Brocardi.it - L'avvocato in un click! CHI SIAMO   CONSULENZA LEGALE

Articolo 417 bis Codice di procedura civile

(R.D. 28 ottobre 1940, n. 1443)

Difesa delle pubbliche amministrazioni

Dispositivo dell'art. 417 bis Codice di procedura civile

Nelle controversie relative ai rapporti di lavoro dei dipendenti delle pubbliche amministrazioni di cui al quinto comma dell'articolo 413, limitatamente al giudizio di primo grado le amministrazioni stesse possono stare in giudizio avvalendosi direttamente di propri dipendenti (1).

Per le amministrazioni statali o ad esse equiparate, ai fini della rappresentanza e difesa in giudizio, la disposizione di cui al comma precedente si applica salvo che l'Avvocatura dello Stato competente per territorio, ove vengano in rilievo questioni di massima o aventi notevoli riflessi economici, determini di assumere direttamente la trattazione della causa dandone immediata comunicazione ai competenti uffici dell'amministrazione interessata, nonché al Dipartimento della funzione pubblica, anche per l'eventuale emanazione di direttive agli uffici per la gestione del contenzioso del lavoro. In ogni altro caso l'Avvocatura dello Stato trasmette immediatamente, e comunque non oltre 7 giorni dalla notifica degli atti introduttivi, gli atti stessi ai competenti uffici dell'amministrazione interessata per gli adempimenti di cui al comma precedente.

Gli enti locali, anche al fine di realizzare economie di gestione, possono utilizzare le strutture dell'amministrazione civile del Ministero dell'interno, alle quali conferiscono mandato nei limiti di cui al primo comma.

Note

(1) La norma in esame prevede una particolare figura di difesa personale al fine di ridurre la mole di lavoro dell'Avvocatura dello Stato, che trova applicazione nelle ipotesi in cui la p.a. sia attrice o convenuta. Sono infatti i dipendenti della stessa p.a. che sostengono la difesa dell'amministrazione davanti al giudice del lavoro, eccezione fatta per le ipotesi in cui vengono in rilievo questioni di massima o di notevoli riflessi economici dove è l'Avvocatura dello Stato che decide di assumere direttamente la trattazione della causa.

Massime relative all'art. 417 bis Codice di procedura civile

Cass. civ. n. 4690/2008

Allorché l'amministrazione statale sia costituita in giudizio avvalendosi di un proprio dipendente, secondo la previsione di cui all'art. 417 bis c.p.c., la notifica della sentenza di primo grado ai fini del decorso del termine di impugnazione va effettuata allo stesso dipendente; la citata norma, infatti, va interpretata nel senso che essa attribuisce al dipendente di cui l'amministrazione si sia avvalsa tutte le capacità connesse alla qualità di difensore in tale giudizio, ivi compresa quella di ricevere la notificazione della sentenza, ancorché tale atto si collochi necessariamente in un momento successivo alla conclusione del giudizio stesso.

Cass. civ. n. 752/2007

La notifica del ricorso per cassazione all'autorità amministrativa anziché all'Avvocatura dello Stato è possibile solo nell'ipotesi eccezionale di cui all'art. 23, quarto comma della legge n. 689 del 1981, che permette all'autorità, ed eventualmente all'organo periferico che ha emanato l'atto impugnato, di stare in giudizio per mezzo di un proprio funzionario; diversamente, qualora la P.A., parte del rapporto di lavoro dedotto in giudizio, siasi costituita direttamente e attraverso un proprio dipendente nel giudizio di primo grado, ai sensi dell'art. 417 bis c.p.c., gli atti degli ulteriori gradi o fasi del giudizio devono essere notificati all'Avvocatura dello Stato.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli € 29,90

N.B.: una volta effettuato il pagamento sarà possibile inviare documenti o altro materiale relativo al quesito posto; indicazioni sulle modalità dell'invio verranno fornite via email.

SEI UN AVVOCATO?
AFFIDA A NOI LE TUE RICERCHE!

Sei un professionista e necessiti di una ricerca giuridica su questo articolo? Un cliente ti ha chiesto un parere su questo argomento o devi redigere un atto riguardante la materia?
Inviaci la tua richiesta e ottieni in tempi brevissimi quanto ti serve per lo svolgimento della tua attività professionale!

Testi per approfondire questo articolo

  • Il processo del lavoro
    La disciplina processuale del lavoro privato, pubblico e previdenziale

    Editore: Giuffrè
    Data di pubblicazione: novembre 2010
    Prezzo: 75,00 -5% 71,25 €

    Dieci anni separano questa edizione dalla precedente, durante i quali sono state emanate nuove norme che direttamente o indirettamente hanno inciso sul processo del lavoro. Il volume analizza i temi del processo del lavoro nel privato e nel pubblico impiego nella sua evoluzione dalle origini alla più recente normativa, denominata collegato lavoro 2010 , legge del 4 novembre 2010, n. 183, pubblicata in GU n. 262 del 9 novembre 2010, s.o. n. 2431. L'opera in particolare si sofferma... (continua)

  • Diritto del lavoro
    Il processo

    Editore: Giuffrè
    Collana: Le fonti del diritto italiano
    Data di pubblicazione: marzo 2012
    Prezzo: 135,00 -5% 128,25 €

