Brocardi.it - L'avvocato in un click! CHI SIAMO   CONSULENZA LEGALE

Articolo 151 Codice di procedura civile

(R.D. 28 ottobre 1940, n. 1443)

Forme di notificazione ordinate dal giudice

Dispositivo dell'art. 151 Codice di procedura civile

Il giudice può prescrivere (1), anche d'ufficio, con decreto steso in calce all'atto, che la notificazione sia eseguita in modo diverso da quello stabilito dalla legge (2), e anche per mezzo di telegramma collazionato (3) con avviso di ricevimento quando lo consigliano circostanze particolari (4) o esigenze di maggiore celerità, di riservatezza o di tutela della dignità (5).

Note

(1) Il provvedimento giudiziale che autorizza forme di notifica diverse da quelle ordinarie rappresenta una facoltà discrezionale basata su una valutazione delle circostanze operata dal giudice stesso. Tuttavia, è bene ricordare che il giudice resta pur sempre vincolato ai requisiti essenziali del procedimento notificatorio, quali la certificazione dell'ufficiale giudiziario, la consegna di copia conforme all'originale, e l'osservanza delle forme che assicurino la conoscenza dell'atto.
(2) Il giudice può disporre che vengano utilizzati mezzi particolari quali telefono, telegrafo, stampa, radio e altri apparecchiature elettroniche usate per trasmissioni di messaggi, quali il telefax. In ogni caso è necessario che si tratti di mezzi che offrono la certezza giuridica che l'atto sia venuto a conoscenza legale del destinatario. Inoltre, è prevista la possibilità di avvalersi di soggetti differenti dagli ufficiali giudiziari, quali ad esempio gli organi di polizia giudiziaria o i notai.
(3) Nell'ipotesi in cui il mittente abbia fatto correggere il testo originale prima della spedizione, si ritiene che sia privo di colpa per le eventuali divergenze tra originale e riproduzione (si cfr. l'art. 2706 del c.c.).
(4) La norma si riferisce ad una circostanza particolare, la quale deve essere tale da richiedere dei mezzi che assicurino una maggiore economia per la parte istante o maggiore sicurezza per il destinatario ovvero deve consistere nell'impossibilità di fatto di eseguire la notifica secondo i modi ordinari. Si pensi, ad esempio ad uno sciopero degli ufficiali giudiziari o ad una calamità naturale che abbia reso inutilizzabile gli uffici giudiziari.
(5) Ad esempio, l'esigenza di maggiore celerità sorge nel caso in cui l'esecuzione della notifica sia richiesta al fine di impedire una decadenza, non altrimenti evitabile attraverso i mezzi ordinari.

Ratio Legis

La norma in esame attribuisce al giudice un'ampia libertà di apprezzamento in relazione all'individuazione dei presupposti per la sua applicazione ed alla determinazione dei modi di procedere alla notifica, salvo il rispetto del diritto di difesa di cui all'art. 24 Cost..

Massime relative all'art. 151 Codice di procedura civile

Cass. civ. n. 20078/2008

La notifica del ricorso ex art. 28 della legge n. 300 del 1970, e dell'unito decreto di convocazione delle parti, mediante utilizzo del fax previa autorizzazione del giudice ai sensi dell'art. 151 c.p.c., effettuato ad opera del procuratore del ricorrente, trova giustificazione nelle esigenze di particolare celerità che caratterizzano il procedimento di repressione della condotta antisindacale, prevedendo la norma che il giudice decida nei due giorni successivi «convocate le parti » (e, quindi, nel rispetto dell'imprescindibile garanzia del contraddittorio ) ; conseguentemente, l'idoneità delle modalità di convocazione non specificamente stabilite dalla norma va valutata in funzione dell'effettiva attitudine a consentire la conoscenza del procedimento e il rispetto del diritto di difesa, dovendosi altresì escludere attesa la prescrizione di cui all'art. 137 c.p.c., che, nel prevedere che le notifiche siano effettuate dall'ufficiale giudiziario, fa salva l'ipotesi che sia disposto altrimenti la necessità di ricorrere all'ufficiale giudiziario.

Cass. civ. n. 14570/2007

Le ambasciate sono organi esterni dello Stato cui appartengono ed i loro titolari hanno la funzione di rappresentare ad ogni effetto ed in ogni campo, compreso quello privatistico, il proprio Stato presso quello straniero dove sono accreditati, con la conseguenza che l'ambasciatore è legittimato, in quanto tale, a rappresentare il proprio Stato nei giudizi in cui questo sia parte senza bisogno di alcun atto autorizzativo particolare. Ciò non esclude che l'attore possa citare in giudizio direttamente lo Stato rappresentato, e non l'ambasciatore, provvedendo alla notificazione della citazione e della sentenza direttamente all'organo che lo rappresenta; peraltro, la presenza dell'ambasciatore nello stesso luogo del giudice adito costituisce fatto notorio che esclude, di regola, la sussistenza di «circostanze particolari o esigenze di maggiore celerità» che giustificano la notificazione ai sensi dell'art. 151 c.p.c.

