie: Diritto societario
    Il volume comprende il quarto capitolo, dedicato alle società mutualistiche, e il quinto dedicato agli istituti transtipici. Il capitolo dedicato alle società mutualistiche si avvia con la storia del fenomeno cooperativo e con quella della legislazione cooperativa. L'esposizione della disciplina segue la sistematica già sperimentata per le società di persone e di capitali, avviando il discorso dalle basi negoziali (costituzione, varianti normative, attività... (continua)
  • Impugnazione delle delibere assembleari

    Editore: Giuffrè
    Collana: Officina. Società e fallimento
    Pagine: 70
    Data di pubblicazione: dicembre 2018
    Prezzo: 18,00 -5% 17,10 €
  • La fusione

    Editore: Giappichelli
    Collana: Regole e prassi delle Società per Azioni
    Pagine: 555
    Data di pubblicazione: giugno 2019
    Prezzo: 60,00 -5% 57,00 €
    Il volume fornisce un supporto teorico e pratico relativo a una delle operazioni straordinarie più importanti e complesse della società per azioni. Le tematiche più rilevanti e gli snodi problematici della disciplina dell'istituto della fusione sono illustrati e affrontati criticamente attraverso un costante raccordo con le opinioni della dottrina e l'approfondita analisi degli orientamenti giurisprudenziali. All'interno dei singoli commenti, viene poi data evidenza alle... (continua)
  • Società di persone e SRL. Aspetti civilistici, gestionali e fiscali. Con e-book

    Collana: Serie L. Professionale
    Pagine: 664
    Data di pubblicazione: aprile 2019
    Prezzo: 68,00 -5% 64,60 €
    Categorie: Diritto societario
    Una completa disamina delle società di persone (s.n.c., s.a.s., società di fatto e altre cogestioni aziendali) e delle s.r.l., ovvero delle più diffuse società commerciali con scopo di lucro. Per ogni forma giuridica societaria si analizzano le problematiche più ricorrenti, con continui richiami, argomento per argomento, alla giurisprudenza della Corte di Cassazione. Si parte dalla costituzione per spaziare, poi, tra le modifiche dell'atto costitutivo, il... (continua)
  • Società 2019

    Editore: Ipsoa
    Collana: InPratica
    Data di pubblicazione: aprile 2019
    Prezzo: 165,00 -5% 156,75 €
    Categorie: Diritto societario
    Il volume analizza la disciplina delle società, partendo dagli istituti di carattere generale per poi affrontare le varie tipologie: di persone e di capitali, professionali, europee, start up innovative e gruppi societari. Tratta in maniera approfondita anche il tema della responsabilità amministrativa degli enti. Contenuti in sintesi: costituzione, funzionamento, bilancio, strumenti finanziari, operazioni straordinarie, regime fiscale. Aggiornato con il Decreto sulla crisi... (continua)
  • Amministrazione della società per azioni nel sistema tradizionale

    Editore: Giappichelli
    Collana: Trattato di diritto commerciale
    Pagine: 448
    Data di pubblicazione: gennaio 2019
    Prezzo: 52,00 -5% 49,40 €
    Il volume "L'amministrazione della società per azioni nel sistema tradizionale" tratta della disciplina che regola l'amministrazione della società per azioni nel sistema tradizionale che costituisce il sistema legale, e quindi quello più frequentemente adottato, e nello stesso tempo il "prototipo normativo" destinato ad applicarsi anche ai sistemi alternativi, dualistico e monistico, salvo che sia diversamente stabilito, sulla base del rinvio generale operato dall'art.... (continua)
  • Cooperative, consorzi e società  consortili. Profili sostanziali, notarili e fiscali
    Consorzi e società consortili: tipologie e operazioni sul capitale

    Editore: Giuffrè
    Data di pubblicazione: gennaio 2019
    Prezzo: 145,00 -5% 137,75 €
    Categorie: Cooperative
  • Norme e schemi di diritto delle società di capitali

    Editore: Giappichelli
    Pagine: 256
    Data di pubblicazione: maggio 2019
    Prezzo: 24,00 -5% 22,80 €
    Il volume "Norme e schemi di diritto delle società di capitali" è un sussidio didattico appositamente redatto per gli studenti di Economia dell'Università Cattolica di Milano, Corso di laurea in Direzione e Consulenza aziendale - Blended. Esce in questa terza edizione aggiornato con le modifiche introdotte dal d.lgs. n. 14 del 2019 (Codice della crisi d'impresa). (continua)