    Giunge alla sua seconda edizione il volume sul processo del lavoro, edizione resa indispensabile dal "Collegato lavoro" (l. 4 novembre 2010, n. 183). Il legislatore ha riproposto il disegno della c.d. "giustizia privata del lavoro" attraverso una serie di disposizioni, di carattere anche sostanziale, capaci di modificare - sia pure surrettiziamente - istituti rilevanti della materia. Il volume mantiene la sua strutturazione in due parti. La prima contiene il commento, articolo per... (continua)

  • Il nuovo processo del lavoro. Con CD-ROM

    Editore: CEDAM
    Collana: Il diritto applicato
    Pagine: 618
    Data di pubblicazione: febbraio 2011
    Prezzo: 60,00 -5% 57,00 €
  • Il contenzioso del lavoro

    Editore: Giappichelli
    Pagine: 486
    Data di pubblicazione: febbraio 2011
    Prezzo: 55,00 -5% 52,25 €

    Sotto la veste dimessa di un mero “Collegato lavoro”, la Legge 4 novembre 2010, n. 183, persegue un programma impegnativo di modifiche sostanziali e processuali al sistema di tutele delle condizioni di lavoro, già in parte accennate nella “Riforma Biagi” del 2003.

    Il cuore della riforma è individuabile in quel complesso di norme che in vario modo sono dirette ad affrontare i complessi problemi della giustizia del lavoro attraverso tecniche e... (continua)

  • Le prove nel processo civile e del lavoro

    Autore: Mormile Paolo
    Editore: Aracne
    Pagine: 76
    Data di pubblicazione: febbraio 2015
    Prezzo: 8 €

    L'opera affronta in modo accurato e analitico la disamina dei fondamentali istituti che caratterizzano la fase dell'istruzione probatoria nel processo civile ordinario di cognizione, nonché nel rito speciale del lavoro e previdenziale. Essa è il frutto della trentennale esperienza dell'autore come giudice civile e del lavoro, dapprima presso la Pretura/Tribunale di Napoli e poi presso la Sezione Lavoro del Tribunale di Roma. Tutti i mezzi di prova, messi a disposizione delle... (continua)

  • La controriforma della giustizia del lavoro

    Editore: Franco Angeli
    Collana: Quaderni di Questione giustizia
    Pagine: 208
    Data di pubblicazione: aprile 2011
    Prezzo: 24 €

    La politica del diritto del lavoro e delle relazioni industriali del centro-destra è stata caratterizzata, nell'ultimo decennio, dal tentativo di ridurre l'ambito della giurisdizione, di indebolire le organizzazioni sindacali non disposte ad abbandonare un ruolo conflittuale e di erodere l'argine rappresentato dalla inderogabilità delle norme di legge e dei contratti collettivi. In questo percorso si colloca ora la legge n. 183 del 2010, summa culturale e politica di una... (continua)

  • La riforma dei rapporti e delle controversie di lavoro

    Editore: Giuffrè
    Collana: Le nuove leggi civili
    Data di pubblicazione: febbraio 2011
    Prezzo: 58,00 -5% 55,10 €

    La XVI Legislatura ha portato a compimento la riforma del processo del lavoro, con la pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale del 9 novembre 2010 della legge 4 novembre, n. 183. Il provvedimento, composto di cinquanta articoli, oltre alle deleghe per la revisione della disciplina in tema di lavori usuranti e la riorganizzazione degli enti soggetti a vigilanza ministeriale, contiene importanti novità in tema di conciliazione ed arbitrato per il settore privato e pubblico e di rilancio... (continua)

  • Il diritto processuale del lavoro

    Editore: CEDAM
    Collana: Trattato del diritto del lavoro
    Pagine: 726
    Data di pubblicazione: marzo 2011
    Prezzo: 85,00 -5% 80,75 €

    L'Opera illustra compiutamente tutti gli aspetti del processo del lavoro.


    SOMMARIO 

    Introduzione

    CAP I: Mormile 'La competenza per materia e per territorio'

    CAP II: Franza 'Il ricorso'

    CAP III: Pozzaglia 'La memoria difensiva'

    CAP IV: Pisani 'Le preclusioni'

    CAP V: Boghetich 'L'udienza'

    CAP VI: Villani 'I poteri istruttori del giudice'

    CAP VII: Palladini 'I provvedimenti';

    CAP VIII: Brattoli e... (continua)

  • Collegato lavoro: conciliazione e arbitrato nel nuovo processo del lavoro

    Editore: Ipsoa
    Pagine: 308
    Data di pubblicazione: luglio 2011
    Prezzo: 35,00 -5% 33,25 €

    Il volume illustra tutta la disciplina contenuta nell'art. 31 della legge n. 183/2010 con riferimento alle nuove procedure di soluzione delle controversie di lavoro, con riguardo alle modalità di conciliazione e arbitrato (amministrativa dinanzi alla DPL, sindacale secondo le previsioni dei Contratti collettivi, in sede di certificazione, dinanzi all'apposito collegio di conciliazione e arbitrato).Apposite "check-list" presentano in modo schematico tutti i profili più... (continua)

  • La nuova giustizia del lavoro

    Editore: Cacucci
    Pagine: 464
    Data di pubblicazione: dicembre 2011
    Prezzo: 38,00 -5% 36,10 €