Brocardi.it - L'avvocato in un click! CHI SIAMO   CONSULENZA LEGALE

Articolo 777 Codice Civile

(R.D. 16 marzo 1942, n. 262)

[Aggiornato al 28/02/2021]

Donazioni fatte da rappresentanti di persone incapaci

Dispositivo dell'art. 777 Codice Civile

Il padre(1) e il tutore non possono fare donazioni per la persona incapace [2 c. 1 c.c.] da essi rappresentata(2).

Sono consentite, con le forme abilitative richieste(3), le liberalità in occasione di nozze a favore dei discendenti dell'interdetto o dell'inabilitato [785 c.c.].

Note

(1) Leggasi la persona che esercita la responsabilità genitoriale sul figlio minore, quindi anche la madre (v. 316 del c.c.).
(2) Tali donazioni sono nulle.
(3) Ossia le forme abilitative richieste per gli atti di disposizione: per le donazione compiute dal tutore dell'interdetto serve l'autorizzazione del tribunale e parere del giudice tutelare (v. l'art. 424 del c.c.), per l'inabilitato serve l'assistenza del curatore, e l'autorizzazione del tribunale, su parere del giudice tutelare (v. l'art. 424 del c.c.).

Ratio Legis

La donazione è un atto personalissimo, che dunque può essere compiuta solo dal donante: non si ammette che lo spirito di liberalità e la diminuzione del patrimonio del donante possano, rispettivamente, provenire ed essere provocata da un soggetto diverso rispetto al donante.

Spiegazione dell'art. 777 Codice Civile

Sotto il vecchio codice del 1865 si discuteva se le persone dichiarate incapaci di fare personalmente delle donazioni, le avessero potuto porre in essere per mezzo di coloro ai quali la legge affidava la rappresentanza e la tutela dei loro diritti. La questione, già risolta dalla dottrina prevalente in senso negativo, è stata così decisa dal codice; ed è una soluzione da approvarsi, perché nell’ipotesi in esame viene meno lo scopo della rappresentanza: quello, cioè, di rendere possibile che siano compiuti nell’interesse dell’incapace atti necessari, atti, cioè che non possono essere omessi senza pregiudicare l’interesse dell’incapace stesso.
La donazione non è un atto necessario, né risponde ad un interesse dell’incapace; inoltre, la donazione è un atto essenzialmente personale, nel senso, cioè, che l’animus donandi deve essere proprio del disponente; una conferma di tale requisito è data dal fatto che il codice prevede la nullità del mandato a donare. Ne consegue che, se il rappresentante legale del minore compie una donazione per il minore, tale atto è nullo e non solamente annullabile, trattandosi di un divieto giustificato da difetto assoluto di capacità.
Deroga a questi principi il comma 2; per esso il rappresentante di una persona incapace può, con le forme abilitative richieste, donare a favore di un discendente di detta persona, in occasione di matrimonio. Sono consentiti al rappresentante dell’incapace le liberalità in occasione di servizi resi o i regali d’uso, purché non costituiscano donazioni: non così le donazioni remuneratorie (art. 770).

Relazione al Codice Civile

(Relazione del Ministro Guardasigilli Dino Grandi al Codice Civile del 4 aprile 1942)

Tesi di laurea correlate all'articolo

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli 29,90 €

Nel caso si necessiti di allegare documentazione o altro materiale informativo relativo al quesito posto, basterà seguire le indicazioni che verranno fornite via email una volta effettuato il pagamento.

SEI UN AVVOCATO?
AFFIDA A NOI LE TUE RICERCHE!

Sei un professionista e necessiti di una ricerca giuridica su questo articolo? Un cliente ti ha chiesto un parere su questo argomento o devi redigere un atto riguardante la materia?
Inviaci la tua richiesta e ottieni in tempi brevissimi quanto ti serve per lo svolgimento della tua attività professionale!

