Brocardi.it - L'avvocato in un click! CHI SIAMO   CONSULENZA LEGALE

Articolo 2897 Codice Civile

(R.D. 16 marzo 1942, n. 262)

[Aggiornato al 30/09/2020]

Regresso dell'acquirente divenuto compratore all'incanto

Dispositivo dell'art. 2897 Codice Civile

Il terzo acquirente al quale è stato aggiudicato l'immobile ha regresso contro il venditore per il rimborso di ciò che eccede il prezzo stipulato nel contratto di vendita [2866](1).

Note

(1) Si fa riferimento alla circostanza in cui il prezzo di aggiudicazione dell'immobile sia risultato più elevato rispetto alla cifra per la quale era stato in precedenza venduto al terzo, che ha pertanto un pieno diritto di regresso nei confronti del proprio alienante.

Ratio Legis

La norma stabilisce che l'aggiudicatario all'incanto, ossia il terzo acquirente, possa chiedere al proprio venditore una somma di denaro a titolo di rimborso e che questi possa liberarsi pagando l'equivalente di capitale e spese, ma escludendo quello già versato al creditore, al fine di evitare un eccessivo ed ingiustificato arricchimento.

Spiegazione dell'art. 2897 Codice Civile

Il terzo acquirente può rendersi aggiudicatario dell’immobile ipotecato, senza dover trascrivere il decreto di trasferimento, e ha regresso contro il venditore per l’eccesso del prezzo

Il tero acquirente può rendersi, nella vendita all’incanto, egli stesso aggiudicatario dell’immobile ipotecato, poiché il divieto di fare offerta all’incanto è posto solo per il debitore (art. 579 del c.p.c., comma 1), sia perché non gli deve essere lecito per sottrarsi all'integrale pa­gamento dei debiti ipotecari, ma non può valere per il terzo acquirente, che non è personalmente obbligato (art. 604 del c.p.c., comma 1). Se egli si rende aggiudicatario non deve trascrivere il decreto civ.). di trasferimento. La ragione della dispensa da questo obbligo non è già, che il terzo acquirente aggiudicatario si consideri proprietario dell'immobile ipo­tecato ma sempre in forza del suo primo titolo d'acquisto, é , invece, quest'altra: che non v'è una mutazione di proprietà da persona a per­sona, benché vi sia realmente una mutazione nel titolo di acquisto, in quanto, effettivamente, vi è un nuovo trasferimento rispetto alla stessa persona. Ed è perciò che la legge esige che il decreto di trasferimento sia annotato in margine alla trascrizione dell'atto di acquisto.

Appunto perchè il terzo acquirente aggiudicatario dell'immobile ne resta proprietario in virtù del decreto di trasferimento, col quale si chiude il giudizio di purgazione da lui istituito, l'art. 2897 gli concede il regresso contro il venditore per il rimborso di ciò che eccede il prezzo con lui stipulato nel contratto di vendita ed offerto da principio ai cre­ditori iscritti. Questo regresso suppone, evidentemente, l'evizione del suo primo titolo di acquisto, il quale, perciò, si estingue per dar luogo ad un nuovo titolo di acquisto, che è il decreto di trasferimento.

Relazione al Codice Civile

(Relazione del Ministro Guardasigilli Dino Grandi al Codice Civile del 4 aprile 1942)

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.

SEI UN AVVOCATO?
AFFIDA A NOI LE TUE RICERCHE!

Sei un professionista e necessiti di una ricerca giuridica su questo articolo? Un cliente ti ha chiesto un parere su questo argomento o devi redigere un atto riguardante la materia?
Inviaci la tua richiesta e ottieni in tempi brevissimi quanto ti serve per lo svolgimento della tua attività professionale!

Testi per approfondire questo articolo

  • Come liberare gli immobili dalle ipoteche

    Pagine: 90
    Data di pubblicazione: luglio 2017
    Prezzo: 18,00 -5% 17,10 €
    Categorie: Ipoteca

    Il procedimento di liberazione degli immobili dalle ipoteche consiste nell’iniziativa del terzo acquirente a versare una somma pari al prezzo stipulato o al valore dichiarato del bene oggetto della garanzia ipotecaria e nel provvedimento del tribunale che distribuisce la somma versata, o ricavata dalla vendita, e alla cancellazione delle iscrizioni ipotecarie.

     

    Strutturato in forma di quesiti, il testo risponde a tutti i dubbi riguardanti il procedimento di... (continua)

  • L' ipoteca

    Pagine: 576
    Data di pubblicazione: marzo 2017
    Prezzo: 58,00 -5% 55,10 €
    Categorie: Ipoteca
    Il volume è dedicato ad un'analisi approfondita dell'ipoteca, istituto disciplinato dal codice civile e della legislazione speciale, che si concretizza in un diritto reale di garanzia che ha per oggetto, normalmente, beni immobili o beni mobili registrati che rimangono in possesso del debitore, pur mantenendo la loro funzione di garanzia. Negli ultimi anni, la materia ha subito numerose modifiche a seguito di alcuni interventi del legislatore, specialmente nel 2016, e di numerose... (continua)
  • Pegno e ipoteca. Aspetti sostanziali e risposte giurisprudenziali a questioni pratiche

    Editore: Giuffrè
    Collana: Risposte giurisprudenziali
    Data di pubblicazione: giugno 2013
    Prezzo: 32,00 -5% 30,40 €
    Categorie: Ipoteca, Pegno

    Il presente volume affronta in maniera sistematica ed esaustiva le principali questioni giuridiche che si "agitano" intorno alle figure del pegno e dell'ipoteca, con particolare attenzione alle ricadute pratiche di interesse dell'operatore del diritto, alla luce della più recente giurisprudenza e delle ultime modifiche alla disciplina degli istituti introdotte dal Legislatore. La prima parte del testo, dedicata al pegno, approfondisce le tematiche della natura giuridica,... (continua)