Brocardi.it - L'avvocato in un click! CHI SIAMO   CONSULENZA LEGALE

Articolo 120 Legge sulla protezione del diritto d'autore

(L. 22 aprile 1941, n. 633)

[Aggiornato al 29/04/2022]

Dispositivo dell'art. 120 Legge sulla protezione del diritto d'autore

Se il contratto ha per oggetto opere che non sono state ancora create si devono osservare le norme seguenti:

  1. 1) č nullo il contratto che abbia per oggetto tutte le opere o categorie di opere che l'autore possa creare, senza limite di tempo;
  2. 2) senza pregiudizio delle norme regolanti i contratti di lavoro o di impiego, i contratti concernenti l'alienazione dei diritti esclusivi di autore per opere da crearsi non possono avere una durata superiore ai dieci anni;
  3. 3) se fu determinata l'opera da creare, ma non fu fissato il termine nel quale l'opera deve essere consegnata, l'editore ha sempre il diritto di ricorrere all'autoritā giudiziaria per la fissazione di un termine. Se il termine fu fissato, l'autoritā giudiziaria ha facoltā di prorogarlo.

Notizie giuridiche correlate all'articolo

Tesi di laurea correlate all'articolo

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.

SEI UN AVVOCATO?
AFFIDA A NOI LE TUE RICERCHE!

Sei un professionista e necessiti di una ricerca giuridica su questo articolo? Un cliente ti ha chiesto un parere su questo argomento o devi redigere un atto riguardante la materia?
Inviaci la tua richiesta e ottieni in tempi brevissimi quanto ti serve per lo svolgimento della tua attività professionale!

Consulenze legali
relative all'articolo 120 Legge sulla protezione del diritto d'autore

Seguono tutti i quesiti posti dagli utenti del sito che hanno ricevuto una risposta da parte della redazione giuridica di Brocardi.it usufruendo del servizio di consulenza legale. Si precisa che l'elenco non è completo, poiché non risultano pubblicati i pareri legali resi a tutti quei clienti che, per varie ragioni, hanno espressamente richiesto la riservatezza.

N. L. chiede
venerdė 05/08/2022 - Lombardia
“Buon pomeriggio
vorrei una consulenza riguardo il "diritto di opzione" citato nel punto 17 (che vado di seguito a riportare) del contratto stipulato con il mio editore e sapere se può essere ritenuto nullo per qualche difetto di forma.

17. L'Autore concede all'Editore il diritto di opzione per le sue opere di futura pubblicazione. L'opzione avrà la durata di cinque anni dalla data di stipula del presente contratto. Qualora, entro cinque mesi dal ricevimento dell'opera, l'Editore non esercitasse il diritto di opzione, l'Autore riprenderà la libera disponibilità dell'opera stessa, senza che ciò comporti decadenza del suddetto diritto sulle altre opere, che resterà in vigore fino alla sua scadenza temporale.

A disposizione per qualsiasi altra informazione.

Grazie”
Consulenza legale i 19/09/2022
Il rapporto giuridico che l’Autore valuta di instaurare con l’Editore è riconducibile alla disciplina del contratto di edizione di cui agli artt. 118 e ss. della Legge sulla protezione del diritto d'autore (Legge 22 aprile 1941 n. 633).

Il Contratto può essere stipulato "per edizione " ovvero “a termine".

Con Contratto di edizione "per edizione " le parti si accordano per conseguire la pubblicazione di una o più edizioni dell'opera; mentre, con il Contratto di edizione “a termine", l’Editore acquista il diritto di pubblicare un numero indefinito di edizioni dell’opera in un determinato periodo di tempo.

In ogni caso, per entrambe le tipologie di Contratto di Edizione, l’art. 120 della legge d. autore, attribuisce all’Autore la facoltà di disporre dei diritti sulle opere ancora non realizzate. Tale facoltà, tuttavia, ai sensi della medesima disposizione, deve essere esercitata entro i seguenti limiti:
  1. l’oggetto del contratto deve essere limitato alle opere successivamente realizzate dall’autore in un determinato periodo di tempo. Il contratto in virtù del quale l’autore ceda i diritti di tutte le opere da lui creabili, senza una limitazione temporale, infatti, è nullo ex lege;
  2. il contratto può avere una durata massima di 10 anni;
  3. infine – nel caso in cui l’opera oggetto del contratto sia determinata - qualora non sia determinato il termine entro cui essa deve essere realizzata, l’editore può sempre richiedere la fissazione del termine, mentre qualora anche il termine sia fissato, l’autorità giudiziaria ha sempre la facoltà di prorogarlo.
Con riferimento al caso che ci occupa, risulta opportuno evidenziare che, in linea generale, il diritto di opzione avente ad oggetto i diritti d’autore su opere future è ben riconducibile alla fattispecie di cui all’art. 120 della legge d. autore.

Peraltro, la durata del diritto di opzione esercitabile dall’Editore, fissata in cinque anni a partire dalla stipula del contratto, consente di fugare ogni dubbio sulla validità della clausola contrattuale oggetto della presente analisi.

Segnaliamo, comunque, che, così come scritta, la clausola contrattuale può dare adito ad incomprensioni.

A nostro avviso, sarebbe preferibile adottare un wording che meglio chiarisca – senza lasciare margini interpretativi – che, ai fini dell’esercizio del diritto di opzione, da una parte l’Autore si impegna a consegnare ciascuna delle eventuali nuove opere all’Editore; dall’altra, l’Editore si impegna a comunicare la propria volontà di esercitare il diritto di opzione sui diritti relativi alla singola opera ricevuta entro il termine di 5 mesi a partire dalla consegna, a pena di decadenza del diritto di opzione sui diritti relativi alla singola opera consegnata.

Idee regalo per avvocati e cultori del diritto