Testi per approfondire questo articolo

  • Liberalitā indirette. Enunciazione dell'intento liberale quale metodologia operativa

    Editore: Ipsoa
    Collana: Notariato e diritto di famiglia
    Pagine: 432
    Data di pubblicazione: dicembre 2011
    Prezzo: 55,00 -5% 52,25 €
    Categorie: Donazioni

    Il presente volume, analizzando l'evoluzione dottrinale e giurisprudenziale degli ultimi anni in tema di donazioni e atti di liberalità , vuole ridurre le esitazioni che inducono spesso i notai a non evidenziare in un atto l'intento liberale per paura delle conseguenze che questo può comportare sulla stabilità del negozio e sui successivi trasferimenti e cerca di incoraggiare l'applicazione di schemi tipici come l'adempimento del terzo o il contratto in favore del... (continua)

  • La donazione al minore e l'usufrutto legale

    Collana: Soluzioni di diritto
    Pagine: 84
    Data di pubblicazione: giugno 2018
    Prezzo: 18,00 -5% 17,10 €
    Categorie: Usufrutto, Donazioni
    L'opera affronta gli strumenti di protezione del patrimonio immobiliare della famiglia, con particolare riferimento alle ipotesi donative che coinvolgono soggetti minori di età. Il manuale vuole essere un aiuto al professionista per affrontare le diverse ipotesi applicative e risolvere il conflitto di interessi che viene a crearsi tra genitore e figlio non ancora maggiorenne, nell'ambito dei trasferimenti immobiliari. L'Autrice offre inoltre risposte ad una serie di interrogativi... (continua)
  • Diritto delle successioni e delle donazioni
    Le donazioni

    Data di pubblicazione: febbraio 2015
    Prezzo: 38 €
    Categorie: Donazioni

    L'opera, risultato di una raccolta di scritti di un gruppo di autori, con esperienze e professionalità diverse, si pone l'obiettivo di sistemare gli istituti e i problemi successori senza sacrificare gli approfondimenti utili per un insegnamento progredito e per l'aggiornamento professionale. I contributi, aggiornati e corredati da indicazioni giurisprudenziali e dottrinali, sono caratterizzati da un'impostazione rispettosa della "tecnica" e dei "concetti" ma consapevole del loro... (continua)

  • La circolazione dei beni di provenienza donativa

    Collana: Quaderni della Rassegna di dirit. civile
    Pagine: 164
    Data di pubblicazione: novembre 2012
    Prezzo: 18 €
    Categorie: Donazioni

    L'indagine muove dall'analisi dei rilevanti ostacoli alla circolazione dei beni di provenienza donativa originati dalla disciplina contenuta negli artt. 561 e 563 c.c. Rilevate, nel primo capitolo, la inadeguatezza e la dubbia validità di gran parte delle soluzioni negoziali escogitate dalla prassi professionale, nonché la perdurante impossibilità, pur dopo la (timida) riforma del 2005, per i riservatari in pectore di rinunciare, ante mortem del donante, all'azione di... (continua)

  • Acquisti in comunione legale e circolazione dei beni di provenienza donativa

    Autore: Patti Filippo
    Editore: Ipsoa
    Pagine: 176
    Data di pubblicazione: giugno 2011
    Prezzo: 30,00 -5% 28,50 €

    Il volume tratta due temi, gli acquisti in regime di comunione legale di beni e la circolazione dei beni di provenienza donativa, entrambi di notevole interesse per i professionisti soprattutto per la necessità di trovare espedienti utili che consentano di arginare situazioni e fenomeni non adeguatamente risolvibili con i mezzi offerti dalla normativa esistente.

    Per ciascun argomento, partendo da un inquadramento generale, si analizzano poi le questioni interpretative ed... (continua)

  • Le donazioni. Tecniche redazionali e note di commento

    Editore: Ipsoa
    Collana: Notariato. Quaderni
    Pagine: 402
    Data di pubblicazione: febbraio 2014
    Prezzo: 30,00 -5% 28,50 €
    Categorie: Donazioni

    Il volume analizza i molteplici aspetti dell'istituto delle donazioni, tema di grande interesse per i notai e gli operatori del diritto in generale. Il volume fornisce le tecniche redazionali, nelle quali possono essere trasfusi accordi e negozi a titolo gratuito, ed esaustive note di commento. Arricchiscono il testo aggiornati riferimenti dottrinali e giurisprudenziali relativi alle più importanti questioni di carattere sostanziale e fiscale, finalizzati ad inquadrare agevolmente... (continua)