Brocardi.it - L'avvocato in un click! CHI SIAMO   CONSULENZA LEGALE

Dizionario Giuridico

Reato consumato

Che cosa significa "Reato consumato"?

Secondo la dottrina prevalente il reato si intende consumato quando si sono realizzati tutti gli elementi propri della fattispecie di reato (condotta, evento, nesso di causa; elemento oggettivo e soggettivo). Secondo parte della dottrina invece, è necessario distinguere tra perfezionamento del reato e consumazione dello stesso: il reato si intende perfetto quando si sono realizzati tutti gli elementi necessari per la sua sussistenza; è invece consumato quando, il reato già perfetto, consegue la massima gravità. Tale distinzione è necessaria in talune categorie di reati come per esempio in quella dei reati permanenti ove la consumazione del reato può verificarsi solo in un momento successivo al suo perfezionamento (ad es. nel sequestro di persona il reato si perfeziona al momento del sequestro della vittima, ma si consuma solo con la liberazione di quest'ultima).

"Reato consumato" nelle consulenze legali

Vedi tutte le consulenze

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli € 29,90

N.B.: una volta effettuato il pagamento sarà possibile inviare documenti o altro materiale relativo al quesito posto; indicazioni sulle modalità dell'invio verranno fornite via email.