Brocardi.it - L'avvocato in un click! CHI SIAMO   CONSULENZA LEGALE

Articolo 779 Codice civile

(R.D. 16 marzo 1942, n. 262)

[Aggiornato al 10/06/2019]

Donazione a favore del tutore o protutore

Dispositivo dell'art. 779 Codice civile

È nulla la donazione [1418 c.c.] a favore di chi è stato tutore o protutore del donante, se fatta prima che sia stato approvato il conto(1) o sia estinta l'azione per il rendimento del conto medesimo [385, 388 c.c.].

Si applicano le disposizioni dell'articolo 599(2).

Note

(1) Si tratta del conto finale dell'amministrazione che il tutore è tenuto a presentare entro due mesi dalla cessazione delle sue funzioni per rendere conto della gestione del patrimonio dell'interdetto.
(2) La donazione fatta al padre, alla madre, ai discendenti o al coniuge del tutore o del protutore è ugualmente nulla, in quanto tali persone si presumono interposte.

Ratio Legis

Il tutore può avere una grande influenza sull'incapace, in considerazione del ruolo svolo e dell'infermità di quest'ultimo. Par tale motivo le donazioni compiute dall'interdetto in favore del tutore sono nulle.

Spiegazione dell'art. 779 Codice civile

Più che di incapacità si tratta di divieto a ricevere per donazione; esso si riferisce non solo al tutore ma anche al protutore nel caso in cui questi sostituisca il tutore nell’amministrazione dei beni. L’ipotesi fatta dall’art. 779 è quella del minore divenuto maggiorenne o dell’interdetto uscito dall’interdizione che intendano donare al proprio tutore; ed è l’unica ipotesi cui si riferisce l’articolo in esame, poiché il minore e l’interdetto, prima di tale epoca, non possono fare donazioni (art. 774). Il divieto di ricevere, imposto al tutore ed al protutore e che si spiega riflettendo al sospetto avvertito dal legislatore di una violenza morale esercitata sull’incapace da chi lo rappresenta, colpisce questo dall’inizio del suo ufficio fino alla resa del conto oppure al momento in cui si è estinta l’azione per renderlo.
Il divieto è inderogabile; non si può, perciò, ritenere che, com’è stabilito per le disposizioni testamentarie, sia valida la donazione fatta in favore del tutore o del protutore che sia ascendente, discendente, fratello, sorella o coniuge del donante in quanto, trattandosi di un’eccezione e non essendo questa prevista nell'articolo in esame, non può essere dall’interprete estesa a casi non contemplati.
La nullità è assoluta: essa, cioè, sussiste anche se la donazione è simulata, poiché plus valet quod agitur quam quod simulate concipitur; come, del pari, è nulla se è fatta sotto nome di interposta persona: tali sono ritenuti dalla legge il padre, la madre, i discendenti ed il coniuge della persona incapace anche se condonatari. Si tratta di una presunzione che non ammette prova in contrario. Per decidere se si abbia o no interposizione di persona, cioè per stabilire se il donatario sia da ritenersi persona interposta, deve considerarsi la posizione che, nei confronti dell’incapace, egli ha al momento in cui viene fatta la donazione.

Relazione al Codice Civile

(Relazione del Ministro Guardasigilli Dino Grandi al Codice Civile del 4 aprile 1942)

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterā seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.

SEI UN AVVOCATO?
AFFIDA A NOI LE TUE RICERCHE!

Sei un professionista e necessiti di una ricerca giuridica su questo articolo? Un cliente ti ha chiesto un parere su questo argomento o devi redigere un atto riguardante la materia?
Inviaci la tua richiesta e ottieni in tempi brevissimi quanto ti serve per lo svolgimento della tua attività professionale!

Testi per approfondire questo articolo

  • Liberalitā indirette. Enunciazione dell'intento liberale quale metodologia operativa

    Editore: Ipsoa
    Collana: Notariato e diritto di famiglia
    Pagine: 432
    Data di pubblicazione: dicembre 2011
    Prezzo: 55,00 -5% 52,25 €
    Categorie: Donazioni

    Il presente volume, analizzando l'evoluzione dottrinale e giurisprudenziale degli ultimi anni in tema di donazioni e atti di liberalità , vuole ridurre le esitazioni che inducono spesso i notai a non evidenziare in un atto l'intento liberale per paura delle conseguenze che questo può comportare sulla stabilità del negozio e sui successivi trasferimenti e cerca di incoraggiare l'applicazione di schemi tipici come l'adempimento del terzo o il contratto in favore del... (continua)

  • Le donazioni. Tecniche redazionali e note di commento

    Editore: Ipsoa
    Collana: Notariato. Quaderni
    Pagine: 402
    Data di pubblicazione: febbraio 2014
    Prezzo: 30,00 -5% 28,50 €
    Categorie: Donazioni

    Il volume analizza i molteplici aspetti dell'istituto delle donazioni, tema di grande interesse per i notai e gli operatori del diritto in generale. Il volume fornisce le tecniche redazionali, nelle quali possono essere trasfusi accordi e negozi a titolo gratuito, ed esaustive note di commento. Arricchiscono il testo aggiornati riferimenti dottrinali e giurisprudenziali relativi alle più importanti questioni di carattere sostanziale e fiscale, finalizzati ad inquadrare agevolmente... (continua)

  • La circolazione dei beni di provenienza donativa

    Collana: Quaderni della Rassegna di dirit. civile
    Pagine: 164
    Data di pubblicazione: novembre 2012
    Prezzo: 18 €
    Categorie: Donazioni

    L'indagine muove dall'analisi dei rilevanti ostacoli alla circolazione dei beni di provenienza donativa originati dalla disciplina contenuta negli artt. 561 e 563 c.c. Rilevate, nel primo capitolo, la inadeguatezza e la dubbia validità di gran parte delle soluzioni negoziali escogitate dalla prassi professionale, nonché la perdurante impossibilità, pur dopo la (timida) riforma del 2005, per i riservatari in pectore di rinunciare, ante mortem del donante, all'azione di... (continua)

  • Acquisti in comunione legale e circolazione dei beni di provenienza donativa

    Autore: Patti Filippo
    Editore: Ipsoa
    Pagine: 176
    Data di pubblicazione: giugno 2011
    Prezzo: 30,00 -5% 28,50 €

    Il volume tratta due temi, gli acquisti in regime di comunione legale di beni e la circolazione dei beni di provenienza donativa, entrambi di notevole interesse per i professionisti soprattutto per la necessità di trovare espedienti utili che consentano di arginare situazioni e fenomeni non adeguatamente risolvibili con i mezzi offerti dalla normativa esistente.

    Per ciascun argomento, partendo da un inquadramento generale, si analizzano poi le questioni interpretative ed... (continua)

  • Donazioni, atti gratuiti, patti di famiglia e trusts successorii. Con CD-ROM

    Editore: Zanichelli
    Collana: Dottrina Casi Sistemi
    Pagine: 752
    Data di pubblicazione: luglio 2010
    Prezzo: 125,00 -5% 118,75 €
    Categorie: Donazioni, Trust

    Nella prima parte dell'opera si esaminano le nozioni di atto gratuito liberale e atto gratuito non liberale, la giustificazione non patrimoniale del contratto gratuito atipico, liberalità d'uso e donazioni di modico valore, donazione rimuneratoria, donazione modale, donazione mista, donazioni indirette, il configurarsi della fattispecie nell'ambito della fenomenologia successoria, capacità di donare, conferma delle donazioni nulla, la regola di gratuità degli atti di... (continua)