Brocardi.it - L'avvocato in un click! CHI SIAMO   CONSULENZA LEGALE

Articolo 666 Codice civile

(R.D. 16 marzo 1942, n. 262)

[Aggiornato al 10/06/2019]

Trasmissione all'erede della facoltÓ di scelta

Dispositivo dell'art. 666 Codice civile

Tanto nel legato di genere [653 c.c.] quanto in quello alternativo [665 c.c.], se l'onerato o il legatario a cui compete la scelta non ha potuto farla(1), la facoltà di scegliere si trasmette al suo erede.

La scelta fatta è irretrattabile(2)(3)(4) [1286 c.c.].

Note

(1) La trasmissione del diritto di scelta si ha nei soli casi in cui l'onerato o il legatario non possa scegliere (es. per morte sopravvenuta) e non qualora non voglia scegliere. In tale ultimo caso è applicabile l'art. 631 del c.c. che rimette la scelta all'autorità giudiziaria.
(2) E' ammessa la scelta tramite un rappresentate (v. Libro IV, Titolo II, Capo VI del c.c.), che agisce in nome e per conto del diretto interessato.
Non è richiesta una forma solenne.
(3) Si ritiene che la scelta sia un atto recettizio. Come tale può essere revocata fino a quando non giunge a conoscenza del destinatario.
(4) Dubbia è la procedura da seguire qualora gli eredi a cui spetti la scelta siano più d'uno e non vi sia accordo: secondo alcuni prevarrebbe la maggioranza, secondo altri si dovrebbe far ricorso all'autorità giudiziaria.

Ratio Legis

L'irretrattabilità della scelta risponde alla necessità di dare certezza ai rapporti giuridici.

Spiegazione dell'art. 666 Codice civile

Gli articoli 664, 665 e 666 riproducono, con formule più sintetiche e più precise, le disposizioni contenute negli articoli #870#-#875# codice 1865. Le regole stabilite sono queste:
a) Tanto nel legato di cosa determinata soltanto nel genere (la formula dell’art. 664 è più perspicua di quella dell’art. #870# codice 1865: "cosa indeterminata cadente sotto di un genere o di una specie"), quanto nel legato alternativo, la scelta spetta all’onerato, ma è fatta salva al testatore la facoltà di attribuirla al legatario o di affidarla ad un terzo.
b) La facoltà di scelta spettante all’onerato o al legatario, è trasmissibile agli eredi.
c) La scelta fatta è irretrattabile.
d) Nel legato di cosa determinata soltanto nel genere, la persona che ha il diritto di fare la scelta, deve scegliere una cosa di media qualità; ma se si tratta del legatario, egli può, se le cose del genere indicato si trovano nella eredità, scegliere la cosa migliore (la formula dell’art. 664 comma 2 è più corretta di quella dell’art. #873# codice 1865, che richiamava, rispetto al legatario, la regola posta per l’erede, nell’art. #870#, con un'incongruenza che la dottrina aveva rilevato).
e) Sempre nel legato di cosa determinata solo nel genere, se la scelta è affidata al terzo e questi non possa o non voglia farla, essa sarà fatta dal Presidente del Tribunale del luogo in cui si è aperta la successione.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli € 29,90

N.B.: una volta effettuato il pagamento sarà possibile inviare documenti o altro materiale relativo al quesito posto; indicazioni sulle modalità dell'invio verranno fornite via email.

SEI UN AVVOCATO?
AFFIDA A NOI LE TUE RICERCHE!

Sei un professionista e necessiti di una ricerca giuridica su questo articolo? Un cliente ti ha chiesto un parere su questo argomento o devi redigere un atto riguardante la materia?
Inviaci la tua richiesta e ottieni in tempi brevissimi quanto ti serve per lo svolgimento della tua attività professionale!

Testi per approfondire questo articolo

  • La rinunzia all'ereditÓ e al legato

    Collana: Nuova giurisprudenza dir. civile e comm.
    Pagine: 560
    Data di pubblicazione: marzo 2012
    Prezzo: 50,00 -5% 47,50 €

    L’Opera approfondisce tutte le tematiche in materia di rinuncia di eredità e di legato ed, in particolare, oltre all’esame dei principi generali, si sofferma sui soggetti legittimati alla rinunzia, gli effetti, la struttura e i diversi tipi dell’atto di rinunzia.

    Il volume, aggiornato alla recente giurisprudenza di merito e di legittimità, risulta essere un fondamentale strumento sia per l’approfondimento della materia sia per la pratica... (continua)

  • I legati a contenuto atipico e tipico nella prassi notarile

    Editore: Ipsoa
    Collana: Quaderni di notariato
    Data di pubblicazione: aprile 2015
    Prezzo: 30,00 -5% 28,50 €
    Categorie: Il legato, Notariato

    Il legato è un istituto il cui contenuto è commisurato alle esigenze sempre nuove del testatore e pur mantenendo sempre la stessa struttura, di per sé già idonea a garantire una successione a titolo particolare di qualsiasi diritto, nel corso dei secoli è stato riempito in maniera sempre diversa in funzione delle sue finalità.

    Il legato quindi è in grado di produrre qualsiasi effetto, reale o obbligatorio, che il nostro ordinamento... (continua)

  • Funzione e vicende dei legati. Il legato di debito

    Collana: Quaderni źDiritto successioni e famiglia╗
    Pagine: 208
    Data di pubblicazione: febbraio 2016
    Prezzo: 24 €
    Categorie: Il legato

    Lo studio propone un approccio al tema della successione a titolo particolare incentrato sulla valorizzazione degli interessi concretamente rilevanti nelle singole fattispecie: emerge così la necessità di ricostruire anche la disciplina dei legati secondo la funzione che le singole attribuzioni realizzano di volta in volta. In questa prospettiva, il legato di debito, momento di peculiare intersezione della normativa successoria con quella del rapporto obbligatorio, offre... (continua)