Brocardi.it - L'avvocato in un click! CHI SIAMO   CONSULENZA LEGALE

Articolo 421 Codice penale

(R.D. 19 ottobre 1930, n. 1398)

Pubblica intimidazione

Dispositivo dell'art. 421 Codice penale

Chiunque minaccia di commettere delitti contro la pubblica incolumità [422-437], ovvero fatti di devastazione o di saccheggio [419], in modo da incutere pubblico timore (1), è punito con la reclusione fino a un anno.

Note

(1) La minaccia seriamente e concretamente formulata deve far scaturire il pubblico timore, il quale costituisce un elemento essenziale del reato e non una condizione obiettiva di punibilità (v. 44).

Ratio Legis

Il legislatore ha qui voluto tutelare l'ordine pubblico, inteso quale buon assetto e regolare andamento del vivere civile cui corrispondono, nella collettività, l'opinione ed il senso di tranquillità e sicurezza.

Spiegazione dell'art. 421 Codice penale

La norma in oggetto è diretta a tutelare l'ordine pubblico, potenzialmente turbato dall'ingenerare un timore nella collettività.

Data l'indicazione tassativa, è punibile solamente la minaccia di commettere delitti contro la pubblica incolumità (artt. 422-445) o il delitto di devastazione e saccheggio (art. 419).

La minaccia deve comunque essere idonea ad incutere pubblico timore, cioè l'allarme e l'apprensione nel pubblico, ed occorre altresì che vi sia un nesso causale tra la minaccia e l'incorso timore.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli € 29,90

N.B.: una volta effettuato il pagamento sarà possibile inviare documenti o altro materiale relativo al quesito posto; indicazioni sulle modalità dell'invio verranno fornite via email.

Testi per approfondire questo articolo