Brocardi.it - L'avvocato in un click! CHI SIAMO   CONSULENZA LEGALE
Descrivici
il problema
Attendi fino
a 5 giorni
Ricevi la
soluzione
Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.

consulenza legale in materia di luci e vedute

Con l'espressione "luci" si intendono quelle aperture che non permettono di affacciarsi sul fondo del vicino ma servono soltanto a dare passaggio alla luce e all'aria (come le aperture munite di inferriate).
Con "vedute", invece, si intendono quelle aperture che permettono di affacciarsi sul fondo del vicino e di guardare di fronte, obliquamente o lateralmente (si pensi, in tal senso, alle finestre e ai balconi).

Le vedute si distinguono in :
  • dirette: in questo caso il confine del fondo del vicino è parallelo rispetto al muro della finestra;
  • oblique: quando il muro della veduta forma un angolo ottuso o retto con il confine del fondo vicino;
  • laterali: se confine e muro della veduta formano un angolo piatto.
Ai sensi dell'art. 905 del c.c., per l'apertura di vedute dirette e balconi è necessario rispettare la distanza di un metro e mezzo. Per l'apertura di vedute laterali od oblique, viceversa, basta rispettare la distanza di settantacinque centimetri.
Tuttavia, come disposto dall'art. 907 c.c., nel caso in cui "si è acquistato di avere vedute dirette verso il fondo del vicino, il proprietario di questo non può fabbricare a distanza minore di tre metri".

È anche possibile costituire una servitù di veduta, allorquando la finestra dalla quale ci si affaccia possiede caratteristiche tali da rivelare la destinazione continuativa all'affaccio sul fondo altrui.

Assistenza legale in merito alle distanze tra le costruzioni in ambito condominiale: prevalgono le norme sull'utilizzo della cosa comune?
Capita spesso, nella pratica, che ci siano delle interferenze tra la disciplina in tema di distanze nelle costruzioni e regime di utilizzo della cosa comune nell'ambito del condominio.
Potrebbe capitare, ad esempio, che in un condominio via sia un muro perimetrale munito di finestre che si affacciano verso l’unità immobiliare di proprietà esclusiva del singolo condomino. In tal caso, le finestre non possono certo considerarsi di proprietà dei singolo condomino, il quale può più che altro acquistarne il diritto di servitù per usucapione o per destinazione del padre di famiglia.
Le finestre saranno quindi assoggettate alle norme dettate dal Codice Civile per l’utilizzo della cosa comune ex art. 1102 c.c., e le eventuali modifiche saranno discusse ed approvate in sede di assemblea condominiale.
In tal senso si è espressa anche la giurisprudenza affermando che "qualora nel muro perimetrale di edificio condominiale vi siano aperture verso l’unità immobiliare di proprietà individuale del singolo condomino deve negarsi al predetto condomino la facoltà di chiudere le aperture medesime mediante costruzione in appoggio od aderenza, secondo la disciplina degli artt. 902-904 c.c., atteso che l’applicabilità di tali norme trova ostacolo nel divieto di ciascun comproprietario di compiere, senza il consenso degli altri, opere che alterino la consistenza e la destinazione all’uso comune del bene condominiale”.

Il team di legali di Brocardi.it ha maturato una vasta esperienza nell'ambito della disciplina di luci e vedute, grazie alle numerose consulenze fornite negli anni proprio in merito alla disciplina di tali figure nell'ambito dei rapporti di vicinato.
In caso di lite insorta in merito all'interpretazione della normativa sulle luci e sulle vedute, un'ottima soluzione è sicuramente quella di rivolgersi agli avvocati specializzati di Brocardi.it, che garantiscono consulenze qualificate in tempi contenuti, con un notevole risparmio anche in termini di costi.

Consulta l'elenco completo delle consulenze legali in materia di luci e vedute redatte dai legali di Brocardi.it.

risolvi il tuo problema!

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.

Chi siamo

Brocardi.it, nato nel lontano 2003, è oggi uno dei siti giuridici italiani più visitati della rete.
Oltre 100.000 persone lo consultano ogni giorno per studio, lavoro, o per trovare soluzione ai loro dubbi legali. Nel tempo è divenuto un importante punto di riferimento per tutti gli operatori del diritto.