Cass. civ. n. 13868/2002

In tema di forme di notificazione autorizzate dal giudice, l'art. 151 c.p.c, applicabile, data la sua formulazione, anche alla notificazione degli atti di parte, lascia al giudice un'ampia libertà di apprezzamento in ordine alla individuazione dei presupposti per la sua applicazione e alla concreta determinazione delle modalità di notificazione, anche se tale libertà non è illimitata, dovendo le modalità prescelte essere pur sempre tali da non compromettere il diritto di difesa, tutelato dall'art. 24 come «inviolabile» in ogni stato e grado del processo. (Nella fattispecie, la Suprema Corte ha ritenuto legittima la notificazione del decreto di sequestro conservativo e della citazione per la convalida, eseguita all'estero per sunto e in sola lingua italiana entro il termine di quindici giorni stabilito dall'allora vigente art. 680 c.p.c. e seguita, poi, dalla notificazione secondo le forme ordinarie).

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli € 29,90

N.B.: una volta effettuato il pagamento sarà possibile inviare documenti o altro materiale relativo al quesito posto; indicazioni sulle modalità dell'invio verranno fornite via email.

SEI UN AVVOCATO?
AFFIDA A NOI LE TUE RICERCHE!

Sei un professionista e necessiti di una ricerca giuridica su questo articolo? Un cliente ti ha chiesto un parere su questo argomento o devi redigere un atto riguardante la materia?
Inviaci la tua richiesta e ottieni in tempi brevissimi quanto ti serve per lo svolgimento della tua attività professionale!

Testi per approfondire questo articolo

  • Manuale pratico delle notifiche in Italia e all'estero. Con CD-ROM
    La notifica civile, fallimentare, penale, amministrativa, tributaria e internazionale

    Autore: Merz Sandro
    Editore: CEDAM
    Pagine: 1212
    Data di pubblicazione: giugno 2013
    Prezzo: 85,00 -5% 80,75 €

    A sei anni dalla precedente edizione, il volume tiene conto delle vaste riforme legislative, nazionali ed europee, e della giurisprudenza vivace e innovativa che ha interessato la materia.

    Di fronte ad una simile complessa normativa, articolata in centinaia di leggi, si avverte la necessità di avere un quadro preciso e chiaro delle disposizioni legislative vigenti.

    Per agevolare una consultazione rapida e puntuale, l’opera è strutturata in cinque parti... (continua)

  • Le notificazioni e le comunicazioni telematiche nel processo civile. Posta elettronica e telefax. Con CD-ROM

    Editore: Gedit
    Collana: Datalexis
    Pagine: 120
    Data di pubblicazione: dicembre 2007
    Prezzo: 30,00 -5% 28,50 €
    In questo volume viene trattato il tema delle notificazioni e comunicazioni basate sulla tecnologia informatica e telematica, in base alle più recenti riforme del rito societario e del processo civile come la L. 28/12/2005, n. 263 e successive modifiche del 2006, nonché alla disciplina contenuta nel codice dell'amministrazione digitale (CAD) e vari regolamenti tecnici. Al citato quadro di riferimento normativo si accompagna l'interpretazione che viene offerta sul tema dalle prime pronunce... (continua)
  • Le notificazioni civili. Il perfezionamento

    Autore: Mancuso Carlo
    Collana: Modelli e tecniche dei processi civili
    Pagine: 352
    Data di pubblicazione: maggio 2015
    Prezzo: 40,00 -5% 38,00 €

    La notifica è un passaggio essenziale e imprescindibile nell'ambito del procedimento, in modo da assicurare che le parti abbiano avuto conoscenza di alcuni atti di particolare importanza per il contraddittorio.

    Il volume è diviso in due parti. La prima parte analizza le origini, il contenuto ed i limiti del principio del doppio momento perfezionativo della notifica. La seconda parte del volume è destinata a un’analisi articolata della casistica del momento... (continua)

  • La notificazione nel processo civile

    Editore: Giuffrè
    Collana: Univ.Trieste-Fac. di giurisprudenza
    Data di pubblicazione: aprile 2012
    Prezzo: 29,00 -5% 27,55 €

    L'opera affronta la materia della notificazione degli atti processuali civili, analizzando le varie fasi del procedimento notificatorio e le diverse modalità di trasmissione, comprese quelle telematiche, con attenzione ai vizi che possono inficiare la notificazione causandone l'irregolarità, la nullità o l'inesistenza. Oggetto di studio sono anche le problematiche connesse al principio della scissione degli effetti della notifica in capo al notificante ed al... (continua)

  • Le notificazioni dell'avvocato

    Editore: Giuffrè
    Collana: Officina. Civile e processo
    Pagine: 78
    Data di pubblicazione: settembre 2013
    Prezzo: 18,00 -5% 17,10 €

    L'opera affronta le seguenti tematiche: Notifica diretta e tramite PEC: modalità e adempimenti pratici; Regime fiscale della notificazione in proprio; Intimazione ai testimoni tramite servizio postale, posta elettronica certificata; Rilascio, mantenimento e revoca dell'autorizzazione della facoltà.

    (continua)