Brocardi.it - L'avvocato in un click! CHI SIAMO   CONSULENZA LEGALE

Articolo 395 Codice di procedura penale

(D.P.R. 22 settembre 1988, n. 477)

Presentazione e notificazione della richiesta

Dispositivo dell'art. 395 Codice di procedura penale

1. La richiesta di incidente probatorio è depositata nella cancelleria del giudice per le indagini preliminari, unitamente a eventuali cose o documenti, ed è notificata a cura di chi l'ha proposta, secondo i casi, al pubblico ministero e alle persone indicate nell'articolo 393 comma 1 lettera b). La prova della notificazione è depositata in cancelleria (1).

Note

(1) A tale richiesta segue, prima della decisione del giudice, un contraddittorio di tipo cartolare tra le parti ex art. 396.

Ratio Legis

L'incidente probatorio trova la propria ratio nell'eventualità che risulti necessario anticipare l'attività di acquisizione probatoria alla fase delle indagini preliminari o dell'udienza preliminare, possibilità ammissibile solo se attuata nel rispetto del principio del contraddittorio, nonchè di precise condizioni di legge.

Spiegazione dell'art. 395 Codice di procedura penale

Ai sensi dell'art. art. 393 del c.p.p. la richiesta di assumere l'incidente probatorio può essere presentata sia dal pubblico ministero che dalla persona sottoposta alle indagini, entro i termini di cui agli articoli 405 e ss previsti per la conclusione delle indagini preliminari e comunque in tempo per l'assunzione della prova entro i medesimi termini.

La norma in commento disciplina gli adempimenti esecutivi relativi a tale richiesta, stabilendo che essa va depositata nella cancelleria del giudice per le indagini preliminari (il quale decide con ordinanza circa l'ammissibilità o meno del mezzo di prova), insieme ad eventuali cose o documenti utili per l'esperimento dell'incidente probatorio.

La richiesta deve essere altresì notificata, qualora provenga dall'indagato, al pubblico ministero e, in ogni caso, alle persone nei cui confronti l'incidente probatorio si svolgerà.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli € 29,90

N.B.: una volta effettuato il pagamento sarà possibile inviare documenti o altro materiale relativo al quesito posto; indicazioni sulle modalità dell'invio verranno fornite via email.