Brocardi.it - L'avvocato in un click! CHI SIAMO   CONSULENZA LEGALE

Articolo 329 Codice civile

(R.D. 16 marzo 1942, n. 262)

[Aggiornato al 10/06/2019]

Godimento dei beni dopo la cessazione dell'usufrutto legale

Dispositivo dell'art. 329 Codice civile

Cessato l'usufrutto legale (1), se il genitore ha continuato a godere i beni del figlio convivente (2) con esso senza procura ma senza opposizione, o anche con procura ma senza l'obbligo di rendere conto dei frutti, egli o i suoi eredi non sono tenuti che a consegnare i frutti esistenti al tempo della domanda [217, 1148].

Note

(1) La disposizione allude solamente alla fisiologica ipotesi del raggiungimento della maggiore età (di cui all'art. 2 del c.c.) da parte del figlio, che comporta l'acquisto della capacità di agire.
(2) La convivenza intesa dalla norma concerne gli aspetti patrimoniali della partecipazione del figlio alla vita familiare, e non la mera coabitazione dello stesso (così Cicu).

Relazione al Codice Civile

(Relazione del Ministro Guardasigilli Dino Grandi al Codice Civile del 4 aprile 1942)

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli € 29,90

N.B.: una volta effettuato il pagamento sarà possibile inviare documenti o altro materiale relativo al quesito posto; indicazioni sulle modalità dell'invio verranno fornite via email.

SEI UN AVVOCATO?
AFFIDA A NOI LE TUE RICERCHE!

Sei un professionista e necessiti di una ricerca giuridica su questo articolo? Un cliente ti ha chiesto un parere su questo argomento o devi redigere un atto riguardante la materia?
Inviaci la tua richiesta e ottieni in tempi brevissimi quanto ti serve per lo svolgimento della tua attività professionale!

Testi per approfondire questo articolo

  • I conflitti della responsabilità genitoriale

    Editore: Giuffrè
    Collana: Il diritto privato oggi
    Data di pubblicazione: settembre 2013
    Prezzo: 55,00 -5% 52,25 €

    Il volume analizza in modo completo la "potestà" genitoriale, oggi responsabilità, e i diritti dei minori riconosciuti dalla legislazione nazionale ed internazionale, alla luce degli orientamenti espressi dalla giurisprudenza e dalla dottrina più autorevole; tiene conto, altresì, delle novità introdotte dalla legge n. 219/2012 e dallo schema di decreto legislativo attuativo della delega al Governo conferita dalla stessa legge. L'opera si sofferma in... (continua)