Brocardi.it - L'avvocato in un click! CHI SIAMO   CONSULENZA LEGALE

Articolo 2057 Codice Civile 2020

(R.D. 16 marzo 1942, n. 262)

[Aggiornato al 30/06/2020]

Danni permanenti

Dispositivo dell'art. 2057 Codice Civile 2020

Quando il danno alle persone ha carattere permanente(1) la liquidazione può essere fatta dal giudice, tenuto conto delle condizioni delle parti e della natura del danno, sotto forma di una rendita vitalizia. In tal caso il giudice dispone le opportune cautele(2).

Note

(1) Si tratta del danno, non patrimoniale, alla salute fisica del soggetto suscettibile di accertamento medico legale.
(2) Ad esempio, costituendo un'ipoteca (2808 c.c.) su un immobile di chi è tenuto al risarcimento.

Ratio Legis

La norma si basa sul principio di riparazione in natura del danno ed esprime il concetto per cui se il pregiudizio è continuativo il miglior risarcimento è, del pari, quello che si protrae nel tempo. Proprio questo protrarsi nel tempo, inoltre, ha spinto il legislatore a consentire di accompagnare la pronuncia a delle cautele, volte a rafforzare la posizione del danneggiato.

Spiegazione dell'art. 2057 Codice Civile 2020

Liquidazione del danno

Norma assolutamente nuova, che si richiama all'art. 21 della vigente legge sugli infortuni, modellatasi, con speciali caratteristiche, sui principii della Convenzione di Ginevra del 1925.

Per la legge infortunistica il sistema d'indennizzo con rendita è tassativo (art. 21 n. 2), e sono note le opposizioni che la norma sollevò, per quanto giustificata dal duplice criterio, di rendere l'indennizzo aderente il più possi­bile alla misura effettiva del danno perchè si ottenga un maggior rendimento sociale delle categorie lavoratrici, e di dare un'assistenza permanente all'ope­raio, che, in possesso, invece, di una somma globale, eventualmente dissi­pandola cadrebbe in miseria.

Siffatte ragioni non parvero sussistere, in massima, pei danni cagionati da fatto illecito, onde la forma di liquidazione in rendita vitalizia è demandata alla potestà del giudice, che valuterà, caso per caso, se essa giovi al dan­neggiato, o se non sia meglio per costui riscuotere una somma capitale, onde, se minorato nella sua attività professionale, od impedito addirittura ove il danno permanente sia alla persona, possa con un capitale adeguato, darsi ad altra attività, che richieda spese d'impianto, e simili. Si terra anche conto delle condizioni economiche del danneggiante.

È ovvio che se la liquidazione sia fatta sotto forma di rendita vitalizia si dovranno disporre le opportune cautele pel soddisfacimento, e ciò la norma espressamente detta.

Relazione al Codice Civile

(Relazione del Ministro Guardasigilli Dino Grandi al Codice Civile del 4 aprile 1942)

802 Al pari del creditore nelle obbligazioni ex contractu, il danneggiato, in quelle per fatto illecito, ha diritto innanzi tutto alla reintegrazione in forma specifica della situazione patrimoniale anteriore: questa norma è consacrata nel primo comma dell'art. 2058 del c.c.. Peraltro, in omaggio al principio immanente di solidarietà, che impone in ogni campo la considerazione corporativa degli interessi delle parti in conflitto e di quelli preminenti della collettività (n. 558), si è stabilito nel secondo comma che il giudice possa, alla reintegrazione in forma specifica, sostituire il risarcimento per equivalente economico, se la prima sia eccessivamente onerosa per il debitore o, s'intende, sia contraria alle esigenze dell'economia nazionale. Al dovere primario di riparare in natura il danno illecitamente cagionato si può collegare anche il disposto dell'art. 2057 del c.c., secondo il quale al danno permanente che consiste nella soppressione o nella menomazione di attività del soggetto destinata presumibilmente a procacciargli i mezzi di sussistenza, può farsi corrispondere l'assegnazione di una rendita vitalizia: questa norma fa meglio aderire la misura del risarcimento alla natura e alla durata del danno, che nei casi suddetti è continuativo.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.

