Brocardi.it - L'avvocato in un click! CHI SIAMO   CONSULENZA LEGALE

Dizionario Giuridico

Connessione tra azioni

Che cosa significa "Connessione tra azioni"?

Due azioni si definiscono connesse quando hanno in comune almeno uno degli elementi di identificazione (soggetti, petitum o causa petendi). La connessione può essere soggettiva ovvero oggettiva in base agli elementi sui quali si fonda l'identità delle cause: la prima è data dall'identità di soggetti, la seconda invece dall'identità di uno degli elementi oggettivi (causa petendi o petitum). Il legislatore disciplina alcune ipotesi tipiche di cause connesse oggettivamente: cause accessorie (31 c.p.c.); cause di garanzia (32 c.p.c.); accertamenti incidentali (34 c.p.c.); eccezione di compensazione (35 c.p.c.); cause riconvenzionali (36 c.p.c.). L'eccezione di connessione potrà essere rilevata solo alla prima udienza e determina una modifica della competenza, con la conseguenza della riunione delle cause.

"Connessione tra azioni" nelle consulenze legali

Vedi tutte le consulenze

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterā seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.