Brocardi.it - L'avvocato in un click! CHI SIAMO   CONSULENZA LEGALE

Dizionario Giuridico

Condizioni generali di contratto

Che cosa significa "Condizioni generali di contratto"?

Si definiscono tali quelle clausole che vengono predisposte unilateralmente da uno solo dei contraenti. Il loro impiego nasce dalla necessità di razionalizzare i rapporti di colui che, per la sua attività, è solito stipulare numerosi contratti dello stesso genere con una serie indefinita di soggetti.
Si tratta di clausole che per essere efficaci devono essere conoscibili ai sensi dell’art. 1341 del c.c., ciò significa che il predisponente è obbligato a svolgere un’attività diretta a rendere conoscibili dette clausole alla generalità dei destinatari. Infatti, solo grazie a tale attività le predette clausole risultano opponibili agli altri contraenti, sia nel caso in cui le abbiano conosciute sia nel caso in cui non le conoscessero, ma avrebbero dovuto conoscerle usando l'ordinaria diligenza.
Inoltre, il comma II dell’art. 1341 del c.c. dispone che affinché le clausole c.d. vessatorie, ovvero le clausole che impongono particolari oneri ad uno dei contraenti, siano efficaci necessitano della specifica approvazione per iscritto.

"Condizioni generali di contratto" nelle consulenze legali

Vedi tutte le consulenze

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli € 29,90

N.B.: una volta effettuato il pagamento sarà possibile inviare documenti o altro materiale relativo al quesito posto; indicazioni sulle modalità dell'invio verranno fornite via email.