SEI UN AVVOCATO?
AFFIDA A NOI LE TUE RICERCHE!

Sei un professionista e necessiti di una ricerca giuridica su questo articolo? Un cliente ti ha chiesto un parere su questo argomento o devi redigere un atto riguardante la materia?
Inviaci la tua richiesta e ottieni in tempi brevissimi quanto ti serve per lo svolgimento della tua attività professionale!

Testi per approfondire questo articolo

  • I fatti illeciti. Casi e materiali

    Editore: Giappichelli
    Data di pubblicazione: novembre 2018
    Prezzo: 39,00 -5% 37,05 €
    Il volume di Enrico Al Mureden, analizza il danno alla persona, gli elementi costitutivi del fatto illecito il nesso causale e la colpa, la teoria del contatto sociale. Analizzando la responsabilità oggettiva dei fatti illeciti sono approfonditi la responsabilità per esercizio di attività pericolosa, il danno da cose in custodia, la responsabilità per la circolazione di veicoli. (continua)
  • La responsabilità del produttore

    Editore: Giuffrè
    Collana: Istituti di diritto civile
    Data di pubblicazione: ottobre 2019
    Prezzo: 69,00 -5% 65,55 €
    L'opera segue l'evoluzione temporale della responsabilità del produttore. Riprende parte di quanto scritto nel 1975 come base di partenza, descrive la preparazione della direttiva 85/374/CEE del Consiglio, del 25 luglio 1985, relativa al ravvicinamento delle disposizioni legislative, regolamentari ed amministrative degli Stati membri in materia di responsabilità per danno da prodotti difettosi, la sua redazione e attuazione, rivisitare i modelli originariamente studiati - quello... (continua)
  • I danni non patrimoniali. Il quadro normativo e giurisprudenziale

    Collana: Legale. L'attualità del diritto
    Pagine: 210
    Data di pubblicazione: gennaio 2019
    Prezzo: 22,00 -5% 20,90 €
    Nel tempo, la normativa in materia di risarcimento del danno non patrimoniale è stata interpretata dalla giurisprudenza per adeguare la disciplina prevista dal Legislatore alle necessità concrete delle aule di giustizia. I Giudici, con le loro sentenze, hanno dovuto colmare i vuoti che si sono creati per il ritardo del Legislatore nell'effettuare uno sforzo di aggiornamento normativo della materia, necessario per il superamento delle problematiche oggettivamente complesse,... (continua)
  • La responsabilità civile

    Editore: Giuffrè
    Data di pubblicazione: ottobre 2018
    Prezzo: 260,00 -5% 247,00 €
  • La sicurezza degli arteffatti robotici in prospettiva comparatistica. Dal cambiamento tecnologico all'adattamento giuridico

    Editore: Il Mulino
    Collana: Percorsi
    Pagine: 152
    Data di pubblicazione: novembre 2018
    Prezzo: 15,00 -5% 14,25 €
    Muovendo dall'osservazione delle peculiarità strutturali e funzionali degli artefatti robotici, il volume propone una riflessione comparatistica sul poliedrico tema della sicurezza di tali prodotti. Le diverse prospettive di governance, regolamentazione europea e responsabilità civile entro le quali si svolge la ricerca delineano quali sono gli adattamenti giuridici necessari ad accogliere il cambiamento tecnologico che si va profilando. Con l'intento di avviare un'ampia... (continua)
  • La nuova responsabilità medica

    Pagine: 614
    Data di pubblicazione: gennaio 2019
    Prezzo: 58,00 -5% 55,10 €
    Il tema della responsabilità medica è affrontato in questo volume alla luce degli apporti che, nel corso degli anni, la giurisprudenza ha offerto nella quotidianità delle questioni trattate nelle aule di giustizia. L'opera rappresenta così una guida indispensabile per orientarsi tra le numerose tematiche giuridiche che il tema pone in ragione sia della specificità e della unicità di molti casi pratici, sia della necessità di applicare, volta... (continua)