Brocardi.it - L'avvocato in un click! CHI SIAMO   CONSULENZA LEGALE
Privacy -

La tutela della privacy nell'ambito delle registrazioni audio-video: regime normativo, presupposti di operativitą e profili patologici

AUTORE:
ANNO ACCADEMICO: 2019
TIPOLOGIA: Tesi di Laurea Magistrale
ATENEO: Universitą degli studi di Guglielmo Marconi di Roma
FACOLTÀ: Giurisprudenza
ABSTRACT
La questione relativa alla privacy è stata legata, sin dall'origine, ai c.d. diritti della personalità e alle ricostruzioni teoriche e applicative riguardanti la persona; in considerazione di ciò, si può affermare che la normativa in materia di trattamento dei dati personali è divenuta, oggi, uno degli strumenti più importanti di tutela della persona. Per le regioni appena esposte, mediante la prima parte dell’elaborato si è cercato di esaminare, dapprima, i fondamenti che hanno permesso di far sì che la persona acquisisse rilevanza giuridica all'interno dell’ordinamento e, in secondo luogo, i concetti di riservatezza e privacy alla stregua dei dettami nazionali e comunitari in tema. Con il testo del D. Lgs. 196/2003, il legislatore ha teso lo sguardo verso il traffico dei dati, proponendosi come obiettivo quello di ottenere un generale bilanciamento di interessi tra i due soggetti principali del trattamento: il titolare – colui che ha interesse nel ricevere e nel trattare i dati degli individui, e l'interessato - colui che mette a disposizione del titolare i propri dati. Ma la vera novità, di recente introduzione, è il Regolamento dell’Unione Europea n. 2016/679 (meglio noto come GDPR), la cui materia è la protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento e alla libera circolazione dei dati personali di queste; trattasi di una reazione alle continue minacce e provocazioni poste dagli sviluppi informatico-tecnologici e avvertite all'interno dell’intero territorio dell’Unione Europea. L’attività di videosorveglianza e le registrazioni fonografiche rientrano oggi tra le tematiche più salienti in relazione alla Privacy e alla protezione dei dati personali, considerata la natura potenzialmente invasiva dei mezzi utilizzati, oltre alla quantità di informazioni private che raccolgono e che, con estrema facilità, potrebbero quindi essere divulgate senza alcuna autorizzazione né consapevolezza da parte del soggetto interessato. Ma apparentemente in opposizione all'imprescindibile diritto alla Privacy, come diritto alla non intromissione nella propria “sfera privata”, sussistono ed esistono diritti non meno importanti di questo, quali possono essere:
  • il diritto alla sicurezza;
  • il diritto alla prevenzione dei reati;
  • il diritto alla difesa.
Tali diritti trovano la loro garanzia anche nell'utilizzo degli strumenti appena sopra menzionati. Quale, tra i diritti che entrano in conflitto, ebbene, risulta essere più importante rispetto all'altro? In questo elaborato si vuole provare a dare una risposta al quesito appena esposto, analizzando come le esigenze di libertà e riservatezza siano state contemperate con le altre, or ora richiamate, facoltà. In particolare si esamineranno, dunque, il regime normativo, l'ambito di operatività e i profili patologici delle registrazioni audio di colloqui (con una breve parentesi dedicata alle intercettazioni), oltre che delle riprese video in luoghi pubblici, privati e di lavoro. Ma cosa succederebbe qualora ci si trovasse di fronte a una violazione o a una perdita dei dati personali contenuti all'interno di una registrazione audio/video, o qualora questa venisse comunicata o diffusa senza il consenso dell’interessato? Analisi dei rischi, team di lavoro preposti all'interno di aziende o Enti Pubblici, modalità di notifica delle violazioni e altri aspetti relativi a quello che oggi viene definito Data Breach, verranno trattati all'interno dei capitoli di chiusura, unitamente al regime sanzionatorio ad esso applicabile. Il regime di responsabilità, la tutela risarcitoria e la disciplina in merito prevista, anche alla luce della successiva entrata in vigore del GDPR e del decreto legislativo n. 101/2018, saranno, infine, il focus dell'ultima parte dell’elaborato. Di questo percorso storico-evolutivo, dei tentativi da parte della dottrina e della giurisprudenza di allineare le proprie costruzioni concettuali a una società sempre più complessa e digitalizzata, oltre che di bilanciare una quantità sempre maggiore di diritti di nuova costituzione, si cercherà dunque, di dar conto nell'elaborato integrale.

Indice (COMPLETO)Apri

Bibliografia (ESTRATTO)Apri

Tesi (ESTRATTO)Apri