Brocardi.it - L'avvocato in un click! CHI SIAMO   CONSULENZA LEGALE

Articolo 385 Codice di procedura penale

(D.P.R. 22 settembre 1988, n. 477)

[Aggiornato al 28/02/2020]

Divieto di arresto o di fermo in determinate circostanze

Dispositivo dell'art. 385 Codice di procedura penale

1. L'arresto o il fermo non è consentito quando, tenuto conto delle circostanze del fatto, appare che questo è stato compiuto nell'adempimento di un dovere [51 c.p.] o nell'esercizio di una facoltà legittima ovvero in presenza di una causa di non punibilità(1).

Note

(1) A titolo esemplificativo si pensi al gioielliere che ha sparato al rapinatore armato che lo aveva minacciato.

Ratio Legis

La disposizione trova la propria ratio nella mancanza in tali casi di esigenze cautelari, indispensabili per l'adozione delle misure dell'arresto e del fermo.

Spiegazione dell'art. 385 Codice di procedura penale

Le norme sull'arresto e sul fermo, unitamente a quella sull'allontanamento d'urgenza dalla casa familiare, conseguono a quanto disposto dall'art. 13 Cost, secondo cui l'autorità di pubblica sicurezza può adottare misure provvisoriamente limitative della libertà personale, ma solamente in casi eccezionali di necessità ed urgenza, imponendo altresì che tali misure vengano successivamente convalidate dall'autorità giudiziaria entro precisi limiti, pena la revoca e la perdita di efficacia della misura.

Arresto e fermo, al fine di sottolinearne la natura ibrida, vengono tradizionalmente definiti come misure pre-cautelari, e condividono le regole procedurali di cui agli articolo 386 e seguenti, oltre al fatto che sono consentiti solamente per determinati reati (considerati destinatari di differente tutela).

In un'ottica di necessario bilanciamento con la natura pre-cautelare dell'arresto e del fermo, l'art. 385 stabilisce comunque il principio secondo il quale essi non sono consentiti allorché, tenuto conto delle circostanze, appaia che il fatto stato commesso nell'adempimento di un dovere o nell'esercizio di una facoltà legittima ovvero in presenza di una causa di non punibilità (v. artt. 50 e ss. c.p.).

Notizie giuridiche correlate all'articolo

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli € 29,90

N.B.: una volta effettuato il pagamento sarà possibile inviare documenti o altro materiale relativo al quesito posto; indicazioni sulle modalità dell'invio verranno fornite via email.

Testi per approfondire questo articolo

  • La riforma delle misure cautelari personali

    Editore: Giappichelli
    Collana: Procedura penale. Commenti
    Data di pubblicazione: febbraio 2016
    Prezzo: 44,00 -5% 41,80 €

    "Per quasi un quarto di secolo assuefatti alla legislazione di emergenza di matrice securitaria, gli interpreti registrano l' avvento di una novella che, per forma e contenuti, rappresenta un elemento di rottura con la recente tradizione. La legge 16 aprile 2015, n. 47, nasce da una proposta di iniziativa parlamentare ed è indirizzata nel senso di un contenimento del potere cautelare a tutela dei diritti dell'imputato: sembra dunque avere l'ambizione di porsi come 'la riforma' delle... (continua)

  • Misure cautelari ad personam in un triennio di riforme

    Collana: Leggi penali tra regole e prassi
    Pagine: 248
    Data di pubblicazione: febbraio 2015
    Prezzo: 28,00 -5% 26,60 €

    Da molti anni, e da più parti, si sottolinea il problema, ormai di entità non più tollerabile, del sovraffollamento carcerario la cui soluzione richiede interventi strutturali rispetto ai ciclici provvedimenti di clemenza. È un dato dì fatto che alla causazione del fenomeno contribuisca in maniera certamente non indifferente anche l'uso smodato della custodia cautelare. A venticinque anni dalla entrata in vigore del nuovo codice di procedura penale, in... (continua)

  • Le misure cautelari personali

    Editore: Giuffrè
    Collana: Teoria e pratica del diritto. Maior
    Data di pubblicazione: giugno 2016
    Prezzo: 55,00 -5% 52,25 €
  • L'arcipelago delle confische. Spunti per una sistematica delle misure patrimoniali

    Collana: Quad. periodici Unione Camere Penali
    Pagine: 173
    Data di pubblicazione: gennaio 2017
    Prezzo: 18,00 -5% 17,10 €
    Il volume raduna una serie di contributi inerenti alla macro area - di particolare attualità - delle misure patrimoniali, attraverso-la selezione di temi problematici, in un tracciato che assembla elaborazioni scientifiche, approdi giurisprudenziali e indicazioni di diritto internazionale. Gli avvocati dell'Osservatorio sulle Misure Patrimoniali dell'Unione Camere Penali Italiane si sono posti l'ambizioso obiettivo di evidenziare l'asistematicità che connota una materia in... (continua)
  • Le misure cautelari personali (l. 16 aprile 2015 n. 47)

    Editore: Giuffrè
    Collana: Speciali. Il penalista
    Pagine: 74
    Data di pubblicazione: luglio 2015
    Prezzo: 19,00 -5% 18,05 €

    Gli interventi di modifica relativi alle esigenze cautelari (art. 274 c.p.p.): la necessaria attualità del pericolo di fuga e del pericolo di reiterazione del reato. Le novità sui criteri di scelta delle misure (art. 275 c.p.p.). La cumulabilità delle misure coercitive ed interdittive. I provvedimenti in caso di trasgressione alle prescrizioni. I nuovi termini di durata delle misure interdittive. L'obbligo di valutazione autonoma dei presupposti della misura cautelare.... (continua)