Brocardi.it - L'avvocato in un click! CHI SIAMO   CONSULENZA LEGALE

Articolo 2136 Codice civile

(R.D. 16 marzo 1942, n. 262)

[Aggiornato al 10/06/2019]

Inapplicabilità delle norme sulla registrazione

Dispositivo dell'art. 2136 Codice civile

Le norme relative alla iscrizione nel registro delle imprese [2188, 2195] non si applicano agli imprenditori agricoli [2135], salvo quanto è disposto dall'articolo 2200.(1)

Note

(1) Articolo da considerarsi implicitamente abrogato per incompatibilità con l'art. 2 del D. Lgs. 18/05/2001, n. 228 (Testo Unico sull'agricoltura) che dispone: "L'iscrizione degli imprenditori agricoli, dei coltivatori diretti e delle società semplici esercenti attività agricola nella sezione speciale del registro delle imprese di cui all'articolo 2188 e seguenti del codice civile, oltre alle funzioni di certificazione anagrafica ed a quelle previste dalle leggi speciali, ha l'efficacia di cui all'articolo 2193 del codice civile."

Ratio Legis

L'art. 2 del D. Lgs. n. 228 del 2001 costituisce un'innovazione di vasta portata che segna un distacco dall'originario regime codicistico.

Spiegazione dell'art. 2136 Codice civile

Con l'art. 2 del D. Lgs. n, 228 del 2001 (Testo Unico sull'agricoltura), l'impresa agricola viene assoggettata al regime di pubblicità dichiarativa e ad una doppia tutela propria delle imprese commerciali:
  1. la protezione degli interessi dell'imprenditore, che può opporre ai terzi i fatti iscritti senza alcun onere di provarne l'effettiva conoscenza dei terzi;
  2. la tutela dei terzi che non possono vedersi opporre i fatti non pubblicizzati dei quali la legge prescrive l'iscrizione e che sono privi di tale garanzia soltanto quando l'imprenditore fornisce la prova che essi ne avevano auto conoscenza in altro modo.
L'art. 2 del D. Lgs. n, 228 del 2001 ha introdotto una differenziazione sul piano della gerarchia degli effetti della pubblicità derivante dalla iscrizione delle imprese ad oggetto agricolo, e ha modificato tale gerarchia ponendo in primo piano l'effetto di cui all'art. 2193 e, in secondo piano, equiparandoli, ha quindi previsto efficacia dichiarativa alla iscrizione nella sezione speciale delle imprese agricole.

L'iscrizione nel registro delle imprese, dunque, non ha effetti costitutivi: l'acquisto della qualità di imprenditore è indipendente da qualsiasi adempimento formale o burocratico, perché si produce in conseguenza dell'inizio di fatto dell'esercizio dell'attività.

Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Scrivi alla nostra redazione giuridica

e ricevi la tua risposta entro 5 giorni a soli € 29,90

N.B.: una volta effettuato il pagamento sarà possibile inviare documenti o altro materiale relativo al quesito posto; indicazioni sulle modalità dell'invio verranno fornite via email.

SEI UN AVVOCATO?
AFFIDA A NOI LE TUE RICERCHE!

Sei un professionista e necessiti di una ricerca giuridica su questo articolo? Un cliente ti ha chiesto un parere su questo argomento o devi redigere un atto riguardante la materia?
Inviaci la tua richiesta e ottieni in tempi brevissimi quanto ti serve per lo svolgimento della tua attività professionale!

Testi per approfondire questo articolo

  • Le crisi d'impresa in un'economia finanziaria

    Editore: Giappichelli
    Data di pubblicazione: settembre 2018
    Prezzo: 17,00 -5% 16,15 €
    Il volume cerca di cogliere il senso delle riforme (soprattutto il Codice della crisi e dell'insolvenza elaborato dalla Seconda Commissione Rordorf) che stanno mutando il volto del diritto concorsuale. Il problema di fondo è costituito dal progressivo ridimensionamento del ruolo della responsabilità patrimoniale e della par condicio creditorum: invece di confidare su meccanismi liquidatori, si cerca d'intervenire d'anticipo sulla gestione dell'impresa; invece di puntare sulla... (continua)
  • Le azioni di responsabilità nel concordato preventivo

    Editore: Giappichelli
    Collana: Studi di diritto dell'impresa
    Data di pubblicazione: giugno 2018
    Prezzo: 28,00 -5% 26,60 €
    La presente monografia sviluppa il dibattuto tema dell'esercizio delle azioni di responsabilità nei confronti di organi di società di capitali (in particolare, gli amministratori) che abbiano depositato domanda di concordato preventivo e siano state poi ammesse alla relativa procedura. L'autrice si interroga sulla permanente possibilità di esercitare l'azione sociale di responsabilità, da un lato, e l'azione dei creditori sociali, dall'altro, sia nel corso della... (continua)
  • Problemi nuovi della «vecchia» legge fallimentare. Aspettando la Riforma Rordorf

    Editore: CEDAM
    Collana: Orizzonti e approdi nella crisi d'impresa
    Data di pubblicazione: giugno 2018
    Prezzo: 28,00 -5% 26,60 €
    Oggi una grande possibilità di rinnovamento del metodo giuridico può venire dal diritto della crisi d'impresa, proprio perché esso impone il superamento della tradizionali categorie della dogmatica giuridica, elaborate sulla base della concorsualità e della responsabilità patrimoniale del debitore ex art. 2740 c.c. Si pensi per converso alla disciplina dello scioglimento dei contratti pendenti, oppure al pagamento integrale dei crediti anteriori nel corso... (continua)
  • Jobs act e procedure concorsuali

    Collana: Diritto delle crisi delle imprese
    Data di pubblicazione: giugno 2018
    Prezzo: 65,00 -5% 61,75 €
    La relazione ministeriale al disegno di legge delega, presentato alla Camera dei Deputati, evidenzia l'inevitabile conflitto fra la disciplina del diritto concorsuale e del lavoro, in ragione del fatto che regolano entrambi ordinamenti speciali che, per diversa impostazione, derogano alle regole del codice civile. L'opera, a tal fine, costituisce una guida indispensabile nell'individuazione della disciplina applicabile, esaminando le problematiche connesse ai mutamenti soggettivi, alla... (continua)
  • Il paesaggio vitivinicolo come patrimonio europeo

    Editore: Giappichelli
    Pagine: 176
    Data di pubblicazione: ottobre 2019
    Prezzo: 22,00 -5% 20,90 €
    L'art. 1 della Legge n. 238/2016, che qualifica il vino, la vite ed i territori viticoli "patrimonio culturale nazionale da tutelare e valorizzare negli aspetti di sostenibilità sociale, economica, produttiva, ambientale e culturale", dischiude nel nostro ordinamento interno una prospettiva di studio inedita, sottolineando i collegamenti tra il settore vitivinicolo ed il paesaggio, l'ambiente, la storia, la cultura ed il marketing. Da questa nuova prospettiva di studio nasce questa... (continua)