Brocardi.it - L'avvocato in un click! CHI SIAMO   CONSULENZA LEGALE

Articolo 2379 ter Codice civile

(R.D. 16 marzo 1942, n. 262)

Invalidità delle deliberazioni di aumento o di riduzione del capitale e della emissione di obbligazioni

Dispositivo dell'art. 2379 ter Codice civile

Nei casi previsti dall'articolo 2379 l'impugnativa dell'aumento di capitale, della riduzione del capitale ai sensi dell'articolo 2445 o della emissione di obbligazioni non può essere proposta dopo che siano trascorsi centottanta giorni dall'iscrizione della deliberazione nel registro delle imprese o, nel caso di mancata convocazione, novanta giorni dall'approvazione del bilancio dell'esercizio nel corso del quale la deliberazione è stata anche parzialmente eseguita.

Nelle società che fanno ricorso al mercato del capitale di rischio l'invalidità della deliberazione di aumento del capitale non può essere pronunciata dopo che a norma dell'articolo 2444 sia stata iscritta nel registro delle imprese l'attestazione che l'aumento è stato anche parzialmente eseguito; l'invalidità della deliberazione di riduzione del capitale ai sensi dell'articolo 2445 o della deliberazione di emissione delle obbligazioni non può essere pronunciata dopo che la deliberazione sia stata anche parzialmente eseguita.

Resta salvo il diritto al risarcimento del danno eventualmente spettante ai soci e ai terzi.

Ratio Legis

Il regime differenziato nelle ipotesi previste dalla norma, rispetto alle altre deliberazioni nulle, è giustificato dalla esigenza di assicurare la stabilità degli assetti societari in alcune delle fattispecie più delicate della vita di una società azionaria, tutte comportanti riflessi nei confronti dei terzi.

Spiegazione dell'art. 2379 ter Codice civile

Per il decorso del termine di 90 giorni dall'approvazione del bilancio, non è necessario che la deliberazione assembleare di approvazione sia valida, purché non sia essa stessa viziata per mancanza di convocazione..
L'esecuzione, anche parziale, delle delibere di riduzione del capitale sociale o di emissione di obbligazioni, che preclude la pronuncia di invlaidità, va intesa come compimento di atti di esecuzione aventi rilievo esterno.
La norma in commento è applicabile anche alle delibere del consiglio di amministrazione aventi ad oggetto un aumento di capitale o l'emissione di obbligazioni.

Massime relative all'art. 2379 ter Codice civile

Cass. civ. n. 14932/2016

L'azione intesa a far dichiarare la nullità della delibera di aumento del capitale, in conseguenza della nullità della delibera di riduzione del capitale per perdite (nella specie, dichiarata con statuizione coperta da giudicato interno), resta soggetta alla decadenza di cui all'art. 2379 ter, comma 1, c.c., non incidendo sul regime di proponibilità della domanda la natura derivata della nullità.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli € 29,90

N.B.: una volta effettuato il pagamento sarà possibile inviare documenti o altro materiale relativo al quesito posto; indicazioni sulle modalità dell'invio verranno fornite via email.

SEI UN AVVOCATO?
AFFIDA A NOI LE TUE RICERCHE!

Sei un professionista e necessiti di una ricerca giuridica su questo articolo? Un cliente ti ha chiesto un parere su questo argomento o devi redigere un atto riguardante la materia?
Inviaci la tua richiesta e ottieni in tempi brevissimi quanto ti serve per lo svolgimento della tua attività professionale!

Testi per approfondire questo articolo

  • Le deleghe di competenze assembleari nelle società per azioni

    Editore: Giuffrè
    Collana: Quaderni di giurisprudenza commerciale
    Data di pubblicazione: dicembre 2009
    Prezzo: 56,00 -5% 53,20 €
    Categorie: Assemblea

    Le deleghe di competenze assembleari fra passato e futuro - Dalla "delega agli amministratori" alla "delega di competenze assembleari" - La "delega di competenze assembleari" fra fattispecie legale ed autonomia privata (La delega tipica. Una fattispecie dai contorni sfumati - La delega atipica. Una triplice direttrice di indagine) - Le competenze delegabili: un esame casistico (Deleghe in materia di struttura finanziaria dell'impresa sociale - Deleghe in materia di fusione e scissione -... (continua)