È citato come fonte autorevole in numerose pubblicazioni giuridiche alcune delle quali sono esposte qui di seguito

Il nostro servizio di consulenza legale

Per quanto vasto, ricco di informazioni e aggiornato quotidianamente, spesso occorre qualcosa in più della semplice consultazione delle pagine del sito per venire a capo di talune problematiche.
Per questo motivo, nel 2012, la redazione giuridica di Brocardi.it ha attivato un servizio di consulenza legale online, che ha reso fino ad oggi 6109 consulenze legali ad aziende, enti pubblici, avvocati, commercialisti, consulenti del lavoro e moltissimi privati cittadini.
Quelle elencate nelle immagini a scorrimento qui sotto sono le principali aree tematiche per le quali è attivo il servizio di consulenza legale.

Ad un prezzo assai modesto i nostri avvocati forniscono un inquadramento giuridico del problema proposto, con indicazione delle possibili soluzioni e delle reali probabilità di successo in un'eventuale causa legale.

Prima di affidare incarichi formali ad un legale, con il rischio di intraprendere azioni giudiziarie dai costi certi e dai risultati incerti, richiedi ai nostri avvocati un parere giuridico preliminare.

Condizioni del servizio

Il servizio di consulenza legale online ha un costo di € 24,51 + IVA (€ 29,90), pagabili esclusivamente attraverso carta di credito, Paypal o bonifico bancario.

La risposta verrà fornita entro 5 giorni lavorativi dal momento dell'avvenuto pagamento del servizio.

Integrazioni, supplementi d'informazione o precisazioni eventualmente sollecitati dall'utente in riferimento a quesiti giuridici a cui è stata già fornita risposta sono a totale discrezione della redazione di Brocardi.it e, a seconda della complessità, potranno essere forniti o gratuitamente o contro pagamento di un ulteriore importo.

Nei limiti del possibile, ai quesiti verrà fornita una risposta completa di riferimenti normativi e giurisprudenziali sempre comprensibile anche da parte di chi non è un tecnico del diritto, attenta a suggerire soluzioni pratiche e strategie concrete da addottare per la soluzione del caso proposto.

La Redazione di Brocardi.it si riserva la facoltà di non rispondere a quesiti formulati in maniera scorretta o non intellegibile o privi di un sufficiente corredo di elementi di fatto, o che per la complessità dei temi trattati richiedano uno studio eccessivamente approfondito. In tal caso rifonderà l'intero pagamento entro 24 ore o formulerà un preventivo adeguato.

È possibile valutare la qualità del servizio di consulenza legale offerto visionando lo storico delle consulenze già fornite.

Le opinioni dei clienti
sul nostro servizio di consulenza legale

“ottimo servizio” Maria Lucia C., 6 maggio 2022, Sardegna
“Mi sarebbe piaciuto un maggiore approfondimento sulla parte tecnica del problema.” Andrea C., 4 maggio 2022, Sardegna
“Soddisfatto, Grazie Saluti” Giovanni C., 2 maggio 2022, Sardegna
“perfetto” Roberto S., 28 aprile 2022, Lazio
“Ritornerò volentieri poiché mi avete dimostrato grande professionalità” Alberto B., 27 aprile 2022, Estero
“Un sito dove si possono avere consulenze legali in tempi rapidi a costi accessibili” Natale C., 27 aprile 2022, Sicilia
“parere giusto ma leggermente distaccato.” Giovanni C., 25 aprile 2022, Lazio
“ottima consulenza, prezzo onesto. lo suggerisco è una consulenza molto comprensiva e ripeto ottima. Grazie” Franco A., 25 aprile 2022, Emilia-Romagna
“Grazie, ottimo servizio.” Giovanni F., 22 aprile 2022, Lombardia
“Sito ben fatto, comunicazione chiara, pagamento senza problemi. Forse occorrerebbe più chiarezza nel pannello delle consulenze ricevute: non era subito chiaro dove si dovesse accedere per leggere la vostra risposta” Alfredo L., 18 aprile 2022, Lazio
“Precisi e rapidi nella risposta” Angelo M., 14 aprile 2022, Sicilia
Vedi tutte

risolvi il tuo problema!

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.